Freccia a destra, accosta a sinistra

Dove vivete voi? Esistono luoghi nel mondo a bassa densità di popolazione, dove c'è tanto spazio, beh, magari ci farà anche un pò freddino, ma non si può mica avere tutto ... poi invece ci sono questi paesi a clima temperato, che stanno sempre a sud, più fa caldo e più è sud ed il sud del mondo ormai è diventata una parafrasi che sta ad indicare di solito la parte più povera e svantaggiata dell'umanità.
Voi sapete perché? Perché dove fa caldo la gente si accalca, un pò come succede ai batteri nei terreni di coltura: se le condizioni di temperatura ed il substrato nutrizionale sono buoni, pullulano numerosissimi.

Sicché nel sud del mondo si concentra la più alta densità di popolazione: in condizioni arcaiche di vita clima temperato significa una vita confortevole, nessun rischio di assideramento, abbondanza di acqua, terra fertile e disponibilità di cibo.

Al nord devono essere ricchi per forza: se non hanno un tetto sulla testa e non pagano  il gas per il riscaldamento, la notte in strada congelano e kaputt!!
In altre parole vige la selezione naturale che elimina automaticamente povertà ed accidia.
Al nord a furia di stare sempre chiusi da qualche parte (ché fuori fa freddo) diventano più diffidenti e si raccolgono massimo in gruppetti (quanti ce ne possono stare in una stanza) e più di tanti non ne possono fare entrare per limiti di spazio, praticamente la xenofobia è un imprinting che li ha plasmati nel corso delle  generazioni e connaturata alla filogenesi ed ontogenesi del nordista (provate a sostenere il contrario!)
Per strada (ergo) escono poco e quale è la conseguenza? Beati loro non hanno il traffico perennemente intasato e bloccato! Il che dimostra che ogni medaglia ha il suo rovescio ....

 Al sud si può contare sulla generosità della terra e del mare, ma .... c'è un mucchio di gente e poi il nord (ricco ed invidioso) ha cominciato a scaricare i suoi veleni e, insomma, stiamo inguaiati, ma difficilmente un clochard muore assiderato di notte ed inoltre la gente è accogliente perché vive per strada ché il tempo è sempre bello e si abitua a relazionare non solo col gruppetto, ma con tutti quelli che passano.
Vero è che nessuno si fa i fatti suoi e invece di avere solo un portinaio pettegolo, avrete le capere (una volta erano le pettinatrici, ma oggi ne abbiamo di sesso sia maschile che femminile, sia detto per inciso) del quartiere che sanno raccontarvi in dettaglio i fatterelli di tutti, ivi inclusi dettagli intimi relativi ad esempio alle operazioni di igiene quotidiana, alle preferenze culturali, sessuali e politiche di ciascuno.
Insomma il famoso  premio di Mussolini (la leggendaria cifra stanziata dal dittatore ai tempi del ventennio per chi si faceva i casi suoi) qui non l'ha preso nessuno, ma come si diceva ogni medaglia ha il suo rovescio ed è inevitabile che il maggiore coinvolgimento e partecipazione implichi uno più stretto controllo sociale.
Ma il problema non è nemmeno questo, qui c'è più di un rovescio della medaglia: la medaglia ha tre facce con un solo dritto e due rovesci, cosa possibilissima geometricamente parlando, ma allora perché dovremmo chiamarla medaglia, piuttosto che piramide? E questo spiegherebbe il perché le piramidi sono in Egitto (che pure è sud) con le tre facce esposte e la base interrata e piena di maledizioni, che, metaforicamente parlando, corrisponderebbero ai nostri rifiuti tossici che pure sono interrati e provengono dal nord!
Il secondo rovescio della medaglia sempre legato a questo fatto che la gente sta troppo in strada, sta nel fatto che quando voi dovete andare dal punto A al punto B e per vostra estrema disgrazia vi state spostando in macchina, non siete in grado di prevedere e calcolare due variabili fondamentali, ovvero: il tempo che impiegherete per lo spostamento (quindi quando prendete un appuntamento suona sempre: "le cinque, cinque e mezza, sei"  e poi si fanno le sette) né tampoco il numero di imprecazioni che dovrete spendere durante il tragitto. Vi spiego: voi siete l'unica persona che usa la strada come percorso di spostamento, tutti gli altri la usano come luogo di stazionamento e passeggio: troverete persone che sostano nel mezzo della carreggiata in attesa che dal palazzo di fronte scenda il caffè o soltanto per scambiare saluti e convenevoli col gruppo di pedoni (che intanto occuperà la corsia di sorpasso) con i quali l'autista davanti a voi farà una rimpatriata degna di un revival tra vecchi compagni di liceo. Troverete la signora che nel mentre fruga nella sua borsa per messaggiare sul suo portatile, presa nell'imbroglio di giacche, accendini, cellulari e comandi dell'auto, lampeggia decisamente con la freccia a destra per poi tagliarvi la strada ed accostarsi decisamente alla vostra sinistra, poi ancora il gruppo di studenti spavaldi che alle 8,00 del mattino attraversano la strada con misurata lentezza e passo di pantera (e c'è pure da capirli, visto che stanno per varcare i cancelli della scuola) come se si trovassero sulla passerella della collezione primavera estate di dolce e gabbana, perché certo è pure l'età della tempesta ormonale e devono fare acchiappanza ... e stendiamo un velo pietoso sullo sfrecciare dei motorini, che solitamente vi danzano intorno in cerchio come nelle cerimonie degli antichi sioux ...
Insomma il rituale della gimcana si ripeterà con poche varianti ogni volta che prenderete l'auto, ma questo potrebbe giovare alla vostra salute, volendo trovare un altro dritto nel qual caso avremo un tetraedro, struttura cristallina del carbonio, ovvero il diamante e scusate se è poco!
Infatti voi potreste rassegnarvi a camminare a piedi o in bicicletta, il che, a quanto se ne dice, fa assai bene al cuore e pure ai nervi, se vogliamo proprio essere pignoli e salutisti ....

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

La teoria dell'idiozia maschile: evidenze scientifiche

Il bambino epilettico a scuola