La siepe fiorita

 07/06/2013

Esistono cose che stupiscono, incutendo timore e soggiogando il pensiero nello smarrimento d'uno spazio e d'un tempo non contenibili nei confini di un animo semplice e poi ci sono cose che stupiscono con la gioia della tenerezza e della scoperta di un piccolo tesoro nascosto: una siepe incolta a ridosso di un muro abbandonato in un posticino recondito d'un vecchio giardino, colonizzato dalle tinte dei fiori penduli che proteggono gli angoli d'ombra,
una conca di vita brulicante e senza fondo col suo piccolo miracolo di ali e di pollini volanti come polvere di fata, con le sue corde come lacci dei prigionieri, con la sua macchia verde intricata ed impenetrabile, difesa da spine, da creature striscianti e punte velenose. Alice vive oltre la siepe, forse, in un sogno di infanzia.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

L’ombra di Peter Pan

Il cielo stellato (poesia)