Disagio sociale: 4 milioni di persone "assolutamente povere" nel 2013




22/03/2013

 L'ennesimo allarme viene lanciato oggi all'apertura del forum annuale della Confcommercio a Cernobbio (prov. di Como) da Carlo Sangalli: la crisi economica, iniziata nel 2007 ha prodotto un aumento del numero di persone in condizioni di reale povertà pari a 615 unità in più al giorno nella media degli ultimi  cinque anni.
Il dato di povertà prevista per l'anno in corso è superiore alle stime ISTAT e si ritiene che raggiungerà il numero di 4 milioni e duecentomila, giungendo a colpire il 6% della popolazione.
Per il 2013 il PIL continuerà a scendere di un -1,7% (una stima peggiore di quanto prospettato pochi mesi fa: -0,9%) la domanda interna, ovvero  i consumi, sono diminuiti di oltre 140 miliardi ed il calo continuerà quest'anno con una ulteriore flessione prevista del -2,4%.

In conseguenza di questa situazione peggiorerà la crisi delle imprese, per cui  ne verranno probabilmente  perse altre 90.000 durante quest'anno.
Sotto il profilo economico l'instabilità politica del paese costituisce non solo un rischio, ma un danno reale e da questo punto di vista l'eventualità  di un ritorno al voto avrebbe conseguenze gravi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

La teoria dell'idiozia maschile: evidenze scientifiche

Il cielo stellato (poesia)