Pulizie nel PDL?



Una rilevante eco mediatica oggi sulle maggiori testate giornalistiche riguardo l'operazione "liste pulite" che sarebbe in corso nel PDL (cos'altro non si farebbe per occupare le prime pagine dei giornali?).
Non saranno candidati: Scajola, dell'Utri, Papa, Milanese e ... riguardo a Cosentino, ancora non si sa.
Pare che Berlusconi abbia richiesto "un atto di generosità" a queste persone, giusto perché vessato dalle solite "toghe rosse" che, manco a dirlo tiranneggiano la nazione.
Dell'Utri  ha al suo attivo una carriera al servizio di Silvio sia nelle sue imprese private che in politica, parecchi contatti con esponenti di clan mafiosi, tenuti sempre per svolgere correttamente le sue mansioni per il capo ed il 19 gennaio scorso il procuratore generale di Palermo ha richiesto per lui 7 anni di carcere (per mafia in sostanza). Dell'Utri si è ritirato dalla scena politica anche perché, l'essere parlamentare non gli eviterebbe il carcere in caso di condanna.
La "scelta" è stata sollecitata da una richiesta di Berlusconi, che certo continuerà a proteggerlo con strategie diverse.
Scajola è stato un personaggio molto discusso per la gestione dei diversi ruoli istituzionali ricoperti: era ministro dell'interno all'epoca dei fatti del G8 di Genova, fatti che suscitarono l'attenzione di Amnesty international e della corte europea per i diritti dell'uomo. "  ... fui costretto a dare ordine di sparare se avessero sfondato la zona rossa". L'assassinio di Marco Biagi, privato della scorta, risale sempre allo stesso periodo. Voli di linea utili ai viaggi del ministro da Roma ad Albenga, istituiti e scomparsi, secondo le necessità, ed infine l'appartamento acquistato a propria insaputa, non si sa bene con quale denaro.
Certo società vicine ad Anemone (che ha ottenuto appalti pubblici utilizzando mezzi corruttivi) avevano pur staccato assegni per 900.000 euro, chi li ha ricevuti ha pur sostenuto di averli utilizzati per comprare la casa romana di Scajola, ma pare che il tutto sia avvenuto all'insaputa dello stesso, che però sarà processato per finanziamento illecito.
Alfonso Papa nasce come magistrato, è stato sospettato di illeciti connessi ad una presunta associazione P4, ma poi prosciolto dalle accuse.
Marco Milanese risulta indagato per associazione a delinquere e corruzione per i suoi rapporti con Ponzellini e la legge sul gioco d'azzardo favorevole alla società Atlantis, approvata in parlamento nel 2010.

Rimane protetto Cosentino ... a cui probabilmente converrà candidarsi: fino ad ora il parlamento ha negato l'autorizzazione a procedere contro di lui ...
Ora volendo fare pulizia può darsi che vogliano tenersi proprio Cosentino perché di smaltimento di rifiuti, lui si che se ne intende!

Commenti

Post più popolari