Comprare o vendere casa: continua la tendenza al calo dei prezzi

Sono stati pubblicati oggi sul sito ISTAT i dati relativi al terzo trimestre 2013 per i costi delle abitazioni: risulta che il prezzo medio delle abitazioni è sceso dell'1,2% rispetto al trimestre immediatamente precedente e ben del  5,3% se confrontato con i prezzi delle case del terzo trimestre 2012.
Si tratta dell'ottava riduzione consecutiva dei prezzi nel settore con una flessione che tende ad accentuarsi essendo praticamente doppia nel raffronto col trimestre precedente (-1,2%) rispetto a quanto registrato nel secondo trimestre 2013 (-0,6%).

Il calo di prezzi complessivo per l'anno 2013 è dell  5,7% ma con una differenziazione importante: questo numero infatti rappresenta la media tra la svalutazione delle abitazioni esistenti (-7,5%) con cui dovrà fare i conti chi intende vendere casa ed il calo dei prezzi delle abitazioni nuove (-1,8%) per chi invece intende acquistare da una impresa un appartamento di nuova costruzione ....

Non è difficile comprendere quindi che il costo più elevato di questa caduta dei prezzi ricade sui piccoli proprietari, su chi possiede magari la casa in cui abita ed è costretto a venderla per sopravvenute necessità conseguenti alla crisi economica, ma è anche vero che in questo panorama il costo di una casa, come già da tempo avviene per quello di una automobile, non è tanto rappresentato dal prezzo della casa in sé, quanto dalle spese (fra manutenzione e tassazioni varie) necessarie a conservarla e fruirne.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

Il bambino epilettico a scuola