Una coltellata al cuore: ucciso quindicenne ad Aversa

                                                                                                            08/04/2013

Agostino Di Caterino, 15  anni, un ragazzino iscritto in 1° liceo scientifico è morto nell'ospedale di Aversa, in provincia di Caserta, un paio d'ore dopo il ricovero d'urgenza: è stato colpito al cuore, accoltellato da un altro minorenne sabato notte ad Aversa, nel corso di una banale lite tra ragazzini forse per una questione di ragazze.
Quattro amici della vittima sono rimasti feriti: l'aggressore, Emanuele, è un ragazzo di 17 anni che è stato arrestato e che, secondo le prime deposizioni ha assalito e colpito con un coltello il gruppetto di amici, tra cui Agostino, poco dopo la mezzanotte vicino ad un locale "Le Bistrot" di piazza Bernini ad Aversa.
Tutti i cinque amici sono stati feriti, ma solo Agostino mortalmente.

Il ragazzo ucciso,  i suoi amici ed il loro aggressore, tutti minorenni sono nati e vivono in un contesto contaminato dalla realtà e dalla mentalità camorristica: Agostino risulta essere il nipote di Gaetano Iorio, appartenente al clan Schiavone, tra i feriti vi sono il nipote del boss Michele Zagaria ed il nipote di Salvatore Nobis (altro esponente della fazione Zagaria).
Il padre dell'aggressore è anch'egli un pregiudicato, ma di assai minore rilievo, con piccoli precedenti per reati contro il patrimonio.

Un retroterra "culturale" improntato alla violenza ed alla prevaricazione, costellazioni familiari che vivono di camorra ed  illegalità rappresentano condizioni di grave rischio per tutti i ragazzi ed i giovani in alcuni territori.
Un ragazzino di 15 anni morto ed un diciassettenne che diventa un assassino sono appena la punta dell'iceberg.

Commenti

Post più popolari