Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2012

Profumi di sinistra e puzza di bruciato

Immagine
Così, dopo essermi distratta a lungo (evidente eufemismo, facilmente traducibile con "dopo avere sperimentato per un tempo sufficiente la mia identità aliena da hardware connesso al mio personal computer")  finalmente, in preda a dolorose fitte al basso ventre, sono stata costretta a distogliermi dal mio innocente sogno ad occhi aperti (leggasi "internet dipendenza in stadio avanzato") per espletare le mie funzioni fisiologiche e quindi, giacché c'ero, in piedi dico, ormai, mi sono diretta alle reali cucine: quasi ora di cena ed anche lo stomaco ha bisogno di attenzione di tanto in tanto ... così l'ho sentito quello strano odore, quello che conserva ancora l'allettante richiamo di un cibo ben cotto, ma con una sfumatura in più, un tantino caricaturale diciamo, dal che si comprende che se ancora non è del tutto carbonizzato, si è attaccato proprio per bene, né si può prevedere al momento se la precipitosa corsa ai fornelli con le disperate operazioni di …

L'articolo 1 della nostra Costituzione

Immagine
                                                                Articolo 1
                                "L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione." Così recita il primo articolo dei principi fondamentali della costituzione della repubblica italiana. Il lavoro è il motore di tutto e rappresenta la partecipazione, il ruolo sociale e la fonte di sostentamento di ciascuno.  Nessuna persona si può definire realmente adulta se non ha raggiunto la sua indipendenza economica. La capacità di produrre un reddito rappresenta anche il riconoscimento della utilità sociale dell'individuo e del lavoro che egli è in grado di svolgere.  Chi non lavora rimane, in varia misura, emarginato, dipendente da qualcun altro, incapace di assumersi reali responsabilità verso se stesso e verso le persone cui è legato. Se questa persona è un giovane le sue possibilità di maturazione psic…

La Palestina festeggia

Immagine
                                                138 voti a favore, 41 astenuti, 9 contrari.
Così i voti all'ONU per il riconoscimento della Palestina come stato "non membro", ma "osservatore".
Molti palestinesi hanno vegliato per attendere il risultato, anche se era già nell'aria da ieri: ora bisognerà affrontare la trattativa. Tutti speriamo per il meglio.

Primarie PD

Immagine
Non pare vero, ma Renzi non vuole rassegnarsi: ora sta usando il messaggio pubblicitario per mobilitare quante più persone è possibile sul voto di ballottaggio.
Ha inserito il link "www.domenicavoto.it" un pò dappertutto e sostiene di star facendo così opere di bene con la evidente e disinteressata  finalità di coinvolgere in un'ottica di partecipazione la base elettorale.
Nelle sue pubblicità suggerisce anche furbescamente le giustificazioni da produrre per la mancata registrazione entro i termini stabiliti dal regolamento: insomma un filantropo!
In realtà i numeri della prima votazione parlano chiaro: Renzi perde, chi vota il PD è di sinistra, giusto così, perché pare che esista una sinistra e una destra in Italia e uno sceglie la propria area ideologica.
Chi era interessato al destino della sinistra, riconoscendosi in quell'area ideologica, ha votato già, lo rifarà domenica e probabilmente con le stesse idee.

La domanda quindi è: allargando la base elettorale, chi cerc…

L'arca di Noé

Immagine
Voi certo non ci potete credere, ma di sicuro vi sarete domandati, almeno qualche volta, con tutto il vostro cinico scetticismo, come mai l'autobus arriva sempre quando avete appena acceso la vostra sigaretta o magari perché accade che quando poggiate a terra, accanto al muro il sacchetto della spesa, quello cade sempre dal lato opposto alla parete, rovesciando al suolo tutto il suo contenuto ... e certo era roba da mangiare: voi avreste preferito che non toccasse terra, per pulizia, non per altro.
Qui si parla tanto di donna oggetto, uomo oggetto, oggetto qui e là come se fosse un insulto, la peggiore parolaccia da dire a qualcuno: e gli oggetti, allora? Dovrebbero subire in silenzio?

L'Italia voterà "si" all'ONU per la Palestina

Immagine
Fumata bianca: con tutta la polemica che c'è stata ancora ieri fra Renzi a Bersani in diretta tv sul voto da dare all'ONU da parte dell'Italia per il riconoscimento della Palestina come stato non membro, finalmente oggi da Palazzo Chigi arriva la notizia ufficiale. L'Italia voterà a favore, come la Francia: contrariamente a quanto molti credono, se le nazioni unite concederanno questo riconoscimento ai palestinesi, le tensioni si allenteranno, perché verranno rafforzate le ali moderate più disposte al negoziato con Israele e con l'occidente. Non ci resta che sperare per il meglio ...

Lettera a Kadima Ehud Olmert

Immagine
Egregio signore,
oggi desidero salutarla, anche se non la conosco, per renderle atto della stima e del rispetto per  un uomo onesto e lungimirante, quale lei ha dimostrato di essere in questi giorni.
Certo: perché tutti possiamo contrapporci al nemico, ma occorre invece una elevata statura morale come la sua per contraddire gli amici, i familiari, le persone che ci sono care ed al cui affetto teniamo molto.
 Le dico queste cose perché ho appreso dalla nostra stampa che lei, contrariamente alla linea politica degli attuali governi di Israele e Stati Uniti, sta sostenendo la richiesta di riconoscimento della Palestina presso le nazioni unite e sta incoraggiando i suoi connazionali a fare altrettanto ed a definire quindi in forma ufficiale i confini tra lo stato di Israele e la Palestina, per mettere fine a questo eccidio.
Ho sperato a lungo di sentire voci come la sua levarsi all'interno della sua nazione, perché sono convinta che i principi fondamentali di umanità e giustizia siano uni…

Precari nella amministrazione pubblica

Immagine
Sono 250.000 i precari nelle pubbliche amministrazioni, tra scuole, sanità, regioni, etc.
Per la maggioranza di loro vi è scadenza dei contratti il 31 dicembre prossimo: ora si prospetta da parte del governo la possibilità di prorogare questi contratti per altri sei o sette mesi, fino a luglio, inserendo un apposito emendamento nella legge di stabilità. I sindacati plaudono l'iniziativa, considerandola una propria vittoria che dovrebbe preludere ad una effettiva stabilizzazione della posizione lavorativa dei soggetti coinvolti.
Sperare che la cosa vada in porto ed abbia effettivamente questo significato diventa lecito  ...

Bambini nati in Italia

Immagine
Una notiziola piacevole, trasmessa dall'ANSA: a Sennori, provincia di Sassari, il consiglio comunale ha conferito la cittadinanza onoraria a 16 bambini, figli di immigrati, che, pur essendo nati in Italia, per la nostra legge non possono avere la cittadinanza. Una piccola grande iniziativa locale, veramente degna di nota!

Legge elettorale

Immagine
Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sollecita ancora una volta i partiti a trovare un'intesa sulla legge elettorale. Lo fa attraverso una lettera indirizzata al deputato radicale Roberto Giacchetti, che da buon radicale, sta facendo lo sciopero della fame proprio per protestare contro il mancato raggiungimento dell'accordo su una tematica realmente urgente, considerata la prossimità delle elezioni e la necessità di una governabilità reale del paese nel contesto della grave crisi economica e sociale che stiamo vivendo.

I partiti fanno fatica a trovare un accordo perché chi presume di vincere vuole ottenere una maggioranza che consenta di governare tranquillamente, senza impantanarsi alle camere per ogni minuzia, invece chi non presume di vincere vuole conservare cionondimeno il proprio potere di osteggiare e paralizzare il governo, costringendolo così a venire a patti con i diversi partiti.
Questa è più di una semplice opinione, ma piuttosto la lettura più ovvia d…

bufere sull'Ilva di Taranto

Immagine
Da un paio di giorni si paventano problemi di ordine pubblico relativi all'annuncio della chiusura degli impianti dell'Ilva a Taranto ed infatti oggi l'agenzia ANSA anticipa che per decreto, vista l'Autorizzazione Integrata Ambientale, già rilasciata in data 26 m.c., l'apertura degli impianti è autorizzata per i prossimi 24 mesi a condizione che vengano rispettate le disposizioni contenute nel suddetto  provvedimento.
Ma, ora che pare allontanarsi la bufera legata alla agitazione degli operai dell'azienda, ecco che sull'Ilva si scatena "Medusa": la tromba d'aria in discesa dal nord. Oggi nello stabilimento vi sono stati crolli, una ventina di feriti ed un operaio disperso a causa di un fulmine e della tromba d'aria che hanno colpito gli impianti ...
L'azienda comunica che le emissioni sono sotto controllo e che non vi sono stati incendi. Sono al lavoro i sommozzatori per cercare il disperso che si trovava nella cabina di una gru caduta i…

Sesso & potere

Immagine
Studi e parole sulla violenza alle donne: violenza di tutti i tipi, sicché parliamo anche delle molestie, proposte o ricatti sul posto di lavoro. Pare sia una prassi diffusa, una donna in posizione lavorativa subalterna, può subire molestie o ricatti espliciti, ancora una volta spesso non denunciati, nell'ambiente di lavoro ed, in una certa percentuale di casi, può cedervi per conservare il posto o per la speranza di far carriera.
842.000 è il numero delle donne che hanno denunciato di avere subito ricatti sessuali sul posto di lavoro: si tratta di un dato Istat riferito oggi da RAI news, anche se non specifica l'arco di tempo cui si riferisce il numero delle denunce. Possiamo immaginare che quanto è emerso, cioè denunciato sia la punta dell'iceberg.
Ora nella nostra cultura essere circondati di belle donne è una specie di "status symbol" come possedere un'auto di grossa cilindrata, il che vale anche per i mussulmani che si possono permettere molte mogli solo s…

Agevolazioni "illegali" alla chiesa?

Immagine
Le agevolazioni fiscali  relative alla tassa IMU sugli immobili, proposte per gli enti ecclesiastici sono state considerate un illecito dalla UE e pertanto le normative al riguardo sono state modificate nel testo di legge definitivo attualmente pubblicato. Ora la legge  verrà passata in esame dagli organi competenti della Unione Europea per valutarne la legittimità. Non dovrebbero esservi problemi, dato che le rettifiche sono state apportate tenendo conto appunto dei richiami ricevuti sulla proposta precedente.
In effetti la chiesa cattolica in Italia è ricca: gli immobili in suo possesso in molti casi vengono utilizzati per ospitare scuole e/o associazioni di cosiddetto "privato sociale".
Se un ente disimpegna un servizio di effettiva utilità sociale ed effettivamente lo fa senza fini di lucro è corretto concedere qualche agevolazione, che sarebbe equo estendere a tutte le scuole private ed associazioni a finalità sociale senza scopo di lucro, dove la caratterizzazione essenz…

L'Europa decolla

Immagine
Con il raggiungimento dell'accordo per il "salvataggio" della Grecia attraverso un programma di graduale risanamento dei conti pubblici e grazie al supporto economico del fondo monetario, l'Europa imbocca la strada maestra: quella che conduce alla solidarietà ed alla unione.
Si è finalmente raggiunto, infatti, l'accordo tra i paesi della zona euro per quanto riguarda gli aiuti alla Grecia e le relative condizioni da porre in termini di risanamento interno della economia: è chiaro che fino a quando i mercati finanziari possono continuare a giocare sul turno dei paesi più deboli da far fuori, riescono a dominare anche il quadro politico.
Solo le risposte di solidarietà sono quelle che riportano il potere in mano alla politica.
Gli stati ovviamente devono riuscire ad adeguarsi per ciò che riguarda la linearità e l'onestà delle classi dirigenti. Non è un caso che i paesi che si trovano in maggiori difficoltà siano proprio quelli dove risultano più elevati i fenomeni…

Diffamazione

Immagine
Ce l'hanno fatta! Sono riusciti a bocciare l'articolo 1 del disegno di legge sulla diffamazione, che prevedeva il carcere per i giornalisti, ma non per i direttori. Il Pdl si è astenuto, non partecipando al voto. Almeno si è rimediato alla contraddizione più assurda sul piano giuridico ed al messaggio intimidatorio diretto a chi fa informazione in prima persona.
Questa si può considerare una piccola conquista sia  per la giustizia che per la informazione.

In attesa di giudizio ...

Immagine
Tutti aspettiamo  un giudizio: quello dei genitori, dei maestri, del professore all'interrogazione, dei superiori, dei colleghi e  degli utenti al lavoro, quello dei vicini di casa, quello dei docenti universitari agli esami e perché no? Anche il giudizio universale, che ci sarà (dicono) con la fine  del mondo ...
Per queste cose, già si sa che c'è da aspettare parecchio, così uno mentre aspetta pensa ai fatti suoi e fa anche tante altre cose, ma quando invece si aspetta il giudizio della legge terrena, spesso lo si deve attendere in prigione, per via di questa storia del pericolo di fuga ed inquinamento delle prove.
Un problema che certo quelli che attendono il giudizio divino non avranno mai.
Quanto tempo  bisogna aspettare questo giudizio?
Cognizione comune è il fatto che le nostre carceri sono sovraffollate ed  al loro interno si vive in condizioni di serio disagio. Allora in Italia i detenuti in attesa di giudizio rappresentano poco più del 40% della popolazione carceraria, d…

L'immigrazione clandestina

Immagine
Ieri  sera è stato , per l'ennesima volta, soccorso un barcone al largo di Lampedusa con 99 emigranti clandestini a bordo. Fortunatamente sono stati tratti tutti in salvo: questa volta,  se non altro, non abbiamo morti. Ora si tratta di capire dove vanno a finire tutte queste persone, una volta salvate dal mare.
Dovranno essere identificati, ricevere dei controlli medici e poi?
Verranno racchiusi in uno di questi centri di raccolta, che poi sono veri e propri centri di detenzione, in attesa delle decisioni relative al rimpatrio: qualcuno scapperà, qualcun altro dovrà tornare indietro.
Continuano  ad  arrivare a frotte, malgrado l'inverno e le condizioni poco sicure di navigazione: tanti accade che ne muoiano. Una realtà sulla quale si riesce ad incidere poco, malgrado i tentativi di accordo con i governi delle nazioni di partenza.

29 Novembre

Immagine
Il 29 novembre p.v. le nazioni unite in assemblea generale discuteranno del riconoscimento della Palestina, come stato "non membro". L'iniziativa di questa richiesta è di Abu Mazen, presidente dell'Anp e sembra scontrarsi con una posizione ostile di Israele, ma neanche condivisa da alcune frange estreme di Hamas che sembrano di fatto  poco propense ad un percorso di riconciliazione nazionale.

Il 29 novembre quindi tra due giorni, ci sarà una risposta, un voto delle Nazioni Unite ed il riconoscimento della Palestina rappresenta, quanto meno, una misura di tutela di questo popolo innanzi ad organismi internazionali: in altre parole diritti umani riconosciuti, il che non è poco ...

Se proprio si deve scegliere ...

Immagine
Le primarie del PD hanno ottenuto un grande successo in termini di partecipazione: 3 milioni e mezzo di votanti (secondo fonti ANSA e RAI news). Anche se i risultati non sono ancora ufficiali, risulta in testa Bersani con il 44,9%, seguito da Renzi al 35,5% poi Vendola al 15,6%, Puppato al 2,6% ed infine  Tobacci all'1,4%. Ora quello che è chiaro è che dovrà esserci un ballottaggio la prossima domenica, 2 dicembre, tra Bersani e Renzi ed è probabilmente per questo che Susanna Camusso alla fine ha dichiarato che il suo voto è per Bersani. Personalmente la condivido: non è che si possa appoggiare acriticamente la politica di Bersani, ma nel momento di operare una scelta siamo obbligati a selezionare tra le alternative esistenti nella realtà.

Non che la Camusso si sia sempre trovata d'accordo con Bersani, ma certo con Renzi per lei sarebbe molto più difficile, dato che Renzi si colloca abbastanza più a destra di Bersani.  Certamente Renzi è più giovane, ma non necessariamente questa…

Gli studenti in piazza

Immagine
La manifestazione studentesca di questa mattina a Roma si è svolta pacificamente, non vi sono stati incidenti, né scontri. Si è protestato contro la politica del Governo di tagli ai servizi ed alla scuola.
Sono comparse in testa al corteo bandiere palestinesi e scanditi slogan contro le aggressioni in Palestina ...
La protesta raccoglie certamente soggetti eterogenei per formazione e credo ideologico, ma un paio di cose sono chiare: nessuno vuole essere governato dai banchieri, nessuno vuole assistere al genocidio dei palestinesi.

Pizza!

Immagine
Di sabato sera la pizza ci vuole. potete ordinarla, ma anche prepararla a casa è semplice, si si vuole ... La mia pizza gode di una certa notorietà tra gli amici di mio figlio, tanto che mi è stato chiesto di prepararne per le varie scampagnate primaverili, quale mio personale contributo alle varie grigliate e colazioni a sacco. Giusto per non montarmi la testa ho considerato l'ipotesi che un tale spiccato gradimento potesse dipendere dal fatto che la mia pizza viene regalata e perciò si può mangiare gratis ... (circostanza rilevante se si considera la giovane età e la bolletta cronica degli studenti). Benché tormentata dall'amletico dubbio ho deciso, comunque, di passare pubblicamente la ricetta, grazie alla mia indole ottimista ed altruista.
Naturalmente voi non avete il forno a legna, né il vostro (e tanto meno il mio, che anzi funziona a scartamento ridotto) forno potrà mai raggiungere le temperature di un forno professionale, inoltre voi non potrete preparare l'impasto co…

L'invito

Immagine
Questo intermezzo è un rifacimento personale di una storiella analoga (la storia del martello in prestito) e godibilissima narrata da Paul Watzlawick nel suo splendido manuale "istruzioni per rendersi infelici" di cui consiglio a tutti la lettura! 

L’amico dice: vienimi a trovare ed io penso che se non ci vado ci faccio la figura dell’asociale solitario e potrebbe anche non starmi troppo male, non c’è motivo di preoccuparsi per quello.  Del resto anche loro sembra che debbano fare lo spettacolo: gli piace essere guardati e ciascuno si vuole presentare e litiga con qualcun altro tanto per mostrarsi, che è una rottura a sciropparseli uno dietro l’altro. Ma mi ha invitato: che altro posso fare? Potrei semplicemente stare a casa, ma se si offende?
E perché dovrebbe offendersi? Se mi fossi sentito poco bene? No, quello pensa che lo voglio snobbare, si sente un padre eterno e si contrarierà, così approfitterà della mia assenza per parlare male di me con tutti quanti … e se si mette …

Donne defraudate della vita

Immagine
Chi e quando può essere defraudato della propria vita e perché?
Cosa significa poi essere defraudati della vita?
Non è proprio morire, ma potrebbe essere qualcosa che ci somiglia.
La frode è  proprio  una frode: qualcuno o qualcosa si impadronisce di un oggetto che appartiene  a te, ne diventa padrone ,  lo usa a proprio piacimento e ne fa ciò che vuole.
Questo oggetto può  essere la vita di una persona.
In alcuni paesi esiste ancora la schiavitù per debiti:  persone che per debiti propri o di un proprio familiare si impegnano a lavorare senza salario fino alla estinzione del debito, che ovviamente non si estingue mai ...
In questi casi c'è  un debito, in altre situazioni, invece, uno può restare "intrappolato" all'interno della propria famiglia e dei propri affetti.
In genere la persona defraudata, anche se soffre, anche se può essere abbastanza critica e più o meno consapevole, infine accetta di subire ciò che non condivide e che le fa del male.
Perché?
Queste situazioni ri…

Riconoscere l'esistenza della Palestina

Immagine
Stamattina l'Ansa trasmette notizia dell'avvenuta uccisione di un palestinese e del ferimento di altri sette da parte di israeliani sul confine della striscia di Gaza. I palestinesi, secondo la nota dell'ANSA  si erano avvicinati a degli appezzamenti di terra in prossimità del confine.
La Palestina tuttavia festeggia, anche se sono in pochi  a credere che la tregua possa reggere. In effetti l'obiettivo dei palestinesi, morto più, morto meno, è quello di ottenere il riconoscimento del loro essere uno stato, sia pure esterno alle nazioni unite. Uno stato deve darsi dei confini riconosciuti a livello internazionale, né si può sparare a qualcuno che è vicino al confine, questo sarebbe giustificabile al massimo se qualcuno forzasse il blocco del confine, ma non è quello che è accaduto. Ora succede che se la Palestina viene riconosciuta come stato, dovranno essere stabiliti finalmente questi confini che saranno gioco forza anche i limiti di Israele e non è sicuro che Israele …

Europa: è possibile un accordo?

Immagine
L'unione europea fa fatica a raggiungere intese condivise  sul bilancio 2014/2020.
Nessuno si aspettava che la trattativa fosse facile. Austerità, tagli di spese e di servizi sembrano dominare nella politica economica, anche se questa linea evidentemente blocca le possibilità di crescita.
I vari paesi,  tra cui l'Italia, hanno assunto degli impegni che, in quanto tali, dovranno essere onorati, ma le linee guida di fondo diventano ora argomento di discussione perché in realtà non sappiamo dove possono condurre. Il problema non è fare sacrifici, ma essere convinti della loro utilità, oltre che della loro necessità.

Il fatto è che sacrificarsi oggi per ritrovarsi in una situazione ancor peggiore domani è  qualcosa che nessuno ha voglia di fare. Il singolo cittadino vuole sentirsi, almeno per un minimo, garantito  rispetto al futuro. Bisognerebbe che non solo i singoli governi si ponessero il problema della crescita economica, ma che questa diventasse una priorità di tutta la Unione …

Che c'entra lo sviluppo col IV grado di giudizio?

Immagine
Da ieri tutti ci stiamo ponendo la stessa domanda: il fatto è questo: nell'ambito degli emendamenti presentati sul dl per la sviluppo il PDL  ne ha presentato uno  che istituirebbe (ove venisse approvato) un quarto grado di giudizio, inizialmente nella giornata di ieri si era parlato di un ulteriore grado di giudizio per "violazione alla legge comunitaria" oggi l'idea è stata perfezionata e si parla solo di "violazione della legge". Uno potrebbe chiedersi come si immagina possibile che i giudici di 1°, 2° e 3° grado violino la legge senza accorgersene, ma le vie del signore sono infinite o così si vorrebbe. Se l'emendamento passasse risulterebbe retroattivo per gli ultimi due anni, per cui tutte le sentenze già passate in giudicato potrebbero essere rimesse in discussione.

Praticamente una storia infinita: ora quale sarebbe la finalità di una normativa del genere? Di certo non snellirebbe il lavoro della giustizia. Fatalmente viene da pensare che negli u…

Cala il bastone e volano gli stracci ...

Immagine
Questa volta gli stracci sembrano essere i giornalisti.
C'è questa stranissima cosa che è passata al senato in merito ai reati di diffamazione: allora il giornalista può andare in carcere, ma il direttore responsabile no.

Ora  se un giornalista scrive un pezzo, quale che sia, il suo direttore può decidere di pubblicarlo o censurarlo.
Il compito di un direttore responsabile dovrebbe essere questo: dare linee di indirizzo, affidare incarichi, controllare, rettificare, censurare  e decidere se un articolo è adatto o meno alla pubblicazione, di cosa è responsabile sennò?
Il giornalista non si è pubblicato da solo: allora perché due pesi e due misure?
Possibile che in Italia quando si fanno le leggi invece di ispirarsi a principi di equità si debba pensare a fatti e persone contingenti, decidendo chi proteggere e chi punire?


Relax (o quasi)

Immagine
Ecco: siamo al capolinea, finito il vostro orario, si torna a casa a riposare.
Quello che dovreste sapere è che la vostra assenza si è sentita in famiglia ed ha fatto arrabbiare un pò di gente: i vostri figli vi aspettano al varco e, giacché siete mancati tutto il giorno, non vorrete certo negare loro un pizzico di attenzione.
Se già sono un pò più grandicelli e più furbetti, avranno di sicuro qualcosa da chiedere e rimane sottinteso che non potrete sottrarvi, giacché dovete farvi perdonare la vostra assenza (vile abbandono).
 Sia chiaro che siate andati a ballare o a  scaricare casse al porto, questo rimane un vostro problema: per quanto li riguarda voi non ci siete stati e perciò è loro ferma opinione che sia diritto tenervi un pò di broncio o pretendere qualcosa.
La vostra metà, più sottilmente, si farà trovare indaffarata e vi racconterà tutto di un fiato le malefatte della vostra prole, la maleducazione dei vicini e del sudore speso per badare a tutto, sempre in vostra assenza, …

L'evasione fiscale

Immagine
L'Italia è uno dei paesi col più alto tasso di evasione: una  specie di costume o malcostume locale che si protrae da un tempo indefinito, praticamente dalla fondazione della repubblica.
Il problema, si fa presto  a capirlo, è il rapporto del cittadino con le istituzioni, perché, è chiaro, se questo rapporto è conflittuale o collusivo con la trasgressione, il cittadino difficilmente vorrà allinearsi con le leggi.
Ora c'è una parte dell'Italia che si trascina dietro il vissuto storico di essere "colonia", terra invasa e dominata dagli stranieri: mi riferisco alla parte meridionale dell'Italia ed al noto detto napoletano "Fransa o Spagna, purché se magna ...".

Evidentemente questo tipo di coscienza non ha favorito la partecipazione, né la tutela delle istituzioni da parte dei cittadini, che si sentivano sfruttati e non rispettati. Va da sé che in queste condizioni la voglia di pagare e mantenere le istituzioni risultava scarsa.
Si sa che alcuni aspetti d…

Sclerosi Laterale Amiotrofica (e non solo)

Immagine
Ieri pomeriggio è finito lo sciopero della fame, che i malati di SLA hanno messo in atto per protestare contro i drastici tagli del governo all'assistenza. I malati hanno ottenuto quanto richiesto e si dichiarano soddisfatti. I fondi stanziati per l'assistenza ai malati gravi sono stati raddoppiati. La protesta è durata diversi giorni ed i malati avevano minacciato di lasciarsi morire di fame davanti alla sede del ministero dell'economia: nulla di personale, ma giusto perché queste sono persone che senza assistenza muoiono, né si capisce come fossero stati pensati i tagli  senza tenere conto di questo dettaglio. Morire per morire meglio farlo denunciando la situazione: un ragionamento ineccepibile.
Infine il governo ha dovuto fare retromarcia.

Cani, gatti e condomini

Immagine
Ecco una trilogia che più litigiosa non si può: cani  e gatti sono nemici per antonomasia e sui condomini è meglio stendere un velo pietoso.
Il 20 novembre, ieri l'altro, si è parlato della approvazione al senato del progetto di legge di riforma del condominio, già approvato alla camera. La legge sarà in vigore dopo sei mesi dalla sua pubblicazione sulla gazzetta ufficiale.
Si tratta di una materia che non veniva aggiornata da tempo, sicché assistiamo ad un adeguamento delle multe per i trasgressori dei regolamenti ed alla introduzione del divieto di un divieto, ovvero nessun regolamento condominiale potrà più vietare ad un condomino  di tenere nella propria abitazione animali domestici. Questa degli animali domestici è sempre stata una questione infuocata nei condomini. Non tutti amano gli animali e gli animali sono animali, quindi sporcano, abbaiano e miagolano ad ogni orario.

Ora per quanto riguarda la pulizia va detto che le persone che si occupano degli animali in questione hann…

La CGIL non firma

Immagine
Si vuole dare impulso alla produttività ed alla crescita del paese: il risanamento non può passare solo per le misure di taglio drastico della spesa e questo lo si diceva da un pò, ora sembra che il governo voglia occuparsene. Il problema, naturalmente è come. Chi dovrà fare cosa, chi dovrà sacrificare cosa,  a chi tocca sobbarcarsi l'onere di trainare il paese in salita.
Susanna Camusso rifiuta di sottoscrivere l'accordo per la produttività firmato da tutte le altre parti sociali: la sua obiezione consiste nel fatto che vi sarà una riduzione del salario reale dei lavoratori, a parte il rifiuto di Monti a detassare le tredicesime.

Se la Camusso avesse ragione, la riduzione del salario o del suo potere d'acquisto giustamente si tradurrebbe in una ulteriore recessione. A questo punto è necessario tentare di capire in cosa consiste l'accordo: l'aspetto  che dovrebbe essere gradito ai lavoratori sta nella detassazione dei salari di produttività, la detassazione significa…

Tregua a Gaza

Immagine
Finalmente è stato raggiunto l'accordo per una tregua tra israeliani e palestinesi, tregua che in effetti è già iniziata dalle ore 20,00 di questa sera (ora italiana). Ora è il momento della diplomazia internazionale che lavora per il raggiungimento di un accordo duraturo e definitivo: non è un compito facile, ma ormai assolutamente improrogabile.

Deiulemar a Torre Del Greco

Immagine
Non è facile spiegare cosa ha rappresentato la Deiulemar in questa città. Questa è una cittadina che da secoli vive sul mare e del mare: tutt'ora una buona parte degli uomini lavora sulle navi con imbarchi della durata di diversi mesi. A casa restano mogli e figli soli, spesso anche nei giorni di festa. I fondatori della Deiulemar erano armatori, gente molto ricca, che ha goduto di una posizione di grande prestigio in città. Hanno offerto per anni (per 45 anni esattamente  dal 1967 fino allo scorso maggio) la possibilità di investimenti nella loro compagnia e, fino ad un certo punto, hanno onorato i loro impegni. Questo va detto per amore di verità: non erano i truffatori che si sono rivelati in questa generazione, né coloro che hanno affidato i propri risparmi erano ingenui e sprovveduti.

Il cappellano ed il detenuto

Immagine
Ecco che si incrociano due storie che rappresentano due piaghe aperte nella nostra società: la sessualità dei sacerdoti, più o meno pervertita e la condizione delle carceri e dei detenuti.
Allora: questo Alberto Barin, cappellano a San Vittore è stato denunciato per violenza sessuale su alcuni detenuti. Non è un pedofilo, come è accaduto per altri sacerdoti: essendo in servizio nelle carceri ha avuto a che fare con persone maggiorenni. Si parla di detenuti al maschile: supponiamo quindi che il cappellano in questione sia omosessuale, il che è meno aberrante dell'essere pedofilo, ma sicuramente egli ha abusato della sua posizione di prestigio e superiorità, mettendo alle strette con varie forme di lusinghe e ricatti persone che vivevano il disagio del carcere. Tutti sanno che nelle carceri si consumano violenze ed abusi tra detenuti e che esistono forme di omertà e copertura rispetto ai reati commessi all'interno, ma il personale addetto alla custodia ed il ... cappellano (mio d…

Gli usurai che si nutrono della crisi

Immagine
Succede sempre così: anche quando c'è un terremoto c'è chi va in giro a saccheggiare case abbandonate, se c'è una guerra, chi si arricchisce col mercato nero ed ora che abbiamo la crisi economica ed è diventato difficile ottenere prestiti e finanziamenti dalle banche, gli usurai prosperano.
Secondo l'ANSA sono 600.000 gli italiani finite negli artigli degli usurai, di questo 200.000 sono commercianti. Moltissime aziende hanno dovuto chiudere i battenti e lasciare i loro dipendenti disoccupati, a causa dei debiti contratti con usurai.
Gli usurai sono una categoria di persone legate a doppio filo con la criminalità organizzata, che naturalmente si occupa del capitolo "recupero crediti" e le condizioni di prestito imposte di regola sono tali da garantire ai delinquenti una sorta di schiavitù a vita delle persone su cui riescono a mettere le mani.
Difficilissimo estinguere un debito che continua a crescere fino alla completa rovina di persone, famiglie ed aziende. A…

I "No Tav" e l'informazione

Secondo una notizia ANSA è stato aggredito oggi un cameraman della RAI che svolgeva il suo lavoro a Torino, riprendendo l'apertura del processo ai militanti del movimento no tav (45 imputati) per i fatti accaduti la scorsa estate. Attivisti del movimento gli hanno intimato di spegnere le telecamere ed, alla risposta evidentemente negativa, sono passati a vie di fatto con pugni e sputi.
L'uomo ha dovuto ricorrere a cure ospedaliere.
Ora, qualunque cosa si voglia pensare dei Tav e del processo: perché aggredire una persona che sta facendo il suo lavoro? Il cameraman è stato colpito al basso ventre, c'è da credere intenzionalmente, una mossa vietata anche negli scontri sportivi: una pessima pubblicità per questo movimento che dimostra di voler impedire l'informazione in maniera assai poco democratica e di usare metodi  che in verità di leale e sportivo hanno ben poco.
L'apertura del processo è stato spostata al 21 gennaio prossimo.

Colonna di nuvola

Immagine
Sono 120, o forse 139 secondo alcune fonti mediche i morti palestinesi, 5 i morti israeliani. Oggi è esploso a Tel Aviv un autobus (8  feriti, di cui 2 gravi):  la speranza di una tregua si allontana.
Sembrava fosse stato raggiunto un accordo, almeno da parte palestinese, per la mezzanotte di oggi, ma ora la cosa slitta forse di uno o due giorni o forse non si sa, perché le voci circolano ma di sicuro non c'è ancora nulla. I tentativi di mediazione diplomatica vedono coinvolti gli Stati Uniti, l'Egitto e l'ONU, ma per il momento non vengono comunicati sviluppi concreti.
La notte è stata una delle peggiori dall'inizio dell'inasprimento del conflitto e della operazione "colonna  di nuvola": 20 vittime dei raid israeliani fra i palestinesi e due da parte israeliana.

"Fate di me ciò che volete"

Immagine
Una bella mattina vi svegliate, non dico proprio con grande entusiasmo, senza sacramentare, per riguardo ai fanciulli, anche se il "ti-ti-ti-ti" insinuante ed insistente dell'orologio puntato sull'ora fatidica è qualcosa che stimola pensieri cattivi e perfidi contro l'umanità, il lavoro, la vostra insignificante routine quotidiana, la vostra donna che dorme angelicamente e di preparare un caffè non lo sta neanche sognando.
E va bene: bisogna mettere i piedi a terra. Il primo brivido vi coglie letteralmente alle spalle, appena accennate il gesto di scostare cautamente il piumone. Fuori è umido e poco accogliente.
 Soffocando in gola molto più che un semplice mugugno cominciate a strisciare le gambe sotto il lenzuolo, lasciandole scivolare con attentissima lentezza verso il basso, a tastoni cercate le pantofole.

Pedopornografia in Italia

Immagine
Sono stati scoperti siti pornografici, specializzati per pedofili ed è in corso una operazione della polizia postale a carico di molte persone "insospettabili" in tutta Italia.
La notizia viene trasmessa oggi dall'agenzia ANSA, da Rai news 24 e, presumo, anche altre testate giornalistiche.
 Il traffico di immagini sembra riesca ad essere remunerativo, visto che questi pedofili si sono organizzati in una vera e propria associazione per delinquere verosimilmente a fini di lucro.
Che esista  un vero e proprio mercato di video e foto di questo genere non è una cosa nuova: la rete è un magma in cui può emergere di tutto.
Il fatto preoccupante è che il mercato, di solito, non solo soddisfa richieste ed esigenze dei consumatori, ma soprattutto, per sua natura, tende a creare bisogni inesistenti e/o ad intensificare fantasie esistenti stimolando al passaggio all'atto (ovvero all'acquisto) specie i soggetti più suggestionabili.

La pericolosità della massiccia diffusione di imm…

GAZA

Immagine
Francesi ed americani parlano: dicono qualcosa, con molta diplomazia, bene attenti a non intaccare gli equilibri internazionali, ma a Gaza si muore. Di ieri la notizia dell'attacco al campo profughi, oggi ancora cinque bambini ed altre tre persone uccise ... è il caso di dire che mentre il medico studia il paziente muore!
Nessun governo, nessuno stato riesce semplicemente a dire "basta"?
Gli insediamenti che vengono bombardati erano legittimi? In base a quale trattato? Basterebbe cominciare da questo ...

Studere, studere ... post mortem quid valere?

Immagine
Adesso che si stanno tagliando fondi alla scuola pubblica, che hanno centrato nel mirino la categoria degli insegnati e la scuola come fonte di sprechi o comunque come settore nel quale si deve risparmiare per far quadrare il bilancio, il discorso è diventato serio e gli studenti si vedono costretti a rivendicare il proprio diritto alla acquisizione di una cultura, che sempre più si allontana per diventare un privilegio di pochi, da selezionarsi per "merito" dicono, ma nessuno ci crede davvero ...
Sono passate in secondo piano le critiche alla didattica, che per contenuti e metodologia da tempo fatica ad adattarsi ai cambiamenti importanti degli strumenti di comunicazione, dei costumi e delle abitudini delle nuove generazioni. Sono passati in terzo piano gli scherzi e le battute che il popolo degli studenti ha sempre inventato per i "prof." e le filastrocche centrate sulle divertenti tematiche degli allievi poco volenterosi che ad ogni costo tentavano di "sca…

Saluto al cielo

Immagine
Come stai questa sera, dolce cielo? Potrai commuovermi oggi con l'incanto delle tue nubi graffiate sull'ultimo fuoco che già cede alla notte? Sarà l'ovattato mormorare delle onde a colmare l'inquietante silenzio che richiama alla mente figure ed odori, poi suoni e pensieri che vanno affiorando a pezzetti, come vengono a galla i relitti di una nave affondata, in un vortice onirico che  ancora risucchia  la mente? Sarai tu dolce mare in bonaccia a lasciare che scorra fino all'ultima goccia il veleno più amaro del sale? Lascia che fluisca invisibile come le lacrime sul volto bagnato di pioggia, quando gli occhi sono arrossati dal vento e nel pulviscolo si mimetizza il pianto ...

Repressione e polizia

Immagine
La polemica che è nata in seguito ai recenti scontri tra polizia e manifestanti, il 12 novembre a Napoli in occasione del no Fornero day e poi il 14 a Brescia ed a Roma nel corso dello sciopero generale di studenti e lavoratori contro le politiche governative, merita una riflessione.
 Le manifestazioni esprimono evidentemente la protesta contro il governo e la sua politica, ma sono manifestazioni autorizzate e pertanto è riconosciuto ai partecipanti il diritto di manifestare pacificamente.
La presenza della polizia dovrebbe garantire l'ordine pubblico ed il rispetto dei limiti consentiti, tuttavia la polizia , per definizione, rappresenta il braccio armato dello stato, cioè delle stesse istituzioni contro le quali è stata organizzata la manifestazione.

Se ne deduce facilmente che  le parti sono schierate su fronti contrapposti e se un poliziotto volesse unirsi al corteo, dovrebbe spogliarsi della divisa ed abbandonare il ruolo che essa simbolizza (checché ne dica Grillo).

La polizia n…

La piazza di Napoli

Immagine
La manifestazione del 14 novembre a Napoli è trascorsa senza incidenti: niente violenze, niente cariche della polizia, insomma quanto a botte a tutti sono bastate quelle del "no Fornero day" e questa volta li hanno lasciati fare. Non è successo nulla: niente lacrimogeni, né manganelli, né vetrine sfondate. Nessun danno.
I ragazzi hanno solo manifestato pacificamente ed erano in tanti. La rabbia c'è, la voglia di riprendersi la vita anche  e nessuno si arrende.

Insalata di parole

Immagine
Certo anche voi saprete cosa sia una ritualità ossessiva, una accelerazione ideativa tradotta in verbosità anche detta logorrea da non confondersi con la diarrea che risulta essere cosa più volgare, trattandosi di una affezione capace di affliggere umani ed animali, i quali ultimi, notoriamente non soffrono né di logorrea, né di coprolalia ed altri disturbi della comunicazione.
Gli animali sono creature semplici, si sa, ma possono contrarre qualche nevrosi anche loro, specialmente i cani ed altri animali da compagnia, perché chi pratica lo zoppo, in capo all'anno zoppica. E tuttavia mai si son lasciati contagiare da questa fissa di ciarlare di continuo.

Il terzo millennio

Immagine
Si inaspriscono le guerre ed i conflitti sociali, la natura si ribella e si susseguono terremoti ed alluvioni, la  crisi economica galoppa e le rassicurazioni divengono sempre più flebili e sospette di ipocrisia. C'è poco da fare: se pure litighiamo con la polizia per le strade, sacramentiamo contro la corruzione, il razzismo e la violenza, se pure additiamo il modello di sviluppo economico occidentale quale responsabile dei dissesti idrogeologici e dei danni all'ambiente, oltre che della fame seminata nel mondo e a grave rischio di importazione alle nostre latitudini, alla fine continuiamo a scontrarci con un muro di gomma con l'unico risultato che più vigorosa è la nostra forza di impatto, maggiore sarà la violenza con la quale saremo rimbalzati indietro a piantare le natiche al suolo.

Sesso e perversione

Immagine
Personalmente preferisco le scelte, i comportamenti e le cose che meglio si armonizzano con ciò che è naturale, nel senso ecologico del termine: di norma preferisco le persone che parlano a quelle che cinguettano o muggiscono, ad esempio, e così preferisco l'accoppiamento naturale tra uomo e donna, piuttosto che altro.  Lo so, gli omosessuali sono in tanti ed io credo di averli sempre difesi dalle ironie e dal disprezzo della gente, prima che venisse valutato il loro peso elettorale (del quale in verità niente mi importava ed ancor meno mi importa adesso ...).  Ora qui si tratta di distinguere ciò che può essere un  accettabile orientamento sessuale da ciò che può essere una perversione.
Sì, perchè, sapete, anche i pedofili, cavalcando l'era di liberalizzazione dei costumi, sostengono che pure il loro è un "orientamento" sessuale: che ci possono fare? Li preferiscono molto giovani e allora? Del resto un pedofilo può orientarsi in omo o etero, anche in entrambi, talvolt…