Il sentimento religioso (parte seconda)





In effetti la religione presso i popoli primitivi deve essere stata una sorta di “tuttologia” che compendiava:
-   la scienza, fornendo spiegazioni dei fenomeni naturali,
-  la filosofia, rappresentando una interpretazione del senso e degli scopi della vita,
-  l’ordinamento e la legislazione sociale, stigmatizzando una serie di norme che dovevano regolamentare la vita ed i comportamenti nel gruppo sociale di appartenenza senza troppa distinzione tra pubblico e privato, dato che il branco o la tribù risultavano per lo più confusi con la famiglia stessa.
Il sentimento religioso, dopo essere stato simbolizzato nell’immaginario, è stato anche rapidamente concretizzato ed oggettivato nelle più primitive istituzioni e gerarchie sociali dove il capo, per lo più, svolgeva anche funzioni di sacerdote, condizione questa ancora presente in alcuni paesi di religione islamica (siamo portati a conservare qualcosa del nostro passato …). Da questo punto di vista mi sembra probabile che le prime differenziazioni dei ruoli istituzionale e religioso possano essere nate in seguito alle esigenze, per così dire,  “militari” delle tribù. Possiamo immaginare frequenti lotte per la conquista di territori e quindi di risorse alimentari e certamente il più forte dei guerrieri sarà stato abbastanza giovane, mentre il più esperto di riti al contrario abbastanza anziano … e ciascuno avrà avuto bisogno della protezione e dell’avvallo dell’altro.
La istituzioni sociali primitive (e non soltanto) fondate essenzialmente su gerarchie di potere e secondariamente sulla ripartizione funzionale di compiti e ruoli tendono ad essere molto conservatrici per la tutela dei privilegi. L’alleanza tra capo religioso e capo istituzionale ha radici ancestrali. Il capo istituzionale sostanzia il proprio potere grazie ad una “investitura” divina ed in cambio il capo religioso ne riceve tutela e protezione. Ancora Napoleone col suo : “Parigi val bene una messa” si è conformato a questa dinamica così consolidata dalla tradizione.
È evidente che le istituzioni religiose sono per propria natura conservatrici ed alleate col potere vigente: questo è parte della loro storia. Ma … (continuerò)

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

La teoria dell'idiozia maschile: evidenze scientifiche

Il bambino epilettico a scuola