A sud dell'Europa e a nord dell'Italia: i frontalieri

Ieri si è parlato dell'esito del referendum in Svizzera teso a limitare la presenza di immigrati all'interno del territorio elvetico. Il voto referendario rappresenta un problema per i cosiddetti "frontalieri" italiani, coloro che ogni giorno varcano il confine nazionale per recarsi sul posto di lavoro: sia detto a tutto beneficio dei leghisti nostrani, i frontalieri non vengono dal Mezzogiorno d'Italia, anzi vivono nell'estremo nord d'Italia, ma a sud della Svizzera.

La limitazione che il voto referendario elvetico vorrebbe imporre, tuttavia, risulta  contrario alle regole europee che garantiscono la libera circolazione delle persone all'interno di tutti i paesi della UE. Oggi infatti arrivano  le prime bacchettate dall'Europa: da Bruxelles giunge il monito sui doveri assunti dalla Svizzera con la stipula di accordi con la UE ed inoltre viene bloccata la trattativa in corso sulla elettricità. La normativa svizzera dovrebbe essere adeguata a quella europea e quanto emerso dal referendum va invece in direzione diversa. Il problema è che se la normativa nazionale svizzera verrà effettivamente conformata alle regole dell'unione, i risultati del referendum ne risulteranno sostanzialmente vanificati ...

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Uguali, simili e diversi: quando l'integrazione è un percorso di crescita

Prevenire le malattie genetiche: il discusso progetto britannico

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

Il bambino epilettico a scuola

Il canto del contadino (poesia)