Un posto a tavola: un'idea per una cena veloce: la bruschetta (ricetta)

Spero che la vostra domenica sia filata liscia, cari amici: qui abbiamo avuto pioggia, tempesta, turbini di vento e... raffreddore. Pare che tutta l'Italia sia sott'acqua, sicché: mal comune... fatto sta che ci siamo appesantiti a tavola ed approfittando del giorno festivo abbiamo dormito tutto il pomeriggio ed a questo punto ci serve qualcosa che ci scaldi, ma sia abbastanza leggero e digeribile.
In queste congiunture la bruschetta soccorre sempre: la bruschetta è più di un alimento, è una filosofia.
Prima di tutto è un elemento essenziale di quella che noi chiamiamo "dieta mediterranea" poi è sfiziosa e gustosissima e contiene, oltre al pane tostato, l'olio extravergine, il pomodoro e la mozzarella, elementi cardine della nostra tradizione alimentare.

Come se non bastasse la bruschetta ci permette di riutilizzare il pane raffermo, quello vecchio di un paio di giorni, limitando quindi l'aborrito spreco alimentare, che, malgrado la crisi, continua ad affliggerci. Come dicevo la bruschetta è un modus vivendi e pertanto ne esistono diverse versioni: c'è chi tosta prima il pane affettato e poi lo condisce con ingredienti freschi e chi invece prepara le bruschette e le inforna in modo da tostare  il pane, scottando  contemporaneamente gli ingredienti freschi con cui è condito: bene, io non sono neutrale, ma sposo decisamente la seconda scuola di pensiero.
Allora vediamo cosa occorre:
- pane casareccio raffermo di un paio di giorni
- olio extravergine d'oliva
- spicchio d'aglio
- pomodorini freschi
- mozzarella tagliata a tocchetti
- basilico o origano
- sale
poi... mi corre l'obbligo di rivelare che la bruschetta è come la pizza: insomma potete metterci quello che vi piace: acciughe, olive, verdurine e funghetti (già cotti in precedenza: gli avanzi vanno benissimo).
Bene nella preparazione classica voi affettate il pane, poi sbucciate l'aglio: su ciascuna fetta di pane dovrete strofinare lo spicchio d'aglio, che si consumerà man mano che lo usate sulle diverse fette.
Se i pomodorini sono ben maturi, vanno schiacciati e strofinati a loro volta sulla fetta e ciò che resta distribuito a pezzettini sulla stessa fetta di pane, ora salate, condite con un filo d'olio extravergine, aggiungete qualche tocchetto di mozzarella ed una foglia di basilico, infine disponete le fette pronte per essere infornate sulla piastra del forno.
Infornate in forno già caldo a circa 200°C per 5-10 minuti, il tempo di tostare il pane e buon appetito...

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Il cielo stellato (poesia)

Il canto del dio del fiume (poesia)

Semel in anno licet insanire, ovvero il seme della follia

Creme di verdure per condire la pasta (ricetta)