Scioperano i medici dipendenti del SSN

22/07/2013


Oggi hanno incrociato le braccia per le prime quattro ore di ciascun turno di lavoro, i medici dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale: l'adesione alla protesta è stata del 70% ed ha di fatto bloccato interventi ed erogazione di servizi vari negli ospedali e nelle strutture territoriali. 
Si calcola che possano saltare 30.000 interventi e circa un mezzo milione di prestazioni ambulatoriali. 
Resta assicurata l'emergenza.

Lo sciopero è stato organizzato da un coordinamento sindacale che raccoglie la maggior parte delle diverse organizzazioni di categoria, per protestare contro il mancato rinnovo dei contratti e la logica dei tagli lineari che hanno interessato la sanità, come ogni altro servizio pubblico.

Gli obiettivi sono quelli di rafforzare e consolidare le strutture sanitarie pubbliche, garantire l'occupazione ai giovani ed ai precari della sanità, riformare le normative sulla responsabilità professionale, oltre che ottenere gli aggiornamenti contrattuali che risultano bloccati.
Alla protesta hanno  aderito anche i medici veterinari, per cui saranno ferme le macellazioni e mancheranno i controlli nei mercati alimentari.




  OkNotizie

Commenti

Post più popolari