Il letamaio volante

                                                                                                                        30/05/2013

Ci risiamo: sale la tensione alle stelle,  alle 5 stelle per l'esattezza  e (chissà poi in base a quale logica) tornano in auge gli escrementi, le feci ovvero il letame o anche la cacca, per dirla col simpatico e tenero linguaggio infantile. 
Certo, perché c'è da chiedersi cosa c'entrino mai le stelle, ma sarà perché gli opposti sempre si toccano: una cosa in comune ce l'hanno, stanno alle estremità! E poi dice che si attraggano pure: polo positivo e polo negativo, è risaputo, sicché se la tensione sale alle stelle, i contenuti e la terminologia usati nel contendere scendono nelle cloache e di conseguenza ti passa tutta la poesia! Quella ispirata, ovviamente, dalla contemplazione del cielo stellato: sarà per via della puzza, anche i poeti hanno i loro limiti. 

Povera gente, pensare che fanno tanto per elevarsi nel loro nobile esilio di anime sensibili e manco nessuno li vuole lasciare in pace: così Roberta Lombardi lo ha detto chiaro e tondo oggi nella sua mail indirizzata ai compagni di partito, alla vigilia dell'assemblea dei parlamentari 5 stelle (compagni poi si fa per dire) che le è passata la poesia e per dimostrarlo, non ha esitato a definire "merda/e" i delatori che parlano con i giornali dei dibattiti interni e delle dissidenze dei vari esponenti M5S.

Diciamo che la novità è che questa volta il letame lo stanno cercando dentro e non fuori: giusto per soccorrere gli inesperti "ragazzi" impegnati nel lavoro di pulizia darò un paio di indicazioni utili. 
Quello che sta fuori si trova nella tazza del water, dentro bisogna cercare soprattutto nel sigma retto, si può sempre usare un sondino, l'intervento chirurgico sarebbe troppo invasivo. 
Non che il sondino non sia fastidioso: intendiamoci bene! 
Neanche Grillo può tacere, ma si astiene (a differenza della Lombardi) dal nominare le feci, massimo massimo arriva alla fogna dove, a suo dire, sta affogando la Rai, quanto ai dissidenti (quelli pittorescamente connotati da Lombardi come prodotti di scarto della digestione) gli consiglia il salto nel vuoto: "è meglio buttarsi da soli nel vuoto che essere spinti. C'è più controllo".
Un consiglio lui l'ha dato: bisogna rendergliene atto! 
La raccomandazione a tutti coloro che circolano nei paraggi è di uscire con l'ombrello, robusto preferibilmente, non sarà acqua quella che pioverà, a quanto pare ....   
Voi forse non ci pensate, ma provate a prendervi un fecaloma sul cranio caduto dalla toilette di un aeroplano ... poi me lo fate sapere, pare che tempo fa sia pure accaduto un fatto del genere: Dio ce ne scampi!

Commenti

Post più popolari