Femminicidio: bruciata viva a 16 anni.

26/05/2013

Una storia dai contorni cupi e raccapriccianti: ha confessato  il fidanzatino, anch'egli  minorenne (17 anni) di Fabiana Luzzi, 16 anni da compiersi il 13 giugno prossimo, scomparsa venerdì scorso da Corigliano Calabro in provincia di Cosenza.
La ragazza non aveva fatto ritorno da scuola: il corpo bruciato è stato trovato ieri dai carabinieri in un terreno della zona.
Il fidanzato ha finito per confessare: ha prima accoltellato e poi cosparsa di benzina e  bruciata la ragazza, lui stesso ha dato quindi le indicazioni che hanno consentito il rinvenimento del cadavere.

Particolare atroce: era ancora viva quando le ha dato fuoco.
Il ragazzo venerdì aveva dovuto farsi medicare in ospedale per ustioni al volto, raccontando di un incidente: la sua versione dei fatti non aveva tuttavia convinto i sanitari, né la polizia, così il giovane è stato interrogato fino alla confessione. Il movente dichiarato: la "gelosia".
Al momento si valuta anche l'ipotesi di premeditazione: il ragazzo era andato a prendere Fabiana a scuola e l'aveva condotta in campagna in un casolare per avere con lei un "chiarimento".
Il loro rapporto era tormentato e conflittuale a causa della gelosia, ma secondo le dichiarazioni del giovane la discussione sarebbe degenerata ...


  OkNotizie

Commenti

Post più popolari