Grillo e il Presidente

10/07/2013



Beppe Grillo è stato ricevuto questa mattina dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.
Il leader dei 5 stelle era accompagnato dai  suoi capigruppo parlamentari di Camera e Senato e da Casaleggio. Nessuna diretta streaming per l'incontro, ma Grillo ha tenuto subito dopo una conferenza stampa nel corso della quale ha esposto i contenuti del suo colloquio con Napolitano: "l'ho ringraziato" dice, benché appaia rammaricato dell'essere stato ricevuto in una sala dove non c'era il segnale telefonico, "senza wi fi" (e possiamo immaginare che sia stata dura ...).
Ha chiesto al presidente di sciogliere le Camere ed andare a nuove elezioni: la situazione economica italiana è disastrosa, la gente è esasperata, mentre  il governo è attendista e non risolutivo: queste sono le valutazioni che Grillo dichiara di avere espresso durante le quasi due ore di colloquio con il presidente.
Convinto che la gente sia sul punto di scendere in piazza con i fucili e convinto di conoscere a fondo la realtà sociale italiana (perché ha girato l'Italia in camper ed ha parlato con la gente) non risparmia dure critiche anche  alla stampa, considerata complice del potere.
Grillo ritiene che debbano essere adottate misure in materia economica immediate ed urgenti, perché la situazione attuale è quella di una economia da guerra, ma che questo governo non sia all'altezza della situazione per cui sarebbe necessario, nella sua valutazione, l'intervento presidenziale di scioglimento delle camere. Se il parlamento continuerà ad essere così inconcludente "noi usciremo" (metaforicamente parlando, poi precisa) per esistere soprattutto come movimento fra la gente.


OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Il bambino epilettico a scuola

La teoria dell'idiozia maschile: evidenze scientifiche