Scarcerata Amina Tyler

02/08/2013


È stata scarcerata ieri Amina Tyler, la giovane attivista tunisina, detenuta dal 19 maggio scorso per avere scritto FEMEN sul muro di un cimitero. È rimasta in prigione per tre mesi ed è anche stata accusata di diffamazione per avere difeso una detenuta incinta, picchiata da una guardia: da quest'ultima accusa è stata assolta per insussistenza del fatto, ma dovrà comunque affrontare un processo per la scritta sul muro ed il possesso  di uno spray urticante ...
Ha regalato i propri effetti personali come ricordo ad altre detenute ed è uscita senza nulla se non la riacquistata, anche se non ancora completa, libertà.

Amina è divenuta un simbolo di ribellione e riscatto per le donne del suo paese, ma questo probabilmente la rende anche facile bersaglio dell'integralismo religioso di matrice islamica.
I gruppi Femen, nati in Ucraina come forma di protesta contro il turismo sessuale, ma poi diffusisi in tutti i paesi, hanno l'abitudine di protestare a seno scoperto: una forma di provocazione decisamente malvista (e non solo dai mussulmani).


Commenti

Post più popolari