1° dicembre: giornata mondiale AIDS 2013

27/11/2013

In occasione della giornata mondiale per l'AIDS che ricorrerà il prossimo 1° dicembre, l'OMS apre una nuova campagna di sensibilizzazione mirata a migliorare il tempestivo riconoscimento della malattia e la sua corretta presa in carico da parte delle strutture sanitarie e sociali.
Per il 2013 l'attenzione è rivolta specificamente ai bambini ed ai giovani: infatti mentre nell'ambito della totalità della popolazione tra il 2005 ed il 2012  si è registrato un calo della mortalità per AIDS pari al 30%, al contrario per la fascia d'età 10 - 19 anni, la mortalità dovuta all'infezione è andata in senso decisamente opposto, crescendo addirittura del 50%. 
Si calcola che esistano circa 2 milioni di adolescenti affetti da HIV, che per varie ragioni sono a rischio di non ricevere cure adeguate.


Le raccomandazioni dell'OMS dirette proprio alla fascia adolescenziale sono state pubblicate in anticipo sul sito, il 25 novembre. Si riconosce la necessità che i bambini e gli adolescenti fruiscano di strutture specifiche e concepite in modo da corrispondere precisamente alle particolari esigenze ed alla sensibilità propria di questa fascia d'età: in effetti è meno probabile che le persone molto giovani si sottopongano ai test diagnostici ed inoltre essi hanno bisogno di un maggiore controllo per il rispetto delle terapie da assumere verso le quali tendono ad essere meno attenti ...
Rilevanti anche i problemi psicologici connessi alla necessità di prevenzione del contagio, cosa che richiede l'informazione di amici, parenti e soprattutto del partner.
Moltissimi, infine sono i giovani che non sanno neanche di essere sieropositivi: in particolare nell'Africa sub sahariana si calcola che soltanto il 10% dei ragazzi ed il 15% delle ragazze tra gli individui affetti, sappiano di esserlo!

I giovani hanno quindi bisogno di una informazione mirata e capillare che li aiuti effettivamente ad acquisire consapevolezza del proprio status ed a gestire con maggiore padronanza i propri bisogni di assistenza.
Allo scopo è stata diffusa una pubblicazione OMS contenente le linee guida per la gestione dell'Hiv in questa fascia d'età.


OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

La teoria dell'idiozia maschile: evidenze scientifiche

Il bambino epilettico a scuola