Il Grillo parlante

Vi ricordate del povero grillo che tentava di insegnare qualcosa a quel disgraziatello di Pinocchio?
Eh sì le solite prediche … sempre a dire le stesse cose, questi profeti di malaugurio che manco se li fanno i fatti loro! E così esplode la rabbia distruttiva di Pinocchio.
Quel vago malessere generato dalla coscienza sporca che un burattino di legno come il misero Pinocchio non poteva certo riuscire a tenere dentro (non so, cose come contenere, elaborare, gestire e via predicando …) e allora?
Allora tutto si trasforma (l’energia si trasforma sempre nella fisica): il malessere può divenire rabbia ed essere scaricato fuori come i rifiuti del corpo (li chiamano “attacchi anali”, come imbrattare, sporcare, insultare e via dicendo).
Pare che quella di Pinocchio fosse dura (era forse un leghista?), ma proprio dura come un sasso lanciato al grillo importuno …
Eh sì il piccolo grillo ci ha rimesso le penne, ma la verità torna come un’ombra nella notte e, maledetta lei, continua a predicare.
“Tutto va bene nel migliore dei mondi possibili”:  ve l'immaginate il peggiore? (sempre tra i  possibili) cosa andate cianciando di crisi, precariato, debiti, disoccupazione, tagli ai servizi, degrado nelle scuole ed altre meschine frecciate al nostro laborioso e competente governo? Certo se c’è la crisi che ci possiamo fare? Si salvi chi può! Del resto tenete fuori i vostri problemi personali, ci abbiamo già i nostri di problemi, no?
E soprattutto:Tirate le pietre ai grilli!

Commenti

Post più popolari