L'anatema del leghista

09/07/2013


Esiste al mondo (lo credereste?) un personaggio di cui fino a qualche ora fa personalmente ignoravo l'esistenza in vita: uno di quelli che non si sono mai distinti per nulla in particolare, ma che è riuscito a fare una mediocre carriera politica  nella Lega Nord, assurto agli onori del Senato della Repubblica tra il 1992 ed il 1996, è poi stato eletto nell'inesistente senato della padania, anch'essa notoriamente inesistente, ma tant'è, se il delirio è collettivo si può immaginare di imporlo  per realtà. 
Certo fa specie che un personaggio del genere sia stato senatore (povera Italia!). 

Già denunciato in passato per calunnia e diffamazione, l'ha fatta franca, grazie alla immunità parlamentare.

Il personaggio, di nome Erminio Boso, pubblicamente si è augurato che il barcone degli immigrati affondi, giusto per far dispetto al papa. 

Voi perdonerete la mia scarsa competenza in materia giuridica, ma non avete anche voi l'impressione che la cosa possa configurare un reato di istigazione all'odio razziale? Pare che sia un reato nella legge italiana. 
Ok, d'accordo consultiamo il codice di procedura: vediamo che dice!
Allora Legge 25 giugno 1993 n. 205, ovvero legge Mancino:

L'art. 1 "Discriminazione, odio o violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi" dispone quanto segue: "Salvo che il fatto costituisca più grave reato, [...] è punito: 
-  con la reclusione fino a un anno e sei mesi o con la multa fino a 6.000 euro chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, ovvero istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi; 
-  con la reclusione da sei mesi a quattro anni chi, in qualsiasi modo, incita a commettere o commette violenza o atti di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi.

Questa è la legge e queste sono le parole del nostro eroe leghista:

"Sono contento se affonda un barcone. Sì. Perché pagano le persone che giocano sulla pelle della gente".

Se non è istigazione all'odio questa!! 

 Pare che non abbia più neanche l'immunità: il parlamento della padania in quanto inesistente non offre questi privilegi, dunque si potrebbe procedere!

 Si sente dire che questo signore sia stato soprannominato Obelix per la stazza fisica: vista la consistenza dei barconi, quindi  se desidera affondarne uno non ha che da salirci a bordo, salvo che i passeggeri, vedendosi in cattive acque, non decidano di buttare a mare la zavorra! Nel qual caso salverebbero la barca: voi cosa fareste?
Eh, tagliare la cima cui sta aggrappato un uomo per salvare la barca in una tempesta è certo un compito ingrato, ma chi non lo farebbe? 
Una vita contro cento ...

Commenti

  1. Non sembrerebbe che "Obelix" abbia in qualche modo incitato qualcuno ad affondare i barconi, lui ha solamente espresso una "considerazione" personale, cioè, se affondasse, lui ne sarebbe felice. Anche tu hai espresso un concetto personale, ma ... mica butteresti a mare la "zavorra"?? Dimmi che non lo faresti ... io sì, lo posso fare, e lo farei!! :-)

    RispondiElimina
  2. :-) no, mi hai capita bene, non sarei capace di questo in realtà, ma la leggerezza con cui questa persona si augura di vedere annegare delle persone ... ma fa rabbia: a volte mi arrabbio anch'io, mi succede ...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari