La piaga delle spose bambine

25/07/2013


Oggi gira in rete un video caricato su you tube di una bimba yemenita undicenne, Nada Al Ahdal, scappata di casa per sottrarsi ad un matrimonio combinato con un uomo molto più anziano.
Potrebbe essere una delle tante storie vere, ma sicuramente il volto, le parole, quella voce squillante ed infantile  diffusi col video rappresentano una denuncia vibrante ed accorata capace di toccare la sensibilità di qualsiasi persona che conservi la capacità di emozionarsi e commuoversi!
Il dramma delle spose bambine esiste ed è noto da tempo: secondo le stime dell'Unicef a livello globale (Cina esclusa) circa  70 milioni di donne tra i 20 ed i 24 anni si sono sposate minorenni e di queste 23 milioni si sono sposate prima dei 15 anni.
Estendendo il calcolo alle donne tra i 20 ed i 49 anni parliamo di 400 milioni di donne sposatesi minorenni!
L'India è il paese col maggiore numero di ragazze che contraggono matrimonio in minore età.
Nel 2006 è stato approvato il child marriage Prohibition act  inteso ad arginare il fenomeno affrontandone cause e conseguenze.
Secondo le Nazioni Unite nei paesi in via di sviluppo una ragazza su nove è già sposata prima di compiere i 15 anni. In genere le bambine vengono obbligate dalla famiglia a contrarre matrimonio contro la loro volontà e restano isolate: non frequentano la scuola, né i coetanei.
Persiste in questa pratica la violazione dei più elementari diritti umani.
Quando sopravvivono alla violenza psicologica e fisica, comunque le bambine di età compresa tra i 10 ed i 14 anni hanno probabilità di morire durante la gravidanza ed il parto di ben cinque volte maggiori rispetto alle ragazze tra i 20 ed i 24 anni.

Ecco il video di Nada Al Ahdal:




Commenti

  1. Questa bambina ha gli occhi, la voce e il viso di bambina ma un'intelligenza di un'adulto! Incredibile!

    RispondiElimina
  2. Questa bambina, ammesso che racconti realmente la sua storia, è stata supportata e guidata dagli adulti per portare avanti non solo una personale denuncia, ma una campagna di sensibilizzazione verso il problema .... è encomiabile! Ed è bellissima! :-) Vi sono organizzazioni di volontari che da molti anni si occupano di questa piaga ... come di quella delle mutilazioni genitali, per tacere del resto!

    RispondiElimina

Posta un commento

Allora? Che ne pensi?

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Mercato immobiliare: cresce il volume di compravendite

Dalla parte dei bambini

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Qualcosa di dolce per la buona domenica: torta di crema