Io spalo, tu spali, egli no e perciò nemmeno io

Chi scrive le sceneggiature, adesso coniuga il verbo spalare: qui si spala a Genova, Parma e ad Alessandria, la reazione del mondo politico si articola tra paroloni e qualche passerella, poi c'è chi spala e chi invece no.
Dicono che Grillo oggi è andato a Genova, che mi pare sia pure la sua città d'origine: Grillo non spala, ha messo a spalare i suoi parlamentari e tanto basta, del resto chi volesse vedere un leader spalare dovrebbe chiederlo a Renzi, in fondo è stato così spiritoso a farsi l'Ice Bucket nel caldo dell'estate, perché non potrebbe esserlo a spalare fango nell'umido dell'autunno?

Niente, Renzi spalare non l'abbiamo visto e manco Grillo, il quale ultimo potrebbe sempre addurre a scusa il mal di schiena per la veneranda età, essendo lui vecchietto: il ricambio generazionale è rappresentato da Renzi, mica da Grillo!

Diciamo la verità, ma lui non spala, anzi loro non spalano, lasciate che spalino gli altri.
Se interrogassimo Renzi potrebbe sempre dire che c'è tanta gente che lo ha votato e che sta spalando: anche lui ha messo a spalare gli altri e tanto basta.

Ad onor del vero va rilevato che Renzi le interviste le rilascia gratis e molto volentieri, invece Grillo vuole essere pagato, giustamente, essendo produttore di se stesso, a sua volta dovrà pagare chi gli scrive la sceneggiatura.
Mestiere infame lo sceneggiatore: tutti amano ed ammirano il regista, l'attore, il produttore e nessuno si accorge dello sceneggiatore, che spala, no fa il comunicatore alfabetico e simbolico, insomma l'esperto di comunicazione del movimento.
E perciò Grillo se rilascia l'intervista vuole 2.000 euro, così ha detto ai giornalisti  durante la sua visita nel fango di Genova di stamattina.
Gli angeli del fango non lo picchiano (che angeli sarebbero? Per la violenza già c'è l'Arcangelo Gabriele con la spada) ma lo contestano, perché anche la pazienza degli angeli  c'ha un limite: se uno sta spalando non è il momento di fare spettacolo, insomma.

Nell'era dell'informatica i mestieri cambiano nome facilmente, ma la manualità e l'arte, il nocciolo insomma, è sempre uguale: anche i comunicatori a modo loro spalano, spalano montagne di parole.
Ma non sappiamo, Grillo potrebbe anche aver preferito la vecchia tecnica di recitazione cosiddetta a soggetto: contro i giornalisti e l'informazione, contro il Parlamento, già umiliato da Renzi (ndr) e con la speranza di riuscire a cavalcare la rabbia della gente ....

Signori, se non volete spalare non ci andate a Genova: il cinema, gli angeli del fango se lo vanno a vedere dopo che hanno finito, per il momento sono impegnati!


Commenti

  1. Ti do ragione al mille per mille!!!!!!
    Avrei abbracciato quel ragazzo quando lo ha chiamato per nome e gli ha detto di andare ad aiutarlo a spalare.
    Avrei preso un bastone e pestato l'altro che neanche in un momento del genere si dimentica di essere nato comico. Comico che non fa ridere purtroppo, tra l'altro!
    Mi ha ricordato un altro personaggio politico-televisivo che nel 1994 era atterrato in un Piemonte simile se non peggio alla Genova di oggi e dopo i fischi e gli insulti era risalito sull'elicottero dicendo Piemontesi gente forte ce la faranno.
    Genovesi, alessandrini, parmensi... GENTE FORTE! CE LA FARÀ!!!!!
    ps di certo non grazie ai politici della televisione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non certo grazie a loro Patricia: questo è sicuro! Buon pomeriggio mia cara :-)

      Elimina
  2. Ti do ragione al mille per mille!!!!!!
    Avrei abbracciato quel ragazzo quando lo ha chiamato per nome e gli ha detto di andare ad aiutarlo a spalare.
    Avrei preso un bastone e pestato l'altro che neanche in un momento del genere si dimentica di essere nato comico. Comico che non fa ridere purtroppo, tra l'altro!
    Mi ha ricordato un altro personaggio politico-televisivo che nel 1994 era atterrato in un Piemonte simile se non peggio alla Genova di oggi e dopo i fischi e gli insulti era risalito sull'elicottero dicendo Piemontesi gente forte ce la faranno.
    Genovesi, alessandrini, parmensi... GENTE FORTE! CE LA FARÀ!!!!!
    ps di certo non grazie ai politici della televisione!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

L’ombra di Peter Pan

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

26 giugno: giornata internazionale per le vittime di tortura

A proposito di blog