La ninna nanna (poesia)

Esistono cose che le parole non sanno descrivere, ma solo aleggiano intorno ad una specie di sorriso sperso, raccolte nell'ombra del fiato sommesso di una antica cantilena. 
Quando la stanchezza stronca le giunture, frammentandole nel pulviscolo sbiadito, sospeso ai fili di   pensieri  sfuggenti, dove  improvviso guizza un desiderio di prepotente certezza nell'accorata superbia di un amore potente ed indifeso.
Allora nasce il canto bambino.
Il saluto della sera: la penombra che accoglie  le speranze ed i timori assiepati  a bisbigliare in flessuose carezze e sibili taglienti intorno al giaciglio del nido.
Allora si snoda la nenia a scacciare le ombre e gli spiriti del male con la sua melodia puerile ed incantata.


Ninna nanna

Vieni a cullarti sul mio petto,   
mio fratellino
dei raccontini.

Stasera è buio, ma domattina   
il sole per noi brillerà.
Solo questa è la notte nera,
ma noi non avremo paura,
così la coltre grigia
si dileguerà.

Guarda ora in cielo le stelle:
c'è una che brilla
solo per te.

Fermati!
Senti fluire questo calore:
a fiotti sgorga  l'amore per te.
A fiotti inonda di luce la stella
il tuo bel viso
e fa una gara con gli occhi tuoi.
Tu sei più bello,
ma questo è un segreto.
Silenzio: dormi
e tienilo per te.
                                                                                                                    

Commenti

  1. Confuso? Certo che lo sono !! Il disegno della persona anziana e del bambino, poi il pensiero più che maturo, infine la ninna nanna --- Di noi tutti ... un qualcosa resterà ...

    RispondiElimina
  2. :-)) sono io che sono un pò matta Nino: non farci caso ....Il disegno l'ho commissionato io così, vedi qui un pò mi libero ...
    Ciao! Buona serata, a presto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

L’ombra di Peter Pan

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

26 giugno: giornata internazionale per le vittime di tortura

A proposito di blog