Toto presidente, i nodi vengono al pettine: si chiude il capitolo Marini

18/04/2013

Marini non è piaciuto né alla base elettorale della sinistra, né a SEL e nemmeno a Renzi: niente da fare!
Tutti i quotidiani danno in tempo reale notizia delle "fumate nere" per il Quirinale.
Bersani decide di prendere tempo, mentre la gente manifesta davanti a Montecitorio con gli striscioni, chi impreca, chi sbraita, chi strappa la tessera del partito: un quadro apocalittico.
Di fatto le prime due votazioni sono andate a vuoto ed il segretario del PD pensa di cambiare rotta: chiede di far slittare di alcune ore  la votazione di domani pomeriggio, arriverà a Roma anche Renzi intanto e tutto torna a rimescolarsi.
Il M5S è deciso: continueranno a votare Rodotà fino alla 4° votazione, dove comunque uscirà un nome perché basterà la maggioranza assoluta ...
A nessuno è piaciuto che Berlusconi potesse scegliere il presidente della Repubblica, quanto meno la rivolta della base è legata a questo aspetto.
Ora tutto può ancora accadere.

Commenti

Post più popolari