Screening diagnostico gratuito per i residenti nei comuni della terra dei fuochi

Appoggiati dallo stesso ministro della salute, Beatrice Lorenzin, alcuni parlamentari della Campania hanno presentato un emendamento per la tutela della salute dei cittadini, al decreto legge sulla terra dei fuochi, approvato dal consiglio dei Ministri lo scorso 3 dicembre.
La normativa che si va ad emendare prevede soprattutto indagini, rilievi, controlli, mappatura dei terreni ed inclusione tra i reati ambientali di quello relativo alla combustione non autorizzata dei rifiuti.

Per dar seguito a questo primo decreto lo scorso 23 dicembre è stata poi firmata una direttiva ministeriale contenente indicazioni specifiche , ma la legge sulla terra dei fuochi è rimasta comunque al centro di discussioni e polemiche, essendo considerata da molti insufficiente nel fronteggiare la grave situazione delle zone colpite.
L'emendamento attualmente presentato prevede che la Regione Campania promuova entro 90 giorni dalla entrata in vigore della legge, un programma urgente che garantisca a titolo gratuito alla popolazione residente la prevenzione sia primaria che secondaria: si tratta in effetti di programmi di screening capaci di consentire la diagnosi precoce di eventuali patologie indotte dalle sostanze tossiche che avvelenano quel territorio.
La copertura finanziaria sarà fornita da quote del fondo sanitario nazionale e non comporterà spese di compartecipazione per i residenti delle zone colpite.
Il Decreto attualmente è in fase di conversione in legge innanzi alla Commissione Ambiente della Camera.

Commenti

Post più popolari