Geografia del sesso: pubblicato in Francia l'Atlante mondiale della sessualità.

15/06/2013


Circa una decina di  giorni fa è stato pubblicato in Francia “Atlas mondial des sexualités : Libertés, plaisirs et interdits”, uno studio statistico condotto con metodologie scientifiche che rileva le abitudini sessuali in tutto il mondo. Il lavoro  è stato curato da Nadine Cattan, Stephane Leroy e Cecile Marin ed edito in Francia da Autrement.
Subito rinominato in Italia "Atlante mondiale della sessualità" ha già fatto parlare e commentare parecchio. Gli italiani, contrariamente alla loro grande fama di "latin lover" in realtà si piazzano mediocremente nella classifica che riguarda la frequenza dei rapporti sessuali: i greci sono in testa con una media di 11,5 rapporti mensili, seguono i serbi con 11,2 poi i francesi ed i cechi con 10 rapporti mensili,  mentre gli italiani si attestano ad 8,8 mensili (circa 2 volte a settimana, in effetti) in coda infine gli svedesi con una media di  7,7 prestazioni sessuali nel corso di un mese.
La maggiore tendenza alla "trasgressività" si registra in Francia, dove il 4% delle persone ha sperimentato almeno una volta nella vita, una relazione omosessuale ed in Norvegia, dove una persona su quattro ha vissuto un "menage a trois".

Sembra un'idea simpatica e divertente, ma, certo, bisognerebbe prevedere l'aggiornamento periodico della statistica e (perché no?) la correlazione dei dati con alcune caratteristiche culturali, religiose ed economiche delle diverse nazionalità e gruppi etnici ...




Commenti

Post più popolari