L'altalena (poesia)

Questo è il viaggio più strano e sorprendente nel quale può accadere di imbarcarsi: nessun progetto rimane identico a se stesso e nessuno sa dire se  sia questo il bene o il male della vita.
Quello che non abbiamo cercato  ci salva talvolta e  la meta del viaggio se raggiunta, ha un profilo diverso di quella seguita sul filo dell'orizzonte dei nostri sogni, ma qualcosa si perde  e qualcosa si impara ad amare e la vera arte rimane sempre nel delicato equilibrio che ci consente di non avere rimpianti, mai.



L'altalena

Mi seduce il volo: 
ad occhi chiusi
sull'altalena
ed i tuffi dell'aria 
nel petto
sollevano
nugoli di illusioni.

Scuotimi vento,
arbusto ribelle,
foglie sussurranti
nell'aria d'autunno.

L'albero della nave
fu reciso 
nella tempesta
ed accarezza
l'onda 
che lo spezzò
e che lenta e soave
ora l'inghiotte.




Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Come difendersi dalla psicopolizia

L’ombra di Peter Pan

20 giugno: la giornata mondiale del rifugiato

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia