torta al cioccolato




Oggi vi propongo una torta, buona quanto basta (q.b.) per consolarvi della faticosa settimana, non so se vi farà ingrassare: dipende da quanta ne mangerete, ma io vi consiglio di mangiarne tanta!
Una cosa dolce e buona che riempie i nostri vuoti interiori (specialmente di stomaco ...) con tanto  cioccolato che già di per sé ha proprietà antidepressive e, sembra, rallenti anche l'invecchiamento delle cellule cerebrali, insomma non ci sono scuse, né diete, bisogna mangiarla.
Attenti a non bruciarla, però. Le torte al cioccolato sono delicate e non sempre è facile farle riuscire ben cotte all'interno senza bruciare la crosta.
Io l'ho preparata con l'impasto normalmente usato per le ciambelle, cioé con 350gr. di farina, 300 gr. di zucchero di canna, 200 gr. d burro, 50 ml. di latte, 4 uova, 50 gr. di cacao amaro, 80 gr. di cioccolato fondente spezzettato ed una bustina di lievito chimico per dolci (15-20 gr.)
Si mescola tutto con uno sbattitore elettrico, naturalmente il lievito va aggiunto  dopo avere già amalgamato l'impasto di farina, uova, zucchero, burro e latte e proprio alla fine si aggiungono i pezzetti di cioccolato, mescolando poi a mano delicatamente. Potete usare una teglia foderata con carta da forno oppure imburrata ed infarinata e lasciar cuocere in forno per 40-60 minuti a 180°C. La cottura dipende dal vostro forno in effetti. non ce ne sono due che cuociano allo stesso modo. Provate sempre con lo stuzzicadenti la cottura interna prima di sfornare: se lo spiedino infilato al centro della torta esce asciutto potete sfornare.
Se vi pare che la crosta possa bruciarsi copritela con carta da forno o alluminio (basta appoggiare il foglio sul dolce nel forno) in tutti i casi ricordate che una torta un pò avvampata esternamente è rimediabile (basta pazientemente e delicatamente grattarne la superficie con un coltellino) mentre una torta non ben cotta all'interno è immangiabile (da buttare proprio ...).
Se tutto è andato per il suo verso potete sfornare la torta e lasciarla raffreddare, dopodiché la sformate e decidete come gurnirla e farcirla: io stavo pensando di tagliarla in due dischi e farcirla con la nutella, ricomporla e decorarla con disegni di zucchero a velo ricavati ritagliando una mascherina di carta da appoggiare sulla torta prima di spolverizzarla con lo zucchero.
Questa è abbastanza facile da preparare e riesce sempre buona: grazie al cioccolato!

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Il bambino epilettico a scuola

Il cielo stellato (poesia)