La candidatura di Pietro Grasso


28/12/2012

Come annunciato ieri, oggi conferenza stampa del procuratore antimafia Pietro Grasso con Pierluigi Bersani per la comunicazione ufficiale della candidatura: il senso della proposta avanzata da Bersani a Grasso il 17 dicembre scorso a Brindisi, secondo quanto dichiarato, è di iniziare una "riscossa civica" per perseguire obiettivi di moralizzazione ed equità nel mondo del lavoro.
 Il procuratore sarà capolista alle politiche e spiega che questa per lui è "una scelta di vita".
La proposta di Bersani è chiara: tenere fuori la criminalità organizzata, che per alcuni partiti ha costituito e costituisce un inesauribile serbatoio di voti, dalla vita politica del paese. 

La criminalità è composta di persone che, tra le altre attività, sono ben organizzate per l'usura: chi ha preso e/o prenderà i loro voti non potrà mai smettere di pagare il debito contratto e quel debito è già stato più volte    pagato dal paese. Auguriamoci che non debba mai più accadere!


Anche la scelta di Grasso sembra chiara: il PD è ad oggi l'unico partito che conserva una credibilità in fatto di  
rispetto delle leggi, della magistratura e della giustizia.
43 anni di esperienza in magistratura, al di sopra delle parti e dei colori politici rappresentano una competenza da spendere al servizio della nazione.

Commenti

Post più popolari