Allarme ISS: la resistenza agli antibiotici è in continuo aumento

19/11/2013

L'allarme viene lanciato dall'Istituto Superiore di Sanità che il 15 Novembre ha pubblicato sul sito i dati europei forniti dalla sorveglianza EARS-Net: risulta che negli ultimi 4 anni è considerevolmente aumentata la resistenza agli antibiotici riferita nello specifico a due specie batteriche tenute sotto osservazione. 
Si tratta della Escherichia Coli e della Klebsiella pneumoniae.
Già da alcuni anni si è deciso di promuovere sulla tematica una campagna di sensibilizzazione ed educazione sanitaria ed allo scopo è stata anche istituita una giornata europea dedicata all'approfondimento della tematica, la cui ricorrenza annuale è fissata al 18 Novembre.

Dai dati che vengono trasmessi risulta che la resistenza agli antibiotici tende ad aumentare maggiormente in alcune zone del sud ed est dell'Europa, tra cui è inclusa l'Italia: l'Italia si trova anzi  nel gruppo di nazioni dove si registra la maggiore resistenza agli antibiotici per i ceppi batterici presi in esame.
Purtroppo il fenomeno dell'antibiotico resistenza comporta la difficoltà di curare efficacemente molte infezioni, con ricadute negative tanto sulla salute dei cittadini che sui costi della sanità.
Il Centro Europeo per la prevenzione ed il controllo delle malattie (ECDC) ha prodotto un video pubblicitario dove l'uso inappropriato del farmaco viene paragonato ad uno spreco di energia: una lampadina sempre accesa, che finisce per aver consumato tutta la sua batteria quando fa buio e servirebbe realmente ...
L'ISS fornisce le 5 regole d'oro per l'utilizzo degli antibiotici:

- limitare l'uso alla prescrizione medica
- non usarli eccessivamente, né  sostituirli spesso
- non usarli in caso di raffreddore od influenza
- essere consapevoli che gli antibiotici sono efficaci solo contro i batteri
- sapere che gli antibiotici non servono contro i virus


Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

Il bambino epilettico a scuola