Il musicante (poesia)

(foto di Vincenzo Ascione)
15/12/2013

Quando le immagini contengono specchi che riflettono  raggi di sguardi, le forme ed i colori si snodano in un flusso ritmato che si riproduce digradando ed increspando le tinte o riprendendo un dettaglio e sfumando i contorni fino a penetrare la mente attraverso la pelle, come l'odore dell'erba bagnata ed i profumi sospesi nell'aria dei boschi.
E quando gli occhi posano sugli specchi d'acqua cullati nell'ipnosi del ritmico andare delle onde, si schiude avvolgente la melodia che accarezza, singhiozza, trafigge, ma non sa ingannare.


il musicante

Specchi luminosi:
segreti dei tuoi occhi.
Orgoglio
e rabbia di sogni
versati
in disarmonia di note.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

L’ombra di Peter Pan

Il cielo stellato (poesia)