Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2015

Il bullismo ha conseguenze perfino più gravi del maltrattamento infamiglia

Immagine
Può sembrare strano ad  alcuni, specie a tutti quelli  tra gli adulti, che hanno considerato la prepotenza o comunque certi conflitti tra ragazzi qualcosa di "normale" a certe età, quasi come un rituale di iniziazione alla competizione nei gruppi sociali che si dovrà affrontare da adulti, ma in realtà l'aver subito atti di bullismo è una condizione associata ad un maggiore rischio di disagio mentale in età adulta di quanto non lo sia perfino l'essere stati vittime di maltrattamenti in famiglia: questa è la conclusione di un ampio studio recentemente pubblicato su Lancet Psychiatry dopo la revisione di una vasta casistica per la quale sono stati utilizzati i dati provenienti sia dalla Gran Bretagna che dagli Stati Uniti.

Crostata al cioccolato... imperfetta (ricetta)

Immagine
Oggi voglio proporvi qualcosa di buono da mangiare: da un pò di tempo a questa parte impazza nei social la vendetta di tutti coloro che, angosciati dall'imminenza della prova costume, vanno predicando che "curvy" è bello: la verità è che è bello ciò che è bello e spesso non è la taglia a fare la differenza, ma naturalmente la proporzione, l'armonia e l'equilibrio del corpo e... altri dettagli che qui tralasceremo, perché non è di questo che vogliamo parlare.
Ad ogni modo che voi siate magri o grassi, sodi o flaccidi e che insomma piaciate o meno a voi stessi (prima di tutto) sappiate che non vi servirà esorcizzare l'angoscia postando foto di donne e/o uomini bellissime/i della vostra taglia (tanto voi non siete loro) ma un pochino di cioccolato per le sue note proprietà antidepressive, potrebbe essere di aiuto, certo solo in un certo senso: del resto se avete deciso di ribellarvi ai modelli di bellezza imposti dalla moda, il cioccolato è appunto ciò che fa pe…

Oltre 5.000 i morti in Nepal e più di un milione di bambini coinvolti

Immagine
Il bilancio aggiornato delle vittime del terremoto in Nepal è di 5.057 morti, quasi 11.000 feriti, 450.000 rimasti senza tetto all'addiaccio ed oltre un milione di bambini coinvolti: a rischio di infezioni, ipotermia e fame. Circa 1,4 milioni di persone necessitano di aiuti alimentari, gli ospedali sono sovraccarichi ed i medicinali in esaurimento. Un quadro apocalittico dove diviene difficile anche prestare soccorsi perché alcune zone sono difficili da raggiungere.
Sono mobilitate tutte le agenzie umanitarie internazionali, ma i soccorsi al momento sembrano ancora inadeguati rispetto alla situazione. Il bilancio delle vittime non è ancora definitivo: si temono 10.000 morti.

Chi semina raccoglie: Salvini raccoglie a Livorno, Ancona e Macerata

Immagine
Dicono che chi semina vento raccoglie tempesta: Salvini invece raccoglie pomodori, il che evidentemente è indice del suo sentimento solidale ed umano nei riguardi degli immigrati che lavorano appunto nei campi alla raccolta di pomodori, in genere (par d'aver sentito) per 12-14 ore al giorno e per un paio di euro l'ora.
Manodopera a buon mercato, voi mi direte, gestita dai cosiddetti caporali nelle campagne bruciate del sud.
D'altro canto i pelati e la passata li dovremo pur fare e, si sa, se la materia prima costa meno per l'industria alimentare è meglio, così risparmia i soldoni per il padiglione del made in Italy all'EXPO.

Spossatezza (poesia)

Immagine
Alcuni momenti sono privi di pensiero, solo persi nel sordo sottofondo rumoroso dell'ordine ripetuto che schiaccia ogni anima nel suo ingranaggio,  ne spreme l'essenza e la svuota fino ai granelli di ogni emozione: nessuno si somiglia nei simulacri di folle in corsa sulle strade del mondo.
Solo chi può fermarsi e lasciare sedimentare le polveri al fondo, vede la strada attraverso una lente limpida.




SPOSSATEZZA

Giornata della terra 2015

Immagine
La primavera è entrata da un mese ed ora, a stagione già abbastanza inoltrata, con prati ed alberi fioriti, sembra naturale festeggiare la bellezza di questa natura al risveglio con l'annuale ricorrenza della Giornata della Terra: l'attenzione all'ambiente ed ai suoi equilibri nasce negli anni sessanta con la cultura dei cosiddetti figli dei fiori, per ciò che sono stati, nel bene e nel male, ma per riuscire a portare le tematiche ambientaliste all'attenzione dei governi e dei centri di potere ci sono voluti anni e (naturalmente) disgrazie...
L'istituzione ufficiale di questa ricorrenza, che nasce negli Stati Uniti, infatti è stata ratificata poco dopo il disastro ambientale della Union Oil avvenuto in California nel 1969, quando si verificò una perdita da uno dei pozzi della compagnia con effetti molto gravi ed un impatto ambientale disastroso in quella zona.

Migranti: richiedenti asilo in Italia sotto la media UE

Immagine
L'emergenza immigrazione dopo le ultime stragi del mare è balzata in primo piano non solo su tutti i media, ma anche nei discorsi dei politici: negli ultimi giorni non si parla d'altro e l'Europa progetta un intervento militare per fermare i trafficanti e distruggere i barconi.
Ieri in Lussemburgo, si sono riuniti i ministri degli esteri della UE appunto per elaborare un programma che affronti l'emergenza immigrazione.
Qui in Italia invece si affrontano Renzi e Salvini: il primo motivato a coinvolgere l'Europa ottenendo maggiori supporti rispetto a quella che a pieno titolo si configura come una crisi umanitaria, il secondo concentrato a cavalcare l'onda del razzismo più o meno strisciante o esplicito di chi, stretto nella morsa della crisi economica, vorrebbe scaricare la propria rabbia verso il locus minoris resistentiae, vale a dire verso i deboli ed i disperati: gli immigrati, appunto.

Il mostro di Loch Ness nel doodle dedicato oggi da Google

Immagine
Sono stata sorpresa questa mattina nello scoprire che Google ha dedicato alla leggenda del mostro di Loch Ness un doodle in occasione dell'81° anniversario della fotografia più famosa che sia mai stata scattata di questa misteriosa creatura. Come dicevo la cosa mi ha un pò stupito perché in genere trovo che i doodle dedicati da Google siano stimoli culturali interessanti: un'occasione od un pretesto per ricordare personaggi ed eventi di rilievo nella nostra storia, mentre il mito del mostro di Loch Ness sembra una favola per bambini o, nel migliore dei casi una trovata pubblicitaria degli operatori turistici della zona. L'immagine però è graziosa e certamente ispira un sorriso, del resto non bisognerebbe avere della cosiddetta cultura una concezione eccessivamente scolastica:

Lo sciopero del 5 maggio dei lavoratori della scuola

Immagine
Quando ho letto di questa grande mobilitazione unitaria della scuola, programmata per il 5 maggio, la prima grande manifestazione unitaria dopo quella contro la riforma Gelmini, un pò mi è venuto da sorridere: voi forse non ci avete pensato, non è la prima associazione che avete fatto, invece io ho pensato all'ode di Manzoni in morte di Napoleone, intitolata il 5 maggio appunto.
Se vi ricordate: "ei fu..." con tutte le parafrasi canzonatorie che generazioni e generazioni di studenti sono riuscite a costruirvi intorno.
Se lo saranno ben meritato questo 5 maggio lorsignori insegnanti che ci hanno obbligato a mandare a memoria l'ode: "dato il mortal sospiro, stette la spoglia immemore...".

L'esodo e l'ecatombe nel canale di Sicilia: oltre 700 dispersi per il capovolgimento di un barcone

Immagine
Non sempre bastano i soccorsi: in situazioni disperate una porta che si apre può essere il motivo di innumerevoli morti per calpestamento della folla che si riversa come un mostro acefalo verso lo spiraglio che promette salvezza. Qualcosa di simile è quello che è avvenuto durante la scorsa notte a circa 60 miglia a nord della costa libica: qualcuno a bordo di un natante di fortuna, uno dei soliti malandati cosiddetti barconi della speranza, lancia un allarme utilizzando un telefono.
La richiesta di aiuto viene raccolta dalla Guardia Costiera che individua la posizione e dirotta un mercantile portoghese presente in zona per cominciare a prestare i primi soccorsi, ma è appunto all'avvicinamento della nave che avviene la tragedia: 700 migranti stipati sul barcone si spostano sul lato dell'imbarcazione verso la nave di salvataggio, si sbilanciano, si capovolgono e cadono tutti in mare.

Come è cambiato il consumo di alcolici in Italia

Immagine
Ieri in occasione dell'Alcohol Prevention Day, l'Istat ha pubblicato alcuni dati relativi al consumo di alcolici in Italia nel 2014: risulta che il 63% degli italiani di età superiore agli 11 anni ha consumato come minimo una bibita alcolica durante l'anno 2014. Viene pertanto registrata una modesta riduzione globale nel consumo di alcol rispetto al 2013, quando la percentuale di consumatori era del 63,9%.
Il dato di questa riduzione viene enfatizzato per motivi diversi dal Ministero della Salute e dall'Iss da un lato e dalla Coldiretti dall'altro: secondo Coldiretti il dato sarebbe attribuibile alla crisi (e quindi al costo degli alcolici, non più alla portata di tutti) e, stando alle sue analisi dal 2008 al 2014 ben 1,7 milioni di italiani hanno rinunciato alle bevande alcoliche e soprattutto al vino, il cui consumo si è ridotto di un quinto, mentre solo la birra registra un aumento, anche se modesto dei consumatori (dello 0,1%).

Produzione edilizia in calo in febbraio

Immagine
Cala in febbraio 2015 il prodotto delle imprese edili: La riduzione è dell'1,3% rispetto a gennaio e dello 0,8% in termini tendenziali. Nei primi 2 mesi 2015 la riduzione di produttività rispetto al corrispondente bimestre 2014 è del 3,2%. Il confronto trimestrale tuttavia tra il periodo dicembre 2014-febbraio 2015 è in risalita rispetto al trimestre precedente dell'1,2%.
Invece i costi delle costruzioni  risultano aumentati in gennaio 2015 per quanto riguarda fabbricati residenziali: in termini tendenziali (nel confronto con gennaio 2014) dello 0,5% ma stabili rispetto al mese precedenti.

Eletti con i voti della mafia

Immagine
Nessuno si stupisce a sentir dire che ci sono politici, anche ai vertici dello Stato, eletti con i voti della mafia: si tratta infatti di quelle cose che tutti sanno, ma nessuno dice, perché (per carità) bisogna proprio possedere una documentazione inoppugnabile per fare affermazioni del genere.
Si tratta di potenti: gente che può pagare fior fiore di avvocati e mettere nei guai chiunque, senza documentazioni, prove concrete e sentenze in terzo grado di giudizio osi fare affermazioni del genere, ma l'accusa oggi (tutta da verificare, peraltro) parte da un pentito di mafia, Carmelo D'Amico,

Taglio del vitalizio ai condannati: si, ma quando?

Immagine
Esiste una petizione on line per richiedere la sospensione del vitalizio ai politici condannati in via definitiva per mafia, corruzione, frode ed altri reati gravi: si tratta di una iniziativa di Libera e Gruppo Abele col supporto di Change.org: l'iniziativa ha raccolto fino ad oggi 440.787 firme di comuni cittadini ed in effetti si tratta di un progetto alla discussione del parlamento.
Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha dichiarato da tempo di voler tagliare i vitalizi ai politici condannati per mafia e corruzione, ma la questione si rivela spinosa e di difficile risoluzione.
La discussione sul tema era prevista ieri, ma è stata rinviata:

Occhio al peso: chi è troppo magro è a maggiore rischio di demenza

Immagine
Se con la stagione primaverile avete già cominciato a preoccuparvi per la prova costume, sappiate che l'adipe, pur accorciandovi la vita, ha però il vantaggio di proteggervi dal deterioramento cerebrale in età avanzata (sempre che ci arriviate): questo infatti è quanto risulta da uno studio britannico condotto da Evans, Pocock, Qizilbash e coll. presso la London school of Hygiene and tropical medicinee pubblicato su The Lancet.

Il papa sulla teoria del gender: valorizzare la differenza

Immagine
Valorizzare la differenza (di genere: tra uomo e donna) riconoscere maggior peso ed autorevolezza alla voce delle donne, non fare un passo indietro nell'annullare questa diversità tra i sessi, purché nella diversità vi sia uguaglianza di diritti.
Non solo l'uomo, ma anche la donna fu creata ad immagine e somiglianza divina, anzi di più, proprio l'unione tra uomo e donna rispecchia, nel suo essere insieme con reciprocità e rispetto, l'immagine della divinità.
Questi in sostanza i pensieri espressi oggi dal papa nel corso della sua udienza generale: questa udienza è stata quindi dedicata alla catechesi sul matrimonio ed il papa intende insistere su questo tema anche per la prossima udienza.

Salvini sugli immigrati: "Non accoglieteli"

Immagine
Lo confesso: sono stata incuriosita dall'ultima sparata di Salvini (quella relativa al rifiuto di accogliere i migranti) e mi sono fatta un giro sulla sua pagina facebook. Riconosco di aver provato qualcosa di molto vicino alla vergogna: tra l'altro ho scoperto anche chi tra i miei conoscenti ha espresso il suo gradimento per la pagina in questione e non ne nascondo il rammarico.
Certo di questi tempi è difficile riuscire ad orientarsi nel mondo della politica, ma ammetto di essermi sentita offesa dai post (invariabilmente battute da bar contro i rom e la Boldrini) e dai commenti. Dopo la vergogna si è insinuato nel mio animo un sottile timore: in uno dei suoi post Salvini scrive:

La motivazione all'apprendimento è condizionata (anche) da fattori genetici

Immagine
La motivazione allo studio nei bambini sarebbe condizionata almeno per il 40% da fattori genetici: questo è il risultato di un esteso studio condotto nella Ohio University e recentemente pubblicato su Personality and Individual Differences: gli autori (Kovas, Tremblay, Vitaro et al.) hanno rivisitato i dati raccolti per altre ricerche in corso, di circa 13.000 gemelli di età compresa tra i 9 ed i 16 anni provenienti da 6 diversi paesi per concludere che:

" Contrary to common belief, enjoyment of learning and children’s perceptions of their competence were no less heritable than cognitive ability" ("Contrariamente alle comuni credenze il piacere di apprendere e la percezione che i piccoli hanno della loro bravura non è meno ereditaria dell'intelligenza")

Dal 24 al 30 aprile settimana mondiale dell'immunizzazione

Immagine
Una settimana dedicata alla promozione dei vaccini a tutte le età ed in tutto il mondo, voluta e celebrata dall'OMS nell'ultima settimana di questo mese: nella informativa pubblicata sul sito l'Organizzazione mondiale della salute ricorda che le vaccinazioni salvano ogni anno fra i due ed i tre milioni di vite e che oggi, accanto al calendario vaccinale tradizionalmente consolidato esiste la possibilità di immunizzarsi anche contro infezioni importanti come la polmonite e la diarrea da rotavirus, che rappresentano due rilevanti cause di morte nell'infanzia al di sotto dei 5 anni.

Crolla il soffitto di una scuola di Ostuni: tragedia sfiorata

Immagine
Molte polemiche ed accuse al governo ha suscitato il fatto di cronaca di questa mattina: in provincia di Brindisi, ad Ostuni è crollato il soffitto di un'aula sulla scolaresca, proprio durante la lezione, due bambini ed una insegnante sono stati feriti, ma per fortuna nessuno gravemente.
Uno dei bambini ha riportato una frattura del setto nasale, l'insegnante nella corsa per soccorrere i piccoli, ha finito per scivolare e si è fratturata una caviglia: stante l'entità del crollo avrebbe potuto veramente andare molto peggio!

Isolamento e solitudine

Immagine
Racchiuso in un proiettile di purissimo ghiaccio lanciato nello spazio infinito.

Disperso in un deserto immenso privo dell'orizzonte, confuso nell'abbagliante riverbero del sole.
Rintanato nella penombra di un angusto anfratto a contare nella mente tutte le particelle di pulviscolo roteanti nella fessura di luce.

La memoria femminile dura più a lungo

Immagine
Le donne hanno una memoria migliore degli uomini ed in condizioni normali (quando cioè non vi siano processi patologici di involuzione cerebrale) tendono a conservare più a lungo le proprie capacità mnemoniche. Questo è quanto risulta da uno studio condotto da Petersen, Clifford et al. recentemente pubblicato su Jama Neurology: in effetti è stata studiata l'incidenza di alcune variabili, quali età, sesso e fattori di rischio genetico per malattia di Alzheimer (variante genetica APOE epsilon 4) sulle funzioni mnemoniche, la struttura cerebrale e la presenza di beta-amiloide (caratteristica dell'Alzheimer) nel tessuto nervoso durante la vita adulta. Sono stati studiati 1.246 soggetti non affetti da demenza per ben 18 anni, dal 2006 fino al 2014: di questi 1.209 avevano età compresa tra i 50 ed i 95 anni, mentre altri 37 erano volontari arruolati per la ricerca di età compresa fra i 30 ed i 49 anni. Le misurazioni hanno riguardato test di memoria e riscontri della PET dai quali r…

9 morti nel rovesciamento di un barcone di migranti

Immagine
Un barcone capovolto: 9 cadaveri recuperati, 144 tratti in salvo, difficile stabilire, come sempre, l'esistenza di dispersi. Non si ferma la strage del mare: il naufragio è avvenuto al largo delle coste libiche, circa 80 miglia ed i soccorsi sono stati prestati dalla guardia costiera italiana, mentre le persone tratte in salvo sono state trasferite su una nave militare. Si parla di oltre 5.000 migranti messi in salvo negli ultimi 3 giorni, dal 10 aprile e di 15.000 dall'inizio dell'anno.

Pomeriggio notturno

Immagine
Le ciglia appiccicate nel vapore aromatico del pomeriggio torrido, la fatica di riaprire gli occhi e la nauseante vertigine attanagliata alle tempie, poi  il suo  stesso respiro lento, pesante come un macigno sul petto: la prima cosa che riuscì a mettere a fuoco fu il colore verde dell'erba del campo.
Impiegò del tempo a riaversi ed a prendere coscienza, si chiese dove si trovasse: fu la prima domanda formulata nitidamente nella sua mente, ma non ricordava dove avrebbe dovuto trovarsi, né cosa l'aveva condotta in quel luogo. Cominciò a percepire l'umido sulla schiena e sul fianco perciò tentò di sollevarsi: fu allora che venne colta di sorpresa perché le gambe non le rispondevano. Poteva sollevare il tronco, puntandosi sui gomiti, ma il bacino riusciva appena faticosamente a trascinarlo, sentì avvicinarsi delle voci:
- Resti ferma, non si muova, non si sforzi: tranquilla: è in arrivo l'ambulanza!

Il massacro in Armenia: chiamiamolo genocidio

Immagine
Il 24 aprile prossimo ricorre il centenario del genocidio degli armeni del 1915: il primo nel XX secolo nelle parole pronunciate oggi da papa Francesco in San Pietro. Non è certo la prima volta che si parla di genocidio a proposito dei fatti avvenuti in quel periodo ad opera della Turchia appoggiata dalla Germania: ad oggi  sono 20 le nazioni che hanno riconosciuto che il massacro del popolo armeno consumatosi tra il 1915 ed il 1916 ha rappresentato un genocidio e tra questi lo stesso stato del Vaticano (il riconoscimento fu opera del papa Giovanni Paolo II nel 2001) e l'Italia, ma l'interpretazione della storia rimane controversa e soprattutto la Turchia ha sempre negato si sia trattato di un genocidio, tanto che nel suo codice penale è vietato riferirsi al massacro armeno come genocidio e si tratta di un reato punibile con la carcerazione fino a due anni per "vilipendio": all'opposto in Francia viene considerato reato il negazionismo del fenomeno. In Italia que…

Intellicare: la app terapeutica per ansia e depressione

Immagine
C'era da aspettarselo che sarebbe accaduto: ecco che arriva il terapeuta digitale, una app, Intellicare, che utilizza particolari algoritmi per suggerire agli utenti applicazioni che , fondandosi sulle informazioni fornite dagli utilizzatori, individuano e forniscono i suggerimenti appropriati, gli insegnamenti e le indicazioni normalmente adottate in casi simili dagli psicoterapeuti.
Secondo l'articolo pubblicato l'8 aprile sul sito della Northwestern University, questa app è in grado di selezionare il programma di terapia adeguato in base ai sintomi riferiti: per un eccesso di autocritica (ed autosvalutazione) può essere di aiuto "pensiero challenger", per i sentimenti di vuoto "Aspire" e così via.

Gli animali nelle città degli uomini: il rapporto di Legambiente

Immagine
Oggi Legambiente ha pubblicato sul sito i risultati del 4° rapporto nazionale sui servizi e le attività dei comuni capoluogo e delle Asl per gli animali che vivono nelle città: sorpresa! La Asl Na 1 centro risulta offrire il miglior servizio a livello nazionale insieme con i comuni di Prato e Terni.
Sono stati sottoposti all'intervista 85 comuni capoluogo di provincia (il 77% del campione) e 74 Asl (il 55% delle 146 contattate del campione): risulta che il 90% dei comuni intervistati ha attivato un assessorato dedicato, mentre l'82% delle Asl possiede un canile sanitario ed un ufficio di igiene veterinaria, solo 2 su 74 anche un ospedale veterinario.
La problematica è dunque conosciuta e sentita, ma, malgrado l'esistenza di specifici uffici ed ambulatori, solo una piccola parte dei comuni e delle Asl riescono a garantire servizi qualitativamente sufficienti per gli animali che popolano le città.

Coltivare passioni artistiche ed artigianali previene il deterioramentocognitivo negli anziani

Immagine
Chi vive una vita piena di interessi, curando una propria rete di relazioni sociali e coltiva piccole passioni artistiche, artigianali, ma anche informatiche ha meno probabilità di incorrere in quelle forme di deterioramento cognitivo moderato, proprio della terza età: questo è quanto dimostrato attraverso uno studio longitudinale che ha preso in esame 256 persone con età media di 87 anni, che al momento dell'inizio dello studio non presentavano alcuna sintomatologia di MCI (Mild Cognitive Impairment). Il lavoro, condotto da Peterson, Roberts ed altri autori, è stato pubblicato ieri sulla rivista Neurology: i 256 partecipanti al momento dell'arruolamento nello studio, hanno segnalato i loro hobby e le loro abitudini di vita, quali arti figurative, artigianato, abitudini sociali (cinema, teatro, etc.) uso del computer per giochi in internet, ricerche ed acquisti.

La Corte di Strasburgo condanna l'Italia: fu TORTURA

Immagine
Non so perché una delle prime cose che mi sono venute in mente nel leggere i notiziari sulla condanna che la Corte Europea di Strasburgo ha espresso nei riguardi dell'Italia in merito ai fatti del G8 avvenuti nel 2001, è un racconto di Jean Paul Sartre, "I sequestrati di Altona", di cui, in verità, non ricordo un granché se non quello strano concetto della paura delle parole, che mi colpì, perché v'era un tacito accordo tra i personaggi nel non riferirsi ad alcune cose con il loro proprio nome, come se nominarle ne ratificasse l'esistenza (inaccettabile) ed invece il non nominarle, lasciando il tutto nel limbo dell'indefinito, bastasse in qualche modo a rendere la realtà rarefatta ed a dissolverla, come se quel qualcosa potesse restare in tal modo confuso ed incomprensibile o non esistesse.

Il doodle di Google per Gabriella Mistral

Immagine
Oggi Google celebra con un doodle dedicato Gabriela Mistral nel 126° anniversario della sua nascita: era una poetessa di nazionalità cilena, la prima donna dell'America latina che ha vinto il premio Nobel per la letteratura nel 1945. Gabriela Mistral non era che uno pseudonimo: si chiamava Lucila de Maria del Perpetuo Socorro Godoy Alcayaga, ma amava firmarsi Gabriela Mistral col nome di Gabriele D'Annunzio ed il cognome di Frederic Mistral, i suoi poeti preferiti.
Una donna che ha conosciuto e vissuto fino in fondo la condizione di donna anche o forse soprattutto nei suoi aspetti più logoranti e dolorosi: allevata dalla madre sola perché il padre aveva abbandonato la famiglia quando lei non aveva che tre anni, ha conosciuto e venerato il valore ed il sacrificio della maternità.

Allarme dalla Gran Bretagna: antibiotico resistenza emergenza civile

Immagine
Allarme in Gran Bretagna per un problema certamente non sconosciuto, ma del quale anzi si parla da tempo: l'Oms aveva già messo a fuoco il problema dell'antibiotico resistenza fin dallo scorso anno, indicando anche i ceppi resistenti più diffusi e pericolosi per la salute pubblica, ma oggi il rischio civile creato dal crescente sviluppo di ceppi resistenti ai trattamenti antimicrobici tradizionali, ha ottenuto in GB una notevole risonanza mediatica, perché è entrato nel novero dei principali rischi civili per la popolazione (accanto al terrorismo ed eventi naturali avversi) così come sono stati prospettati nella relazione del Cabinet Office del governo Camerun.

Domani 7 aprile la giornata mondiale della salute dedicata alla sicurezza alimentare

Immagine
Domani finalmente l'attesa ricorrenza della giornata mondiale della salute, che quest'anno l'OMS ha dedicato alla sicurezza alimentare. Il direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Salute, Margaret Chan, sottolinea come l'industrializzazione delle produzioni, confezionamento e trasporto dei prodotti alimentari costituisce di per sé una condizione di rischio per la bontà del cibo, in quanto questa globalizzazione delle catene produttive moltiplica le possibilità che gli alimenti vengano contaminati da microrganismi pericolosi o da sostanze chimiche velenose.
La globalizzazione comporta che qualsiasi problema locale può diffondersi rapidamente, diventando un pericolo  esteso a livello internazionale ed inoltre la ricerca dell'origine di una infezione o di un contaminante diviene molto più complessa quando una confezione alimentare contiene componenti provenienti da diverse parti del mondo.

Il 7 aprile dedicato al lavoro invisibile

Immagine
Secondo il Coordinamento Nazionale Famiglie disabili domani, il 7 aprile è una giornata dedicata per tradizione ed internazionalmente al lavoro cosiddetto invisibile: deve essere proprio vero soprattutto che questo lavoro sia invisibile. Da una veloce ricerca in Google infatti si trovano una serie di riferimenti generici, ma non quello specifico al lavoro di cura familiare e domestico, che include la cura dei membri della famiglia più anziani e/o affetti da disabilità e patologie più o meno gravi.
Invisibile è la parola giusta: invisibile è il lavoro prevalentemente caricato sui membri di sesso femminile della famiglia, che sottopone queste persone a ritmi quotidiani massacranti, privandole del diritto al riposo, così come di spazi propri di vita.

Comunicazione web e solitudine "neuronale"

Immagine
Ironizzare sulla umanità "connessa" è  ormai diventato un luogo comune: quotidianamente infatti sentiamo parlare dei danni legati all'uso di internet e dei social, tanto che si avvicendano ricerche e statistiche che dimostrano ora l'insorgenza di sentimenti depressivi di fronte alla esibizione della felicità altrui, ora il danno derivante dall'aumento della sedentarietà negli internauti ed infine anche la riduzione della frequenza di rapporti sessuali (solo in Inghilterra, però) come riportato un paio di giorni fa in una nota dell'Ansa.

Riprende la crescita della disoccupazione in febbraio

Immagine
Gli italiani sperano di riuscire finalmente ad agganciarsi al carro degli altri paesi occidentali nella risalita dalla crisi e qualche iniezione di ottimismo, nell'ottica della "profezia che si autodetermina", certamente è salutare, per questo, malgrado in questa fase non siano certamente opportuni certi toni trionfalistici ad ogni minima variazione  casualmente  positiva, non è da biasimare del tutto l'atteggiamento dei media filogovernativi, che tendono a valorizzare appunto quei dati, anche minimi, che potrebbero rappresentare un segnale positivo: purtroppo poi bisogna fare anche i conti con la realtà e la realtà è che la disoccupazione è tornata a crescere in febbraio, stando ai dati Istat.

2 aprile: giornata internazionale dell'autismo

Immagine
Oggi ricorre la giornata mondiale di sensibilizzazione ed acquisizione di consapevolezza sull'autismo. Si tratta di un disturbo ben conosciuto dal grande pubblico, perché ormai se ne parla sempre più frequentemente:  questa formulazione diagnostica, infatti, ha assunto connotazioni diverse nel tempo. Oggi con la dizione "disturbo dello spettro autistico" si indica una vasta gamma di disturbi globali dello sviluppo, che comprendono diversi livelli di gravità con costellazioni sintomatologiche differenti, associate o meno ad altre patologie ed infine un vario grado di compromissione della strutturazione cognitiva. Quello che accomuna nell'attuale codificazione diagnostica, tutti i disturbi dello spettro autistico è quel particolare modo di essere che preclude parzialmente o completamente la possibilità di comunicazione sociale reciproca, di partecipazione emotiva e condivisione, mentre si osservano invece comportamenti ripetitivi (cosiddetti stereotipati) e limitazione…