Tutti al Quirinale



Pare che oggi ci sia un pò di traffico al palazzo: Alfano, Gasparri e Cicchitto ci sono già stati, Bersani e Casini devono essere ricevuti. Tutti a straparlare della crisi di governo e delle elezioni.
Con tutto il polverone che si sta sollevando si riesce soltanto a far peggiorare i mercati e far salire lo spread, ma in realtà la legislatura è prossima alla sua conclusione naturale e non è escluso che comunque ci arrivi.
La riforma della legge elettorale non si riuscirà a farla, qualcos'altro si è fatto, ma il PDL avrebbe voluto approvate altre misure, specialmente quelle, come dire? Contro? No sarebbe una interpretazione personale ... allora con valenza intimidatoria? No, altra interpretazione personale. Bisogna stare ai fatti: quei provvedimenti che riguardano la responsabilità civile dei magistrati ed impediscono di fatto le intercettazioni nel corso delle indagini ... come connotarli? Insomma quelli, il PDL ci teneva ed il governo, invece ha pensato al decreto per lo sviluppo ed a quello per le liste pulite ...
Ecco: i pidiellini si sentono traditi e rompono. Non voteranno più, si astengono, ma non tutti: una decina di loro ha votato, malgrado le indicazioni del partito, sui costi della politica.
Che dice Bersani? Lui vorrebbe portare il governo a fine legislatura e gli garantisce lealtà, ma dice di non temere  il confronto elettorale.
Napolitano dovrebbe conciliarli? Mah!

Commenti

Post popolari in questo blog

Torre Del Greco, il parcheggio al porto: la protesta viaggia sui social

Torre Del Greco, criticità rifiuti: la risposta dell'Amministrazione

Torre Del Greco: dove si svolgerà la manifestazione commemorativa del 4 Novembre

L'Italia non è un paese per giovani: lavorano solo i vecchi

L'egemonia del Lombardo-Veneto: domani il referendum