Vorrei navigare sul filo del vento (poesia)



Spezzare l'incantesimo nel fluido trascorrere delle voci che girano intorno a disegnare i paesaggi per le anime cieche degli aedi, i cantori di storie, di gesta e di eroi. Le storie non vedute e non vissute, sperse in passato tanto lontano da ingannare la memoria specchiandosi in  affascinanti leggende ...





Vorrei ...

Vorrei ritrovarti
in un verso
in una notte d'estate,
quando d'un tratto
si impenna il vento, 
destriero bizzarro
e ne brontola il cielo.

Vorrei imprigionare
il tuo sonno
in una bolla di spuma
che luccica e danza
adagiata sul fiato
dell'aria che sale
dal mare.

Vorrei riascoltare
la nenia
nel dolce ondeggiare
del grembo
e sentirne l'odore.

Commenti

Posta un commento

Allora? Che ne pensi?

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Il bambino epilettico a scuola

Il cielo stellato (poesia)