Tranquilla solitudine

Essere con se stessi ed affondare nell'aria come in una dimensione surreale, quando il corpo astrae la percezione offrendola alla mente. Annientarla o condurla lontano come se ogni goccia di sangue si fosse fermata ed il cuore riposasse in una pausa del tempo. 
Nulla si muove e sfilano millenni: istanti senza stupore nel divenire fermo di un immenso orizzonte sbiadito nel colore, sospeso in uno spazio vuoto molti anni luce oltre.




Tranquilla solitudine

Scende il silenzio
come neve: 
incanto
di gelida purezza. 
Agguati di memoria 
lungo  sentieri stemperati 
nei deserti. 

Un filo d'orizzonte
percorre passi
senza rumore
e scivola liscio
in profonda calma
spirando solitudine.

Commenti

  1. Ciao Clara. Conosci "Amata solitudine" di Franco Battiato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ivano: non la ricordavo e sono andata a cercarla su you tube. La sto ascoltando in questo momento...
      La canzone è bella, ma forse meglio assimilabile a quest'altra delle mie composizioni sull'argomento:

      http://chaos-lasfinge.blogspot.it/2013/02/solitudine_12.html

      Buona giornata Ivano e... Grazie!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Uguali, simili e diversi: quando l'integrazione è un percorso di crescita

Prevenire le malattie genetiche: il discusso progetto britannico

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

Il bambino epilettico a scuola

Il canto del contadino (poesia)