L'Italia è ferma per le elezioni: solo le morti bianche non si fermano. Due operai morti nel ferrarese




Guglielmo Bellan di 53 anni e Fabrizio Veronese di 56, entrambi di Rovigo sono stati ritrovati cadaveri sotto quattro metri di acqua a San Giovanni di Ostellato nel ferrarese, in un  canale della  chiusa della conca di Valle Lepri,  di cui curavano la manutenzione, per conto di una ditta lombarda che aveva in appalto i lavori di manutenzione dall'Aipo.
La scomparsa dei due uomini è stata segnalata nella serata di ieri dai familiari che non li hanno visti far ritorno dal lavoro: sul posto si sono quindi recati i carabinieri che hanno notato l'auto dei due parcheggiata in prossimità della chiusa ed hanno pertanto ipotizzato un incidente.
I sommozzatori dei vigili del fuoco di Bologna, alle 10,45 di questa mattina, hanno recuperato i due cadaveri alla fine di un cunicolo di circa 15 metri.
I due lavoravano da soli, ma l'incidente è stato ripreso da telecamere a circuito chiuso.
Secondo la ricostruzione dei carabinieri della compagnia di Portomaggiore, i due operai stavano lavorando in una parte di canale, preventivamente prosciugata per consentirne la manutenzione: ad un certo punto però una paratia ha ceduto ed i due sono stati travolti dall'acqua.

Oggi è il 23 febbraio: dall'inizio di quest'anno sono state documentate, secondo l'osservatorio indipendente di Bologna, 53 infortuni mortali sul lavoro.
Nel 2012 ci sono state 625 morti sui luoghi di lavoro per infortuni lavorativi. 
A queste cifre andrebbero aggiunti il numero di morti in incidenti della strada mentre si recavano o rientravano dai luoghi di lavoro: le stime giungono così a 110 nel 2013 ed a 1180 nel 2012.

Commenti

Post più popolari