La pioggia (poesia)

06/10/2013

L'estate è finita quasi improvvisamente, come è cominciata: il cielo coperto e l'umidità un pò immalinconiscono, ma soprattutto ci portano a ripiegarci su noi stessi, quel tanto che basta per raccogliere il calore rimanente.
 La pioggia ha il suo fascino ed a volte la sua allegria, ma questo dipende dal cielo, se limpido o coperto:
oggi è grigio con poca luce, oggi la sua pioggia è pianto ....


La pioggia

Un nuovo torpore 
lento e suadente
si raccoglie
e poi piano 
si espande
dalle ginocchia stanche
alle mani febbrili,
fino agli occhi impastati
e fuggendo
mi sfiora la fronte.

Un formicolio
indolenzito,
un brivido 
lungo un sussurro
mi corre alla schiena.

Cadono gocce dal cielo,
schizzano spruzzi dal mare,
nubi basse incombenti
minacciano l'aria
con triste grigiore.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                            

Commenti

  1. tenera come la prima pioggia autunnale..buona giornata

    RispondiElimina
  2. Grazie Maria Antonietta! Qui oggi è tornato il sole: Penelope ci ha traditi (menomale!) buona giornata anche a te :)

    RispondiElimina
  3. Fantastica!
    Di una delicatezza ma soprattutto leggerezza indescrivibile.
    Complimenti Clara!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

20 giugno: la giornata mondiale del rifugiato

Come difendersi dalla psicopolizia

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

L’ombra di Peter Pan