Quel che resta del Natale che verrà

13/12/2013

Cos'è il Natale? Uno potrebbe raccontare la storia della sua vita attraverso i propri vissuti della festività natalizia così come si sono avvicendati col passare degli anni.
Sappiamo certo che nasce come ricorrenza religiosa: l'anniversario della nascita del Messia, il Dio incarnato, ma in realtà, a parte la suggestiva cerimonia della messa di mezzanotte (per chi la segue) tutti la vivono soprattutto come la tradizionale celebrazione della festa della famiglia, come si dice: "Natale con i tuoi".

Una volta da bambini era la vacanza scolastica, il giorno del cenone con i nonni egli zii, la notte dei regali ... più o meno per chi poteva ...
Poi da ragazzi era la passeggiata a San Gregorio Armeno nella folla festosa con gli amici e l'incanto della visita ai presepi, compresi quelli in grandezza naturale, quelli viventi, quelli artistici della scuola degli incisori ...


Poi è diventata la corsa alla spesa ed ai regali, i giorni della preparazione dei dolci, l'albero, gli addobbi, le luci ...
Poi è diventato quel Natale che ti cade addosso devi trovare i regali, devi provvedere alla spesa, devi mettere  quell'albero che sporca tanto in casa, devi scambiare inviti ed ancora spendere tanti soldi, cucinare, sparecchiare ...
La religione, la festa, la famiglia, il consumismo ...
Ma poi perché rompere quella poesia che vive nella suggestione e nella gioia stupita  di un bambino?
Coraggio amici è quasi Natale: fate il presepe e ...  tanti auguri a tutti!


Commenti

  1. Ogni anno aspetto il Natale come una bambina, e ogni anno finisco a maledirlo per i soldi spesi, le corse, i regali, il nervosismo, le scelte.... fa parte del gioco! Il Natale è parte della vita, le rotture con i parenti, i pranzi, le canzoni, gli spettacolini, i film a tema... che Mondo sarebbe senza il Natale?? :)

    RispondiElimina
  2. :) giusto ... è così e ci accompagna sempre anche con mille ricordi ....

    RispondiElimina
  3. è proprio vero, il Natale passa come un treno e ci si perde tutta la magia. Meglio fermarsi un momento, rallentare e guardare alle cose che contano davvero.. bel post, sono tua nuova follower
    Valentina
    www.labellezzachevorrei.blogspot.it

    RispondiElimina
  4. è proprio vero, il Natale passa come un treno e ci si perde tutta la magia. Meglio fermarsi un momento, rallentare e guardare alle cose che contano davvero.. bel post, sono tua nuova follower
    Valentina
    www.labellezzachevorrei.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. Ciao Valentina, grazie! Verrò a visitare il tuo sito: mi fa piacere conoscerti! :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

L’ombra di Peter Pan

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

26 giugno: giornata internazionale per le vittime di tortura

A proposito di blog