Domenica con pausa poetica



Possiamo dedicarci all'arte ed alla cultura quando la nostra mente è libera da necessità urgenti e bisogni  pressanti: è sempre stato così nella storia di tutte le civiltà, ma in alcuni casi, invece, proprio un'esperienza inedita, anche dolorosa e traumatizzante, nel momento in cui scompagina gli schemi rigidi e routinari della nostra vita, può costituire una potente fonte di ispirazione.
Dedico le mie parole a chi ama, aspetta, si sorprende, crede, soffre e spera, a tutti coloro che riescono ancora oggi a vivere questa ricchezza di emozioni nella propria interiorità.
A tutti: buona domenica!

Fuga

Questa notte
non pioverà ancora
sotto gli oleandri della radura
sulla spiaggia.

Aspetterò ancora
l'anima del bambino
che ride.

Resteranno in silenzio
le onde sul mare
 ed il vento tra le foglie.
                       Ed io aspetterò.
Poi l'esplosione di urla
 di gente e di pioggia
 dilaterà l'aria
   ed io correrò con gli altri.

Abbandonerò
  l'anima della notte
   correrò
                      dimenticherò.                                                                                                                                                       
                                                                                                                                                                                                                                                                                                



Commenti

Post più popolari