Confermata in Cassazione la condanna per Berlusconi

01/08/2013


Oggi La Cassazione ha confermato la condanna di Berlusconi per frode fiscale nel processo Mediaset per quanto riguarda la reclusione di quattro anni, rimane invece in sospeso la pena accessoria, cioé la interdizione dai pubblici uffici rinviata allaCorte d'Appello di Milano.

Insomma Berlusconi è riconosciuto colpevole in 3° grado di giudizio, in Cassazione, ma resta il problema della interdizione: Berlusconi potrebbe ricandidarsi in quanto la pena accessoria è stata annullata, per cui viene ancora rinviata ad un ulteriore giudizio.


Nessun commento è necessario: non resta che verificare le reazioni dei partiti e delle aree politiche.
Al momento si è espresso Grillo nel suo blog:

"Berlusconi è morto. Viva Berlusconi! La sua condanna è come la caduta del Muro di Berlino nel 1989. Il Muro divise la Germania per 28 anni. L'evasore conclamato, l'amico dei mafiosi, il piduista tessera 1816 ha inquinato, corrotto,paralizzato la politica italiana per 21 anni ..."

Vendola ritiene che a questo punto non sia possibile proseguire col governo di grandi intese con Berlusconi.

Il segretario del PD, Epifani, non parla di conseguenze sul governo.

Napolitano sottolinea: "la strada maestra è il rispetto della magistratura".

Evidentemente l'impianto probatorio era inoppugnabile: Berlusconi può scegliere fra l'affido ai servizi sociali oppure gli arresti domiciliari.


OkNotizie

Commenti

Post più popolari