La pizza fatta in casa (ricetta)

Buona domenica cari amici: oggi penseremo ad una cena domenicale prima ancora che al pranzo, quindi prepareremo un buon impasto per una magnifica pizza.
Possiamo provvedere alla preparazione anche dopo pranzo, ma teniamo presente che una buona riuscita dell'impasto è praticamente tutto per una buona pizza e che per una buona riuscita è bene avere il tempo di rimpastare una volta dopo la prima lievitazione.

La cosa in sé non richiede chissà che impegno (non dovete covarlo l'impasto) ma vuole il suo tempo e quindi è bene pensarci diverse ore prima.

Per l'impasto vi occorrono:

  • farina: 1 kg.
  • lievito di birra: 2 cubi
  • acqua: 4 bicchieri da tavola
  • fecola di patate: un paio di cucchiai da tavola, o in alternativa una patata di media grandezza bollita, pelata e schiacciata nello schiacciapatate
  • sale: un paio di cucchiaini da caffé
In genere io faccio bollire una patatina, la sbuccio e la schiaccio, metto la farina in un contenitore capiente, ma la si può anche mettere a fontana su un ripiano di lavoro in legno, aggiungo la patata schiacciata ed il sale, quindi sciolgo il lievito nel bicchiere di acqua, lo verso sopra e comincio ad impastare. L'impasto alla fine deve essere omogeneo e consistente, ma ancora giusto un pochino appiccicoso alle mani: ne facciamo una palla e lo lasciamo riposare coperto da un canovaccio pulito in una zuppiera abbastanza capiente per un paio d'ore.
Dopo due ore l'impasto sarà lievitato e potrebbe essere già usato, ma se lo rimpastiamo e lo lasciamo crescere di nuovo, il nostro impasto riuscirà più soffice ed avrà una resa migliore al palato dopo la cottura.
Quando l'impasto è pronto possiamo usare una teglia antiaderente o ungere ed infarinare una teglia qualsivoglia, purché abbastanza grande ed adatta a stendere la pizza: prendiamo una parte dell'impasto (da 1 kg di farina, secondo la riuscita, direi che potete ottenere tranquillamente 4 pizze) e cominciamo a stendere prima con le mani, quindi nella teglia, ottenendo uno spessore abbastanza sottile.
A questo punto dobbiamo condire la pizza in superficie: come immagino sappiate esistono diversi tipi di pizza, la pizza è come il pane e può accompagnarsi con qualsiasi cosa.
Se volete preparare la classica pizza margherita, vi occorrono:
  • passata di pomodoro
  • olio extravergine di oliva
  • mozzarella, fior di latte o provola (secondo il vostro gusto)
  • sale
  • basilico
spargete la passata di pomodoro sulla superficie della pizza, aggiungete il latticino tagliato a  tocchetti ed infine condite con olio e sale.
Infornate in forno preriscaldato a 250°C per 15 minuti e la vostra pizza è pronta.

Se preferite la pizza con wurstel e patatine, tenete conto che le patatine vanno fritte a parte, lasciate asciugare sul foglio di carta assorbente ed aggiunte sulla pizza già sfornata, che avrete condito solo  con wurstel tagliati a dischetti, pezzetti di latticino, olio extravergine e sale.
Buon appetito!

Commenti

Post popolari in questo blog

Torre Del Greco: il penoso spettacolo delle spiagge invernali

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

La giornata FAI d'autunno: cosa c'è da vedere a Napoli

Abbracciami (poesia)

Torre Del Greco: stalker a 19 anni