Il cambiamento: lutto e speranza



Qualcosa va perduto ogni volta che qualcosa cambia e ciò che va perduto può essere qualcosa che noi amiamo profondamente e che non vorremmo mai lasciar andare, ma non possiamo fare diversamente, perché i nostri desideri ci conducono avanti o anche semplicemente perché il tempo passa, anche nostro malgrado, e se non siamo noi a dirigere la nostra crescita verso ciò che speriamo di poter essere, il tempo che fluisce fuori e dentro di noi ci cambierà a modo suo. Il fatto è che il tempo solo toglie, ci allontana da storie, fatti e persone e spazza via molte cose, come il vento nel deserto. Il tempo, se lasciamo fare tutto a lui solo può impoverirci e svuotarci e può stancarci nella lotta estenuante del trattenere ciò che esso invece, inesorabilmente, ci sottrae. Questo accade in ogni età ed esiste un solo modo per non rimanere vuoti: raccogliere ciò che incontriamo nel nostro percorso e riuscire a comprendere ed amare quanto ci viene offerto di nuovo, ma dovremo avere scelto un percorso e muovere i nostri passi. La meta non è dietro di noi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Cercami (poesia)

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia