Verdure imbottite (ricetta)

  Buongiorno, cari amici ed amiche: buona domenica a tutti.
Questa mattina per il vostro pranzo vi proporrò alcune ricette locali  tipiche.
A scanso di equivoci vado a precisare che si tratta di piatti che non solo appartengono alla tradizione locale, ma anche alla mia tradizione familiare specifica, insomma io ve li propongo così come mi sono stati insegnati e tramandati dalla nonna e dalla mamma: può darsi che  altri  preparino  ricette con questo stesso nome in modo diverso, non si tratta di errori, ma di differenti tradizioni e scuole di pensiero.



Quello che vi propongo oggi sono tre tipi di verdure ripiene (ovvero 'mbuttunate, come si usa dire nel nostro dialetto). Qui vale, come per ogni ripieno, la famosa regola d'oro: "quello che ci metti ci trovi", quindi il ripieno in effetti voi potete prepararlo press'a poco come vi pare, ponendo solo attenzione a sposare armonicamente i sapori. Io ho preparato carciofi ripieni, melanzane ripiene e peperoni ripieni: ciascuno di questi piatti è più di un semplice contorno perché contiene dentro le verdure alimenti proteici.
Procediamo con ordine:
Melanzane ripiene: prendete le melanzane, lavatele, tagliate via la parte verde con la foglia, tagliatele a metà e scavatele al centro asportando la mollica. Ora preparate un ripieno con uova sbattute, parmigiano, pangrattato, mozzarella, prosciutto cotto e salame tagliati a pezzetti, un pizzico di sale e pepe.
In un tegame con olio bollente  friggete le melanzane, comprese le striscioline di mollica, prima sulla faccia tagliata, quando le girate deponete  con un cucchiaino, nell'incavo che avete ricavato al centro, parte del ripieno distribuendolo bene in tutta la parte scavata, coprite con la striscia di  mollica, curando di lasciare sopra il lato ancora da friggere. Quando la melanzana è cotta anche sul dorso, giratela delicatamente, in modo da non fare uscire il ripieno e fate friggere per il tempo necessario. Disponete quindi in un piatto di portata.


Bene: ora passiamo ai carciofi ripieni: voi lavate i carciofi con cura, liberateli dalle foglie dure e dai torsoli, sbatteteli leggermente su un tagliere a faccia in giù in modo da far aprire bene le foglie e ricavare al centro lo spazio per mettervi l'imbottitura, preparate un ripieno identico a quello descritto per le melanzane, al quale però aggiungerete dei pisellini piccoli, appena passati per 10-15 minuti in un tegamino con olio extravergine di oliva.

Disponete i vostri carciofi in un tegame col fondo coperto di olio extravergine di oliva e quindi procedete a riempirli internamente col ripieno di uova, salumi, latticini e piselli che avete preparato, coprite e passate sul fuoco: lasciate cuocere coperto, sorvegliate la cottura ed aggiungete, quando necessario un pò d'acqua alla volta, per non farli attaccare. Quando le foglie sono tenere (circa un'ora) i vostri carciofi sono pronti.




Per concludere, prepariamo i peperoni ripieni: prima di tutto dovete arrostirli sulla fiamma viva in modo da bruciare la pellicola esterna. Quando la pellicola è bruciata li mettete in una pentola col coperchio: in questo modo si ammorbidiranno e vi sarà più facile rimuovere la pellicola. Ora pelate i peperoni accuratamente e rimuovete il picciuolo ed i semi interni, avendo cura di non romperli: per essere imbottiti devono restare interi.





Preparate un ripieno con mollica di pane raffermo, bagnata,  strizzata e sbriciolata, aggiungetevi olive nere snocciolate, acciughe sott'olio tagliate a pezzetti e qualche pomodorino.

Riempite i peperoni puliti e lasciate cuocere in un tegame col fondo sempre unto con olio extravergine di oliva e  coperto per un'ora circa.
Anche i vostri peperoni sono pronti: a questo punto vi sarete stufati di cucinare!!
 Allora forse è bene che cominciate a mangiare anche: buon appetito a tutti!!

Se posso permettermi di darvi un suggerimento: non preparateli tutti in una volta! Uno per volta sarà più che sufficiente ;-)

Commenti

Post più popolari