Lotta per il territorio: niente telecamere a Scampia



Angelo Pisani, presidente della municipalità 8 (Piscinola, Marianella, Chiaiano, Scampia) zona nord del Comune di Napoli, tristemente nota alle cronache per le sanguinose faide tra fazioni camorristiche, ha negato l'autorizzazione di effettuare sul territorio riprese cinematografiche per mettere in scena "Gomorra".
La notizia viene trasmessa oggi dall'ANSA.

La richiesta di utilizzazione del territorio per le riprese cinematografiche è stata avanzata da una società collegata a Sky che vuole rendere il libro di Saviano  soggetto di una produzione televisiva.
Il divieto di Pisani riguarda l'occupazione del suolo pubblico con i mezzi di trasporto e gli strumenti necessari alle riprese, mentre possono essere effettuati semplici filmati del quartiere.
Pisani afferma di volere tutelare in questo modo i giovani del quartiere, che (senza la vergogna delle telecamere)  "devono essere orgogliosi di vivere in questa zona ...".
Ora il problema è che è difficile sentirsi orgogliosi in un posto dove la strada è piena di spacciatori e si arriva a sparare fin nei cortili delle scuole.
Per proteggere i ragazzi di Scampia bisognerebbe scacciare da "questa zona" la camorra, piuttosto che gli operatori cinematografici.

Commenti

Post popolari in questo blog

Torre Del Greco, il parcheggio al porto: la protesta viaggia sui social

Torre Del Greco, criticità rifiuti: la risposta dell'Amministrazione

Torre Del Greco: dove si svolgerà la manifestazione commemorativa del 4 Novembre

L'Italia non è un paese per giovani: lavorano solo i vecchi

L'egemonia del Lombardo-Veneto: domani il referendum