Calamari imbottiti (ricetta)

Cari amici ed amiche, buongiorno e buona domenica a tutti! La domenica è il giorno del nostro riposo, quindi anche se ci dedicheremo alla nostra cucina creativa, facciamo in modo che la cosa non sia eccessivamente impegnativa: il piatto che vi propongo oggi in effetti non richiede troppo impegno e si prepara abbastanza velocemente. Si tratta di un piatto abbastanza tipico da queste parti e forse altrettanto conosciuto in tutti i paesi di mare.
Ad essere sincera io ho commesso uno stupido errore nella preparazione, ma .. capita e comunque appunto per questo saprò indicarvi il suggerimento giusto per una preparazione perfetta.

Oggi prepariamo i calamari ripieni. Naturalmente ci occorrono i calamari, poi olio extravergine di oliva, un pezzo di pane raffermo, olive nere, prezzemolo fresco, un pugno di gamberi o frutti di mare.

Puliamo e laviamo i calamari, prendiamo da parte i tentacoli e li sminuzziamo su un tagliere, quindi tentacoli e gamberi vanno passati in padella con olio extravergine di oliva.
Quando sono cotti, sgusciamo i gamberi. mettiamo a bagno nell'acqua un pezzo di pane raffermo e quando è ben ammorbidito, togliamo la crosta, strizziamo la mollica e la mettiamo in una zuppiera alla quale aggiungeremo le olive snocciolate e sminuzzate, prezzemolo tritato e poi i gamberetti ed i tentacoli del calamaro sgusciati. Mescoliamo tutto fino ad ottenere una pasta abbastanza omogenea. A questo punto riempiamo i calamari, esercitando anche una leggera pressione per ottenere una farcitura completa. Avremo conservato l'olio di cottura dei tentacoli: quando i calamari sono pieni dobbiamo chiuderli bene per evitare che durante la cottura fuoriesca la farcitura. Io mi sono limitata ad usare uno stuzzicadenti, e di conseguenza una parte della farcitura  è scappata dalla pancia dei calamari! Sono ottimi lo stesso, ma  a voi consiglio di munirvi di ago e filo e cucire completamente l'apertura!
Vanno cotti in un tegame coperto fino a quando il calamaro sia diventato tenero ed avendo cura di girarli ad un certo punto della cottura.
Sono una pietanza molto gustosa: va servita calda e con contorno di insalata. Buon appetito e buona domenica a  tutti!!



Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

La teoria dell'idiozia maschile: evidenze scientifiche

Il bambino epilettico a scuola