Disposta la distruzione delle intercettazioni telefoniche che coinvolgono il presidente Napolitano


Si ricorderà la polemica che fino a poco tempo fa ha infiammato l'opinione pubblica e le pagine dei giornali in merito ad un possibile coinvolgimento del capo dello stato nella cosiddetta trattativa stato mafia.
Oggi la notizia è che il GUP di Palermo, Riccardo Ricciardi, ha disposto la distruzione delle intercettazioni telefoniche tra il capo dello stato e l'ex ministro dell'interno Nicola Mancino.
La distruzione avverrà lunedì senza che nessuno possa prendere visione o esaminare prima il materiale.
La Corte Costituzionale infatti lo scorso dicembre ha stabilito che anche la sola conservazione del materiale, pur senza utilizzarlo è da considerarsi lesiva delle prerogative del capo dello stato.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

La teoria dell'idiozia maschile: evidenze scientifiche

Il cielo stellato (poesia)