Inquinamento atmosferico: lo studio OMS

Il 7 maggio l'OMS ha pubblicato sul sito i risultati di uno studio sull'inquinamento atmosferico, concludendo che le linee guida dell'Organizzazione mondiale della Salute restano il più delle volte disattese in quanto la qualità dell'aria non soddisfa i criteri di sicurezza indicati e mette a repentaglio la salute delle popolazioni urbane. I dati rilevati sulla qualità dell'aria hanno interessato 1.600 città di 91 paesi nel mondo e risulta che solo per il 12% delle persone che vivono nei luoghi esaminati, la qualità dell'aria è conforme alle normative indicate. La metà degli abitanti di centri urbani sono esposti ad un rischio di inquinamento atmosferico maggiore di oltre il doppio (2,5 volte in più) rispetto ai livelli considerati soglia di rischio per la salute dall'OMS! 

Gli elementi ritenuti responsabili di questo eccessivo inquinamento sono:
  • uso di combustibili fossili, come centrali elettriche a carbone;
  • scarichi dei mezzi di trasporto a motore, con massiccio utilizzo di mezzi privati
  • uso domestico di biomasse come combustibili
  • dispersioni energetiche negli edifici
Secondo le rilevazioni OMS nel 2012 l'inquinamento dell'aria esterna è stato responsabile della morte di 3.700.000 di età inferiore ai 60 anni, essendo l'esposizione all'inquinamento un rilevante fattore di rischio per malattie cardiache, ictus,disturbi respiratori e tumori.
Piani urbanistici che forniscano spazi per una tranquilla e sicura circolazione di pedoni e ciclisti, un buon servizio di trasporto pubblico, una maggiore efficienza nella distribuzione di energia negli edifici sono altrettante misure ritenute potenzialmente utili al miglioramento della qualità dell'aria nelle città e da questo punto di vista viene anche sottolineato come tali politiche possano essere adottate a livello locale, anche in controtendenza rispetto all'andamento territoriale più ampio.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

L’ombra di Peter Pan

26 giugno: giornata internazionale per le vittime di tortura

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

A proposito di blog