Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2015

Rapporto Eurispes 2015: il grande fardello

Immagine
Un vero e proprio j'accuse contro la burocrazia e tutti i suoi percorsi così contorti da costringere spesso i cittadini a ricorrere ai patronati o altri esperti per riuscire a disimpegnare qualunque pratica nelle pubbliche amministrazioni ed anche a dover ricorrere a degli specialisti semplicemente per pagare le tasse, aggravando così il carico economico ed il dispendio di tempo che ogni singolo deve sobbarcarsi nei sui rapporti con lo stato e la cosa pubblica: questo è quello che si legge nel rapporto Eurispes 2015. pubblicato ieri on line.
Secondo l'Istituto di ricerca sarebbero la burocrazia, il sistema di tassazione e la miopia politica del sistema a condizionare la persistenza della crisi economica in Italia:  le famiglie italiane vivono ormai alla giornata.

Sperare e disperare: come avviene?

Immagine
Disperato nell'accezione originaria del termine, è colui/colei che ha perso o magari non ha mai nutrito una speranza. Disperare deriva dal latino desperare, che è un verbo composto: de-sperare, la preposizione de in latino indica moto da luogo e quindi anche allontanamento ed in questo caso va interpretato in quest'ultimo senso, invece lo sperare latino (la lingua spagnola ha conservato fedeltà a questo significato) corrisponde all'italiano aspettare.
In lingua italiana sperare indica non soltanto un'attesa, ma specificamente un'aspettativa positiva per un evento o obiettivo desiderato, una speranza appunto.
La speranza include quindi nel suo significato l'attesa ed il desiderio: una specie di sintesi tra  due situazioni, la prima oggettiva, rappresentata dalla posizione d'attesa e la seconda soggettiva vissuta nella interiorità come desiderio.

Libertà e storie di quotidiana mistificazione

Immagine
Nel limbo dell'incantata fanciullezza, noi tutti abbiamo creduto a grandi ideali.
La preadolescenza e l'adolescenza sono proprio le età della vita destinate all'idealismo: infatti all'incirca intorno ai 12 anni finalmente i fanciulli e le fanciulle accedono al cosiddetto pensiero astratto.
L'ampiezza di orizzonte mentale esplorabile con questo nuovo strumento tende all'infinito e questa novità cognitiva implica spesso intensi vissuti emozionali: c'è chi si sgomenta e si confonde e c'è chi si innamora.
L'idealista (è ovvio) è colui/colei che si innamora e si innamora delle idee, di quelle che riesce a comprendere, elaborare e dedurre nella mente inesperta, tanto inesperta da tendere spesso alla assolutizzazione ed anche alla estremizzazione.
Il mondo delle idee, in fondo, diviene una specie di dimensione parallela rispetto al quotidiano reale mentre la capacità introspettiva,  di autoanalisi e di sintesi e sistematizzazione complessiva con i collegamen…

Istat: cresce l'occupazione in dicembre 2014

Immagine
Nello scorso dicembre l'occupazione aumenta dello 0,4% rispetto al mese precedente dopo i due cali consecutivi di ottobre e novembre e rientra quindi in valori vicini a quelli di settembre 2014: sono in dicembre 93.000 persone che lavorano in più rispetto a novembre ed anche l'andamento tendenziale è positivo, i confronto con lo stesso periodo dell'anno precedente registra un +0,5% vale a dire 109.000 occupati in più. Il tasso di occupazione pertanto è del 55,7% in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 0,3 punti rispetto allo scorso periodo dello scorso anno.

Il tasso di disoccupazione in dicembre 2014 è del 12,9% e quindi in riduzione rispetto a novembre dello 0,4% ma in aumento nel confronto tendenziale (ovvero rispetto allo stesso periodo dello scorso anno) di 0,3 punti percentuali, sicché, benché non vi sia proprio da gridare al miracolo, abbiamo per la prima volta un segnale positivo anche nel mondo dell'occupazione.

Ottimismo italico: cresce la fiducia dei consumatori

Immagine
Per strano che possa apparire sembra che gli italiani si sentano ottimisti e fiduciosi in questo mese di Gennaio: il quadro dell'economia europea è quanto mai traballante, la disoccupazione galoppa non diversamente da sempre, fino agli ultimi dati trasmessi, eppure, sarà per la ventata di idealismo trasmessa dall'esito delle elezioni in Grecia (alzare la testa si può: non può essere solo una questione di soldi e debiti iniqui) sarà la speranza e l'aspettativa che accompagna le nuove elezioni presidenziali in Italia, sarà il riflesso dell'ottimismo indotto negli investitori dalle recenti immissioni di liquidità operate dalla BCE, fatto sta che l'indice di fiducia dei consumatori italiani aumenta sensibilmente nel mese di gennaio 2015.

Riparte il mercato immobiliare in Italia: exploit dei mutui

Immagine
Qualche avvisaglia c'era stata già all'inizio di questo mese ed oggi l'Istat conferma una crescita rilevante del volume delle compravendite nel settore immobiliare nel terzo trimestre del 2014: il volume d'affari ha infatti segnato il +3,7% rispetto al terzo trimestre dell'anno precedente, il 2013 e la crescita riguarda sia l'acquisto di immobili per abitazione (+3,7%) che quello per uso economico (+4,8%).

I papabili del Quirinale

Immagine
Grande fermento per l'inizio delle votazioni del Presidente della Repubblica: rotture, intrighi, tradimenti, sviolinate e tutta la gamma di stranezze che il genere umano è capace di esprimere nelle relazioni sociali in specie quando implicano aspettative di successo e rapporti di potere.
Vediamo chi sono questi papabili del Quirinale, chi ne propone la candidatura e quale significato la candidatura ed eventualmente l'elezione di ciascuno di essi potrebbe rappresentare.

Corre l'obbligo di iniziare dal candidato del partito di maggioranza:

Se vuoi che tuo figlio ti ami, lascialo in pace: lo consiglia la scienza.

Immagine
Controllare eccessivamente i propri bambini ed interferire troppo nelle loro attività, dirigendole verso gli obiettivi che noi desideriamo, è una tecnica controproducente sul piano educativo e capace anche di danneggiare la relazione con nostro figlio. La cosa è stata recentemente comprovata in una ricerca sperimentale, ma prima di presentarne i risultati, è bene mettere in chiaro alcune considerazioni di base. La relazione madre-figlio nelle prime fasi della vita è il rapporto di interdipendenza più stretto che sia possibile trovare in natura. Nella specie umana il bambino dipende dalla madre per la sua sopravvivenza fisica, ma in gran parte anche per il suo sviluppo affettivo e la sua capacità di individuarsi, strutturarsi e stabilire relazioni. La madre dal canto suo, soprattutto se è madre per la prima volta, sperimenta attraverso il bambino la sua capacità di essere una madre adeguata, nella ridefinizione di identità che questo particolare momento della sua crescita personale com…

Rapporto Osmed: antidepressivi al primo posto nelle prescrizioni psichiatriche

Immagine
Potrebbe essere colpa della crisi, dell'incertezza del futuro e del precariato: tutti elementi capaci di condizionare un accumulo di stress non facile da affrontare per tutti, fatto sta che gli antidepressivi si confermano in testa alle prescrizioni ed al consumo di farmaci nel settore neuropsichiatrico.
Secondo il rapporto Osmed, pubblicato ieri e relativo al periodo gennaio-settembre 2014, la spesa farmaceutica complessiva in Italia è stata di 19,9 miliardi di euro, con un incremento dell'1,2% rispetto al 2013. Di questa cifra il 75,6% è stato rimborsato dal SSN. Nel periodo preso in esame ciascuna persona ha acquistato mediamente 23 confezioni di medicinali, di cui 14 in assistenza convenzionata. I farmaci in assoluto fra tutti più prescritti ed utilizzati sono quelli per le malattie cardiovascolari, mentre tra i farmaci neurologici vanno per la maggiore gli antidepressivi.

"Solo le idee non hanno padroni": la vibrata denuncia dei 10 parlamentari M5s fuoriusciti oggi dal movimento

Immagine
"Solo le idee non hanno padroni" recita un passaggio del discorso preparato oggi dai parlamentari (ormai ex) M5s, presentato in conferenza stampa e letto con visibile emozione dalla deputata Mara Mucci. Il discorso è stato durissimo contro la scarsa trasparenza dei processi decisionali e delle votazioni on line, contro il dispotismo e l'immobilismo dei vertici del movimento, insomma una denuncia in piena regola e la ribellione al ruolo di meri esecutori di ordini e decisioni prese altrove.
Non è mancato il richiamo alla Costituzione per la quale i parlamentari esercitano senza vincolo di mandato i propri compiti di rappresentanza.

Sommando i 10 di oggi (9 deputati ed un senatore) sono complessivamente 35 i fuoriusciti del M5s (tra espulsi e dissidenti staccatisi volontariamente) erano 163 eletti due anni fa e sono rimasti 127 ancora aderenti al movimento. Mancano ancora i numeri per formare un gruppo indipendente, che tuttavia sarebbe in pectore, già con un nome (Alternat…

Scherzi della memoria

Immagine
Quando sopravviene la senescenza delle nostre menti, la prima cosa ad essere compromessa è la memoria ed innanzitutto la cosiddetta memoria di fissazione, quella che riguarda i fatti e le informazioni acquisite di recente, mentre viene preservata la memoria remota, quella delle vecchie storie e delle informazioni incamerate in giovane età, che resiste di solito anche parecchio più a lungo alla destrutturazione progressiva della mente umana in senilità.
Oggi io mi domando se un fenomeno così specifico ed individuale possa presentarsi anche come fenomeno collettivo: è certo che l'umanità va invecchiando e l'età media della gente va gradualmente crescendo, mentre si riduce la natalità... e la memoria si ferma ai fatti emersi il 27 gennaio del 1945, ma avvenuti soprattutto prima di quella data: parliamo di 70 anni fa, ma tutti continuano a ripetere che è importante ricordare perché questo non avvenga "mai più".

Quasi un pensiero d'amore (poesia)

Immagine
Vagare di menti svanite, salpate dal porto della nostra realtà: solo chi ha il coraggio di perdersi conosce la gioia di ritrovarsi e la sorpresa di scoprirsi e solo chi non teme di sognare e ricordarlo può esplorare il fondo risonante delle eco libere, i richiami delle sirene  ed i canti dei demoni dalle grotte dell'animo. 
Essere liberi dalla paura che inchioda le creature alla materialità meccanica, riduttiva e ripetitiva del proprio essere quotidiano. 



QUASI UN PENSIERO D'AMORE

Renzi (come Berlusconi) contro i magistrati

Immagine
I nodi vengono dunque al pettine: i "professionisti del retropensiero" avranno qualcosa di cui parlare, dato che a nessuno sfugge (neanche ai professionisti del pensiero d'avanguardia) che il conflitto con la magistratura, corredata di vari insulti e promesse più o meno intimidatorie, è stata una delle connotazioni salienti del parlare ed operare politico di Berlusconi.
Renzi ora polemizza con i magistrati in merito alla riduzione delle ferie.

ANTEFATTO
i magistrati avevano fino ad ora diritto a 45 giorni di ferie, un periodo effettivamente più lungo di quello concesso ad altre categorie professionali.
Questo periodo di ferie è stato ridotto di un terzo, da 45 a 30 giorni con un decreto del Ministero della giustizia lo scorso 13 gennaio e sembra che al riguardo i giudici stiano avviando un ricorso per illegittimità costituzionale, benché l'interpretazione della norma introdotta nel decreto non sia chiarissima nel senso che la riduzione del periodo di ferie potrebbe rig…

Studiare è il vero elisir di lunga vita

Immagine
Ebbene tutti gli studenti poco volenterosi e discoli, quelli che hanno l'abitudine di marinare la scuola, scandendo ironici slogan del genere: "Studere, studere: post mortem quid valere?" è bene che sappiano che qui proprio di vita e di morte si parla. Chi studia vive più a lungo ed in condizioni di salute migliore: una persona con la 5° elementare, ad esempio, ha un rischio di morire maggiore del 78% rispetto a chi ha conseguito una laurea e non è tutto.
Un gruppo di studiosi guidato da Giuseppe Costa, ha pubblicato nei giorni scorsi un lavoro di revisione centrato sull'impatto delle diseguaglianze sociali sulla salute: "L'equità della salute in Italia. Secondo rapporto sulle diseguaglianze in sanità" edito da FrancoAngeli, che rappresenta una fotografia fedele del cosiddetto gradiente sociale che costituisce la correlazione tra l'andamento degli indicatori di salute in rapporto alle condizioni socioeconomiche e culturali dei gruppi valutati.

Papa Francesco sull'islam: necessità di dialogo

Immagine
Non è la prima volta che papa Francesco parla di dialogo con l'islam e per la verità la tendenza e l'apertura al dialogo interreligioso lo si ricorda dai tempi del papa Giovanni XXIII: da allora i papi che si sono succeduti allo scranno del Vaticano hanno sempre tenuto una posizione in qualche misura aperta verso le altre principali religioni monoteiste.
Oggi papa Francesco ha incontrato gli esponenti del pontificio istituto di studi arabi e di islamistica (Pisai) in occasione del cinquantenario della fondazione ed in questa sede ha ribadito la propria apertura al dialogo con l'islam, sottolineandone anzi la necessità, come improrogabilità dell'esigenza di formare operatori esperti e capaci di tessere un dialogo con l'islam.

Gli estremisti islamici non danno la patente alle donne, in Italia invece la ritirano ai gay

Immagine
Finalmente rivalutata in Cassazione, dopo oltre dieci anni, la storia controversa di un giovane che 10 anni fa, nel 2005, durante la visita di leva aveva dichiarato la propria omosessualità: poco dopo l'informazione veniva trasmessa alla motorizzazione, che, disponendo un nuovo esame di idoneità psicofisica alla guida, aveva concluso per il ritiro della patente in forza della generica diagnosi psichiatrica, "disturbo della identità sessuale". Il protagonista della vicenda, Danilo Giuffrida, ha fatto ricorso contro il provvedimento di ritiro patente e, naturalmente l'ha vinto, con diritto ad un risarcimento la cui entità è stata valutata diversamente nei tre gradi di giudizio, prima 100.000 euro, poi 20.000 ed infine ora la Cassazione è disposta a riconoscere una cifra maggiore per cui ha rinviato il caso ad un nuovo tribunale d'appello per la riquantificazione della cifra dovuta in risarcimento.

Memoria emozionale: quella delle donne è più lunga

Immagine
Le donne dimostrano una sensibilità più accentuata verso gli stimoli di impatto emozionale e riescono a memorizzarli meglio: questo è il risultato di una ricerca estensiva che ha scelto come target lo studio del ruolo dei sentimenti sulla memorizzazione in rapporto al genere (femminile o maschile) di appartenenza.
La ricerca è stata svolta presso l'Università di Basilea e pubblicata sul Journal of Neuroscience.
I presupposti teorici fondanti stanno nel riconoscimento nella letteratura precedente del fatto che effettivamente le emozioni incidono sulle abilità mnemoniche e sul rilievo che spesso le donne dimostrano una migliore capacità di memorizzazione nei test: si è voluto pertanto indagare se le migliori abilità mnemoniche potessero essere correlate ai modi differenti di elaborare gli stimoli emotivamente significativi nei due sessi.

Salute dei bambini italiani in età scolare: i dati del 2014

Immagine
Sono stati presentati ieri a Roma al'Auditorium Biagio d'Alba presso il ministero della salute i dati epidemiologici raccolti nell'ambito del progetto Iss "Okkio alla salute" per i bambini in età scolare. L'informativa del Ministero sottolinea che in Italia i dati relativi alla prevalenza di obesità infantile risultano in calo continuo dal 2008:
attualmente i bambini in sovrappeso sono il 20,9% (erano il 22,2% nel 2012)i bambini obesi sono il 9,8% (nel 2012 erano il 10,6%)

Abusi nelle scuole: maestra agli arresti a Caserta

Immagine
Una banale ed ormai ordinaria notizia di cronaca: è stato eseguito oggi l'arresto ai domiciliari di una insegnante elementare di Parete in provincia di Caserta. Le indagini condotte dalla procura di Napoli nord e per le quali è stato utilizzato l'abituale sistema delle telecamere nascoste, sono scattate in seguito alla denuncia ai carabinieri da parte di un gruppo di genitori.
Le famiglie infatti segnalavano il clima di intimidazione e disagio in cui vivevano i ragazzi, che riferivano di subire frequenti schiaffi ed insulti da parte di una delle loro insegnanti.
Nulla di nuovo sotto il sole si direbbe: i primi casi di maltrattamento denunciato all'interno delle scuole hanno fatto scalpore a loro tempo, oggi invece ci siamo abituati a sentire di tanto in tanto storie di questo genere.

Bere caffè riduce il rischio di melanoma

Immagine
Una buona notizia per chi considera irrinunciabile la sua tazzina di caffè ed anche per chi è abituato a berne parecchio: il caffè con tutte le sue controindicazioni per chi soffre di cuore, di stomaco o di ansia ed insonnia, sembra però che a qualcosa faccia bene, infatti riduce il rischio di melanoma cutaneo. Non che la cosa sia nuovissima: in realtà già in passato alcuni studi sembravano deporre per un effetto positivo del consumo di caffè sui tumori cutanei ed anche su quelli dell'endometrio ed oggi arriva una nuova conferma per quanto riguarda il melanoma.
Insomma è ora di sfatare quell'ironico ed amaro adagio secondo il quale tutte le cose godibili o nuocciono alla salute o fanno ingrassare o sono illegali: il caffè ( se non siete cardiopatici o ansiosi e non avete l'ulcera) potete berlo e vi proteggerà dal melanoma.

Tristezza d'inverno (poesia)

Immagine
I giorni d'inverno velano la loro sposa di nebbie, smorzandone la luce.
Rattrappiti gli animi in fosse umide, spiano l'avanzare della notte, senza aver visto il sole: sgomenti e solitari invocano i profumi delle primavere andate.
Invano trascorre il giorno fino a sera torpido di malinconie.
Quando il cielo arrossisce sale il canto: una corda profonda che vibra atona, fluendo per un istante in un verso, una riga di parole.


TRISTEZZA D'INVERNO

Povertà è violenza sociale contro i deboli

Immagine
Parlare di povertà ed umanitarismo è diventato ormai qualcosa di ripetitivo e noioso quasi quanto le prediche degli esponenti di quelle sette religiose, che vanno in giro porta a porta a caccia di proseliti e riescono invariabilmente a cogliervi nei momenti meno opportuni della vostra giornata.
Si tratta di qualcosa a cui annuire e sorridere mestamente con aria di circostanza, senza sentirsene più di tanto coinvolti, dato che si tratta di fenomeni mondiali la cui evoluzione sembra sia qualcosa che passa molto al di sopra della testa di ciascun singolo individuo.
Qualcosa che nel migliore dei casi viene considerato idealismo ed utopia irrealizzabile.

Pochi dollari spesi in prevenzione per salvare 16 milioni di vite

Immagine
Basterebbe un investimento di uno fino a massimo tre dollari per persona all'anno in programmi di prevenzione sanitaria per salvare 16 milioni di vite: sono le persone decedute prematuramente, prima dei 70 anni a causa di malattie non trasmissibili.
Questo è quanto risulta dall'ultimo rapporto OMS presentato ieri a Ginevra.
Ogni anno muoiono 38 milioni di persone a causa di malattie non trasmissibili, quali cardiopatie, malattie polmonari croniche, ictus e diabete: di questi 38 milioni, circa il 42%  cioè 16 milioni, sono morti premature e prevenibili. Circa l'82% poi delle morti premature prevenibili si registrano nei paesi a basso e medio reddito: la programmazione OMS, avviata circa 5 anni fa, prevede la riduzione delle malattie non trasmissibili del 25% entro il 2025.

63 milioni di adolescenti privati del diritto all'istruzione

Immagine
Sono 63 milioni nel mondo gli adolescenti di età compresa fra i 12 ed i 15 anni ai quali viene negato il diritto di frequentare la scuola ed istruirsi: questo è quanto risulta dal rapporto congiunto Unesco ed Unicef, reso pubblico oggi a Londra per il forum mondiale sull'educazione.
In pratica il 20% (uno su cinque) degli  adolescenti non frequenta la scuola, con una dispersione scolastica più che doppia rispetto alla fascia d'età corrispondente alla scuola primaria, dove un bimbo su 11 viene privato dell'istruzione.
Si parla nel computo complessivo di 121 milioni fra bambini ed adolescenti che o non hanno mai frequentato o hanno abbandonato precocemente la scuola e questo malgrado gli impegni interazionali di garantire a tutti il diritto all'istruzione entro il 2015.

Quanto pesce si può pescare senza rischiare l'estinzione delle specie?

Immagine
Quali sono le regole a cui deve attenersi la pesca per non compromettere i delicati equilibri degli ecosistemi marini e quanto pesce può arrivare sulle nostre tavole senza che si rischi l'estinzione di alcune specie? A queste domande un gruppo di ricercatori del CNR sta cercando di dare una risposta: è stato infatti elaborato un modello matematico, cosiddetto CMSY, che consente di calcolare in base a modelli statistici la massima  quantità di pescato sostenibile per una determinata specie all'interno delle diverse aree marine.

Un posto a tavola: un'idea per una cena veloce: la bruschetta (ricetta)

Immagine
Spero che la vostra domenica sia filata liscia, cari amici: qui abbiamo avuto pioggia, tempesta, turbini di vento e... raffreddore. Pare che tutta l'Italia sia sott'acqua, sicché: mal comune... fatto sta che ci siamo appesantiti a tavola ed approfittando del giorno festivo abbiamo dormito tutto il pomeriggio ed a questo punto ci serve qualcosa che ci scaldi, ma sia abbastanza leggero e digeribile.
In queste congiunture la bruschetta soccorre sempre: la bruschetta è più di un alimento, è una filosofia.
Prima di tutto è un elemento essenziale di quella che noi chiamiamo "dieta mediterranea"poi è sfiziosa e gustosissima e contiene, oltre al pane tostato, l'olio extravergine, il pomodoro e la mozzarella, elementi cardine della nostra tradizione alimentare.

Camminare 20 minuti al giorno allunga la vita

Immagine
L'abitudine di una bella passeggiata quotidiana a passo sostenuto e che duri almeno una ventina di minuti è quanto basta a ridurre drammaticamente il rischio di morte prematura: queste sono le conclusioni di uno studio estensivo, condotto in Europa  su oltre 334.000 persone di entrambi i sessi, da cui emerge che l'inattività è responsabile del doppio delle morti premature rispetto a quelle causate dalla obesità.
Il lavoro, condotto presso l'Università di Cambridge da Ulf Ekelund, è stato pubblicato il 14 gennaio scorso sul Journal of clinical nutrition.

Allarme OMS: epidemia di obesità infantile

Immagine
In effetti è proprio un vero allarme quello lanciato dalla Organizzazione Mondiale della Salute sul dilagare della obesità infantile: i dati diffusi in seguito alla seconda riunione della Commissione ECHO, tenutasi il 13 e 14 gennaio, depongono per un aumento continuo della prevalenza di obesità nell'infanzia al punto che si prevede che dagli oltre 42 milioni di bambini obesi al di sotto di 5 anni registrati nel 2013 si possa arrivare addirittura a 70 milioni nel 2025.
L'obesità nell'infanzia espone ad una serie di rischi per la salute sia nella stessa età infantile, che in seguito nell'età adulta: aumentano infatti asma, ipertensione, disturbi muscolo-scheletrici, insulino-resistenza, steatosi del fegato, apnea ostruttiva durante il sonno e diabete di tipo 2.

Tutti vogliono scrivere e... nessuno vuole leggere

Immagine
Ebbene sembra che sia proprio così: gli italiani leggono poco ed anzi sempre meno di anno in anno. C'è un bel dire che la riduzione dei lettori è legata alla diffusione di altri e diversi mezzi di comunicazione come la televisione ed internet, in realtà se io ho letto un libro dirò che ho letto un libro, anche se l'ho letto in formato ebook e non necessariamente in cartaceo, ma invece no: secondo i dati diffusi il 15 gennaio dall'Istat relativi alle statistiche di produzione e lettura di libri nel 2014, la percentuale di lettori italiani si va progressivamente assottigliando.
Sono stati intervistati 23 milioni e 750.000 persone di età superiore ai 6 anni nel 2014 e di queste solo il 41,4% dichiara di avere letto un libro nei 12 mesi precedenti l'intervista al di fuori di ciò che era obbligato a leggere per ragioni scolastiche o di lavoro: si è scesi dunque dal 43% del 2013 al 41,4% dell'anno appena trascorso.
La tendenza persiste in calo, mentre al contempo prolifer…

2 milioni di morti l'anno per intossicazioni alimentari

Immagine
La sicurezza alimentare è stata individuata dall'OMS come uno dei più rilevanti problemi emergenti di salute mondiale: sono due milioni le persone che ogni anno perdono la vita a causa di inquinanti biologici o chimici presenti negli alimenti ed in molti casi si tratta di bambini, come sempre i soggetti più fragili e vulnerabili.
Gli alimenti capaci di danneggiare la salute sono quelli che contengono batteri patogeni o inquinanti e le malattie causate dalle intossicazioni che ne derivano sono almeno 200 e coprono un ampio spettro di patologie che includono la diarrea ed il cancro.
Una serie di condizioni che coinvolgono i cambiamenti nelle produzioni e distribuzione, la facilità degli spostamenti con incremento dei viaggi e scambi di mercato, così come l'emergere di ceppi di microbi resistenti ai trattamenti antibiotici, continuano a proporre nuove problematiche da affrontare in termini di sicurezza alimentare.

OCSE: troppe disparità regionali nell'assistenza sanitaria in Italia

Immagine
Esistono profonde differenze nel funzionamento dei servizi sanitari delle diverse regioni italiane e tuttavia l'Italia, secondo il report OCSE pubblicato ieri sul sito del Ministero della Salute, registra tra i migliori indicatori di salute nei paesi monitorati dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo: siamo al 5° posto per aspettativa di vita alla nascita (82,3 anni) i tassi di ricovero per patologie broncopolmonari (asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva) sono molto al di sotto della media OCSE e lo stesso vale per la mortalità dopo ictus ed infarto.
Il Ministero inoltre sottolinea che questi risultati sono stati raggiunti con una ottimizzazione del rapporto qualità/prezzo dei servizi sanitari, che in Italia costano 3,027$ pro capite e quindi con cifre nettamente inferiori a quelle dei paesi limitrofi: 4,593$ per l'Austria, 4,121$ per la Francia e 4,650$ per la Germania, ma viene anche messo a fuoco come l'esigenza di contenimento della spesa rischi…

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Immagine
Voi vi chiederete il perché di una curiosità così insolita e potenzialmente controversa ed anche il perché proprio sette poesie: il motivo forse è che ho amato la corrente cosiddetta ermetica o anche perché un elenco limitato ben si coniuga con le poche parole della poesia breve ed infine perché sia l'uno che l'altra contengono un non so che di oracolare, che viene più facilmente impresso nella mente.

IL NUMERO
Sette è un numero magico: è uno dei più importanti numeri primi (cosiddetti) ed in qualche modo c'è sempre una mitologia che accompagna i principali numeri primi:

Le dimissioni del presidente Napolitano

Immagine
Fino ad ieri avevamo in Italia il premier più giovane ed il presidente più anziano d'Europa, oggi abbiamo un presidente emerito da affiancare al papa emerito, passato nell'ombra lo scorso anno.
Per  il presidente, così come per il papa il ritiro, se non proprio dalla vita pubblica, dalla prima carica dei rispettivi Stati è stata motivata da problemi di salute legati all'avanzare dell'età, almeno formalmente, ma in entrambi i casi la rinuncia alla massima carica avviene in momenti e situazioni profondamente difficili e critiche.
Ratzinger ha rinunciato in età avanzata, ma anche dopo una serie di scandali che riguardavano l'affiorare dei casi di pedofilia e lo scandalo Vatileaks.

Timida crescita di produzione industriale e consumi

Immagine
La produzione industriale in Italia durante lo scorso novembre ha registrato un lieve rialzo rispetto ad ottobre (+0,3%) ma rimane in calo nel confronto annuo in rapporto a novembre 2013 (-1,8%).
I settori che hanno registrato un incremento produttivo in termini congiunturali  sono:

beni di consumo + 1,8%beni intermedi + 0,8%beni strumentali + 0,2%

Fermate le coltivazioni OGM in Italia

Immagine
La normativa sulla coltivazione di OGM (organismi geneticamente modificati) sarà una libera scelta dei diversi governi nazionali, anche per ciò che riguarda gli OGM la cui coltivazione sia stata autorizzata dall'Europa: ciascun governo nazionale potrà dunque decidere di vietarne la coltivazione indipendentemente dalla autorizzazione esistente in Europa.
Per molti questa è una buona notizia: gran parte delle persone infatti sono portate a fidarsi molto poco dei prodotti ottenuti da manipolazioni del genoma.

Secondo la Coldiretti, il cui presidente, Moncalvo, esprime la sua soddisfazione per questa scelta dell'europarlamento, almeno il 76% dei cittadini rifiuta le coltivazioni ed i prodotti  OGM e fino ad oggi l'Italia è rimasta immune da questo genere di produzione.

I cavalieri del Charlie Hebdo

Immagine
In questi giorni tra la rete, i media ed i social abbiamo ascoltato e letto di tutto: da quelli che, pur difendendo la libertà di stampa, non hanno condiviso e non condividono un certo tipo di satira platealmente dissacrante fino ad apparire offensiva delle diverse fedi religiose a quelli che, cogliendo la palla al balzo, fomentano guerre e pulizie etniche a partire dai flussi migratori degli esuli per guerre e fame.
Abbiamo letto Je suis Charlie ed anche Je ne suis plus Charlie con posizioni ora argomentate ora accennate in linguaggi allusivi a tutti i vari significati, ricadute e strumentalizzazioni in corso nei panorami politici interni ed internazionali.
La vicenda del Charlie Hebdo è diventata una imponente onda mediatica che ciascuno cerca di cavalcare in modo da trascinare acqua al proprio mulino.
Bene: per quel che vale mi dissocio.

Fanciullezza (poesia)

Immagine
Fascino inquietante e rischioso quanto lo è esplorare il mondo e le anime in ogni loro  affetto ed ogni fuga verso l'ignoto: volare lontano come semi e pollini in primavera in balia dei venti ed ogni sconosciuto elemento della natura. Sperdersi nella confusione priva di orientamento dell'orizzonte spinto fin dove spariscono i punti dei luoghi conosciuti e tutto rimane sospeso.




FANCIULLEZZA

Dal Ministero della Salute nuova frustata al tabagismo

Immagine
Una nuova campagna di prevenzione contro tutti i vizi del secolo, inclusi tabagismo, abuso di alcol o sostanze e sesso non protetto, partirà a breve dal Ministero della Salute: questa è la promessa formulata direttamente dal ministro della salute in persona, Beatrice Lorenzin, nel corso di una iniziativa scolastica romana contro il fumo, in occasione del decennale dalla entrata in vigore della legge Sirchia, che ha vietato il fumo negli ambienti chiusi a tutela della salute dei non fumatori.
Gli effetti della legislazione in 10 anni hanno portato alla riduzione delle vendite di tabacco del 25%, alla riduzione del numero di fumatori del 18% con un corrispondente calo dei ricoveri per infarto del 5%. La legge è accettata e rispettata dai più: su 35.800 controlli compiuti dai NAS solo nel 5,8% dei casi sono state contestate infrazioni delle quali solo il 2% riguardavano infrazioni al divieto di fumo, mentre il rimanente era relativo alla mancata apposizione di cartelli di divieto.

L'ottimismo e le risate fanno bene al cuore

Immagine
Ebbene è proprio vero: le attitudini ottimiste e la capacità di ridere giovano alla salute.
Nei sui aspetti globali la cosa non è una grande novità ed in generale da qualche tempo sono diverse le ricerche che si avvicendano sulla correlazione tra il benessere psichico e lo stato di buona salute fisica.
Oggi presentiamo una ricerca recente sul tema: ottimismo e salute cardiaca.
Il lavoro è stato condotto da Rosalba Hernandez e coll. presso l'Università dell'Illinois e le conclusioni sono che gli ottimisti hanno addirittura il doppio delle probabilità rispetto ai pessimisti di conservare uno stato di salute cardiaca ideale.
I risultati sono stati pubblicati su Health Behavior and Policy Review.

Effetto cardioprotettivo dei mirtilli

Immagine
Vi piacciono i mirtilli? Auguriamoci di si, perché queste bacche riescono a prevenire ed a curare l'ipertensione arteriosa nelle donne in post menopausa: è più che probabile che abbiano lo stesso effetto anche nel sesso maschile, ma la ricerca di cui parliamo oggi è stata condotta su 48 donne nel periodo immediatamente successivo alla menopausa.
Si tratta di un periodo particolarmente delicato per la salute cardiovascolare nel sesso femminile: infatti nell'età fertile le donne sono protette dai disturbi cardiovascolari dagli ormoni femminili, la cui concentrazione però si riduce drammaticamente dopo la menopausa, sicché dopo questa età anche le donne come gli uomini sono esposte al rischio di ipertensione e malattie cardiache.

Perché i dipendenti privati hanno la salute più cagionevole dei dipendenti pubblici

Immagine
Oggi la Cgia  Mestre diffonde alcuni dati sulle assenze per malattia del personale dipendente sia pubblico che privato: a livello nazionale per tutte le categorie di lavoratori dipendenti la media dei giorni di assenza per malattia è di 17,71 giorni corrispondenti ad una media di episodi di malattia di 2,23 ma con alcune curiose differenze tra i dipendenti del settore pubblico rispetto a quello privato: i dipendenti privati si ammalano di più con una media della categoria di 18,3 giorni annui, mentre per il pubblico impiego la media annua è di 17,1 giorni. Questa non è una novità: dati simili con un maggior numero di assenze per malattia nel settore privato si era registrata anche negli anni precedenti.
I dati pubblicati oggi sono riferiti al 2013 ma la differenza tra giorni di malattia nel pubblico e nel privato era ancora più accentuata nel 2012  quando si registravano 16,72 giorni di assenza per i dipendenti pubblici e 18,11 per i privati, sicché c'è un incremento tendenziale de…

Uccisi i terroristi della strage al Charlie Hebdo

Immagine
Due giorni di guerriglia ed inseguimenti nelle strade di Parigi e fra i boschi francesi a nord della capitale: sequenze drammatiche e confuse che si susseguono nei notiziari, infine i terroristi responsabili della strage nel settimanale Charlie Hebdo sono stati uccisi.
I due fratelli Kouaki si erano asserragliati in una tipografia a Dammartin-en-Goele, dove si trovava anche un giovane, che era però riuscito a nascondersi, sembra in uno scatolone al primo piano dell'edificio.
Quasi contemporaneamente è stato ucciso anche un altro terrorista, Amedy Coulibaly con la sua complice: i due erano probabilmente appartenenti alla stessa cellula jiadaista e sono i responsabili dell'assassinio di una poliziotta avvenuto nel corso dei conflitti  di queste giornate.
Coulibaly si era chiuso con degli ostaggi in un supermercato ebraico parigino: la polizia ha liberato 15 ostaggi fra i quali un bambino, mentre 4 sono rimasti uccisi.

Pubbliche amministrazioni: risparmiati 616 milioni di euro

Immagine
Le pubbliche amministrazioni risparmiano o almeno ci provano, visto che i conteggi di apparati così mastodontici e storicamente indebitati non sono neanche semplici da sviscerare e comprendere: secondo i dati pubblicati oggi dall'Istat nel 3° trimestre del 2014 l'indebitamento delle amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è del 3,5% e risulta quindi aumentato su base annua di 0,2 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ma evidentemente è in riduzione rispetto ai trimestri precedenti del 2014: infatti la media di indebitamento per i primi 9 mesi del 2014 è pari a 3,7% con un peggioramento complessivo rispetto ai primi 9 mesi del 2013 di 0,3 punti percentuali.

Mercato immobiliare: cresce il volume di compravendite

Immagine
Qualcosa comincia a muoversi nel mercato immobiliare italiano: è pur vero che i dati trasmessi dall'Istat per il 3° trimestre 2014 danno i prezzi degli appartamenti ancora in discesa, ma, attenzione: sono in discesa solo i prezzi delle case già esistenti, quelle vecchie, che si riducono ancora dello 0,5% rispetto al  2° trimestre e del 3,9% nel confronto annuo, ma il calo è tutto a carico degli appartamenti in uso ed acquistati a fini abitativi o di investimento, mentre le case nuove o ristrutturate salgono di prezzo dello 0,7% rispetto al trimestre precedente per la prima volta dopo 2 anni. Nel raffronto annuo comunque si registra ancora una discesa del 4,8% trimestrale per gli immobili vecchi e dell'1,3% per quelli nuovi.
Il bilancio complessivo non è positivo, ma si registra un primo segnale di una eventuale ripresa di mercato: c'è infatti una crescita dei volumi di compravendita nel 3° trimestre 2014, calcolato del +4,1% su base annua, che spiega il contenimento della f…

Torino: un bambino con due madri... divorziate

Immagine
Ha suscitato non poche polemiche la vicenda della magistratura torinese che si è trovata a misurarsi con l'inedita circostanza del divorzio tra due donne omosessuali con i relativi problemi di affidamento e diritto di visita di un minore, concepito da una delle due all'estero, in Spagna,  grazie alle tecniche di inseminazione eterologa.
Al momento in Italia non esiste una normativa intesa a regolamentare le unioni o matrimoni gay, dunque le due madri non erano sposate in Italia, né avranno divorziato in Italia, evidentemente.
Una situazione confusa dal punto di vista giuridico dunque per la legislazione nazionale: i giudici della Corte d'Appello di Torino hanno riconosciuto ad entrambe le donne il ruolo genitoriale con pari diritti e doveri conformandosi di fatto all'operato del comune di Barcellona  che aveva registrato le due donne come madre A e B del minore.

Cominciate a sorridere per ritrovare il vostro pensiero felice!

Immagine
La memorizzazione di informazioni ed emozioni passa attraverso il corpo: toccare, manipolare, realizzare una sequenza motoria sono altrettante modalità capaci di scolpire una memoria nel corpo: un gruppo di ricercatori di Trieste ha studiato in particolare il ruolo della mimica del viso nella capacità di rievocazione emozionale.
La ricerca condotta da Jenny Baumeister è stata appena pubblicata su Acta Psychologica: i partecipanti allo studio sono stati divisi in due gruppi ed a ciascuno di essi è stato chiesto di svolgere un compito di memoria che coinvolgeva il ricordo di una emozione, uno dei due gruppi era libero di produrre qualunque espressione con la mimica del volto, nell'altro gruppo invece la mimica è stata bloccata utilizzando una "maschera" di argilla simile a quelle di usa cosmetico, che indurendosi blocca di fatto la espressività mimica.

Nuovo antibiotico contro i microbi resistenti

Immagine
Da tempo ormai si parla dei ceppi microbici resistenti ai più comuni antibiotici e lo scorso anno l'argomento è stato al centro dell'attenzione da parte della Organizzazione  Mondiale della Salute, che l'ha presentata come una delle emergenze mediche del nostro secolo: valgono naturalmente per l'uso degli antibiotici tutte le raccomandazioni già formulate e diffuse reiteratamente dagli organi ufficialmente preposti ai compiti di educazione sanitaria, ma è di conforto sapere che nel frattempo la scienza non rimane ferma.
Un articolo  pubblicato ieri su Naturepresenta uno studio condotto da un gruppo di ricercatori sotto la guida di Kim Lewis della Università di Boston: la nuova sostanza scoperta attraverso un batterio del terreno, è stata battezzata teixobactin e, benché non sia ancora stato testato nella specie umana, dimostra, negli animali da esperimento, una buona attività ed efficacia contro il temuto stafilococco aureo resistente alla meticillina  (MRSA) ed anche c…

Il fiore diverso (poesia)

Immagine
Esistono fiori di superba bellezza, alti sui loro fusti, grandi, ricchi di colore e profumi, emozionanti.
Esistono distese di prati verdi, soffici e compatti per adagiarvisi a guardare le forme dei nembi che trasmutano sulla volta celeste, come la tavolozza di un artista distratto, che pasticcia i colori in forme bizzarre. E poi c'è la piccola macchia, il colore inatteso, il profumo che senti solo se ci passi molto vicino, quello che ti sorprende, perché non lo avresti notato: è accaduto solo per caso.

IL FIORE DIVERSO

L'intolleranza odia la satira: la strage del Charlie Hebdo

Immagine
L'intolleranza odia la satira, ma garantisce uno straordinario lancio pubblicitario per l'ultimo romanzo di Michel Houellebecq: la strage dei redattori e del direttore del settimanale satirico parigino Charlie Hebdo, nel cuore della capitale francese non solo è assolutamente agghiacciante, ma rappresenta una frattura certamente insanabile nei rapporti di fiducia e convivenza civile tra la popolazione francese di religione islamica e quella appartenente a diverse credenze religiose o non credente affatto.
Insomma l'atto terroristico compiuto dai fondamentalisti islamici rischia di essere vissuto e diventare di fatto una dichiarazione di guerra, circostanza sicuramente ben accetta alle frange dell'estrema destra occidentale che questa guerra l'hanno già dichiarata e la fomentano da tempo.

La disoccupazione giovanile al 43,9%

Immagine
I dati pubblicati dall'Istat oggi parlano di una disoccupazione ancora in crescita soprattutto per le donne ed i giovani: si tratta delle statistiche riferite al mese di novembre 2014.
Il numero complessivo dei disoccupati sale a 3 milioni e 457 mila, 40.000 in più rispetto al mese precedente corrispondenti ad un  + 1,2% rispetto ad ottobre 2014 ed addirittura + 8,3% nel confronto su base annua. Convertendo le percentuali in numero di persone si tratta di 264.000 unità in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
Il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 13,4% con una crescita dello 0,9% su base annua.
Coerentemente calano gli occupati, che sono attualmente 22 milioni e 310 mila.
Il tasso di disoccupazione giovanile per la fascia d'età compresa fra i 15 ed i 24 anni ha raggiunto il 43,9% con un aumento dello 0,6% rispetto ad ottobre e del 2,4% nel confronto annuo.
I ragazzi in cerca di occupazione sono 729 mila.