La spesa per i servizi: tagliata del 75% a fronte di una pressione fiscale giunta al 55% del reddito




La denuncia viene dal sindacato CGIL: i fondi pubblici stanziati per i servizi di utilità sociale e di supporto alle fasce deboli, si sono ridotti negli ultimi 5 anni del 75%. 


Ripassiamo i numeri: il   fondo per i non autosufficienti (400 milioni di euro) è stato eliminato, la spesa complessiva è passata da 923,3 a 69,95 milioni. I "tagli" riguardano le politiche per la famiglia e quelle giovanili, oltre che le spese per i servizi sociali degli enti locali, specialmente nel meridione ...
Non che ne abbiano mai avuti molti di fondi i servizi sociali nell'Italia del sud ...

Alla fine dell'anno appena trascorso abbiamo appreso, invece, che il carico fiscale sulle famiglie è giunto al 55%  (era circa il 47% nell'anno precedente).

Allora il candido cittadino, del tutto all'oscuro delle raffinate elaborazioni politiche ed economiche, potrebbe giustamente chiedersi: dove finiranno tutte queste tasse che continuiamo a pagare ... ?
Sembra una domanda del tutto stupida lo sappiamo: c'è il debito statale, gli interessi, lo spread ... ma malgrado tutte le tv ed i giornali abbiano cercato di spiegarlo nelle forme più elementari, esistono in Italia persone di una certa ignoranza, le quali, senza capire molto delle leggi di mercato, vedono crescere nel loro animo l'insopprimibile sensazione di essere in qualche modo un pò "menati per il naso" (come si suol dire).
Questo sentimento diffuso è quello che spiega il crescere di movimenti di imprecisata matrice politica che raccolgono lo scontento e la protesta, senza tuttavia definirsi in ciò che potrà esserne lo sbocco.
Questo sentimento viene anche colto dai vari partiti in corso di campagna elettorale: adesso, infatti, tutti promettono di ridurre le tasse e di favorire i giovani, il lavoro e l'impresa. 
Cose che i soliti ignoranti si chiedono: ma se si poteva fare, perché non è   stato fatto? Il guaio è che noi povera gente non ci capiamo nulla di economia né di politichese.


Commenti

Post popolari in questo blog

Torre Del Greco, il parcheggio al porto: la protesta viaggia sui social

Torre Del Greco, criticità rifiuti: la risposta dell'Amministrazione

Torre Del Greco: dove si svolgerà la manifestazione commemorativa del 4 Novembre

L'Italia non è un paese per giovani: lavorano solo i vecchi

L'egemonia del Lombardo-Veneto: domani il referendum