La storia di Hannah: la sua è la prima trachea generata da cellule staminali

                                                                                                                                                                       
                                                                                     02/05/2013
Hannah è una bimba di due anni, nata senza la trachea ed è la prima bambina nel mondo ad avere subito un intervento di impianto di una nuova trachea che è stata generata in laboratorio a partire dalle cellule staminali del suo stesso midollo osseo. Ciò vuol dire che non saranno necessari farmaci antirigetto, vale a dire gli immunosoppressori che di solito condizionano  la qualità della vita dei trapiantati.
L'intervento è stato effettuato in un ospedale pediatrico dell'Illinois (USA) il 9 aprile scorso, grazie ad un gruppo internazionale di medici e chirurghi. Le cellule staminali, una volta prelevate, sono state coltivate in provetta e la nuova trachea è stata generata nel giro di una settimana: una speranza per i neonati venuti al mondo con problemi di agenesie d'organo. I genitori, padre canadese e madre coreana, sono, naturalmente entusiasti.
Al momento la bambina è ancora ricoverata e seguita da specialisti per la riabilitazione ed il monitoraggio del decorso post operatorio.

OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Cercami (poesia)

La ricetta della domenica: il ritorno. Pasta alla puttanesca.