Silenzi, ritmi e suoni della notte (poesia)

17/11/2013

Al calare del sole alcune creature si rifugiano nell'incoscienza del sonno, nascoste in un luogo familiare al sicuro dai predatori e dalle insidie del buio, altri invece si muovono in silenzio, scivolando  protetti dallo spesso velo delle ombre.
Di notte prendono vita gli invisibili, sopiti alla luce del sole, balenando da un angolo all'altro come l'impronta  indistinta delle immagini sfocate dal tempo.
Tutto si consuma nell'ombra, la pace  regna sovrana: una coltre distesa su pensieri dispersi, sospiri soffocati, battiti d'ali, ombre che trafiggono, predano, montano carri, sussurrano ai fantasmi, mentre scorre il mormorio d'acque sul sommesso agonizzare delle creature sorprese nel sonno.
Infida, affascinante ed indecifrabile come sono le cose sommerse, la notte trascorre ...


Voci nella notte

L’aria leggera, impalpabile.
Aromi del mare,
esplorando la notte,
adornata di catenelle di luci,
 lingua di terra
protesa nel buio.
 Ed è quasi silenzio mio amore,
 solo adesso puoi udire il sussurro.
Una voce indistinta racconta.
Ascoltando non cogli parole,
ora tace un istante,
ora torna,
ora segue il risucchio dell’onda. 

                                                       

Commenti

  1. ...le veglie mi abbattono, ma mi permettono di rubare di più alla vita...e le tue raccontano...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

20 giugno: la giornata mondiale del rifugiato

Come difendersi dalla psicopolizia

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

L’ombra di Peter Pan