Scarcerata Amina Tyler

02/08/2013


È stata scarcerata ieri Amina Tyler, la giovane attivista tunisina, detenuta dal 19 maggio scorso per avere scritto FEMEN sul muro di un cimitero. È rimasta in prigione per tre mesi ed è anche stata accusata di diffamazione per avere difeso una detenuta incinta, picchiata da una guardia: da quest'ultima accusa è stata assolta per insussistenza del fatto, ma dovrà comunque affrontare un processo per la scritta sul muro ed il possesso  di uno spray urticante ...
Ha regalato i propri effetti personali come ricordo ad altre detenute ed è uscita senza nulla se non la riacquistata, anche se non ancora completa, libertà.

Amina è divenuta un simbolo di ribellione e riscatto per le donne del suo paese, ma questo probabilmente la rende anche facile bersaglio dell'integralismo religioso di matrice islamica.
I gruppi Femen, nati in Ucraina come forma di protesta contro il turismo sessuale, ma poi diffusisi in tutti i paesi, hanno l'abitudine di protestare a seno scoperto: una forma di provocazione decisamente malvista (e non solo dai mussulmani).


Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Dalla parte dei bambini

Mercato immobiliare: cresce il volume di compravendite

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Qualcosa di dolce per la buona domenica: torta di crema