La ricetta della felicità

Quale è lo scopo della vita? Il vero scopo della vita, qualunque cosa se ne voglia dire, alla fine è viverla e viverla al meglio godendone ogni momento, in una parola: essere felici.
Tutti desiderano la felicità, ma forse nessuno riesce a raggiungerla soprattutto nella nostra società, probabilmente a causa di una sorta di sovvertimento di quelle che sono alcune scale di valori connaturate all'animo umano. Sull'argomento si è espresso recentemente il prof. Paul Dolan, docente alla London School of Economics e consulente governativo proprio per la promozione del benessere dei cittadini: Dolan ha esposto le proprie concezioni sulla felicità ed ha fornito alcune semplici regole utili a migliorare il proprio stato d'animo, parlando all'Hay Festival, una manifestazione di arte e letteratura che si tiene annualmente in Galles per una durata di dieci giorni tra maggio e giugno.

I passaggi fondamentali del suo intervento sono stati ripresi ieri dal Telegraph: in breve il prof. Dolan cerca di smantellare alcuni luoghi comuni e credenze sulla ricerca della felicità, difatti spesso spendiamo molto tempo nel perseguire obiettivi che immaginiamo di desiderare e che nella nostra fantasia potrebbero renderci felici, ma che invece spesso divengono solo causa di tensione e stress.
Ciò che può renderci felici o comunque migliorare il nostro umore e lo stato d'animo, consiste di alcuni semplici gesti che dovrebbero entrare a far parte della nostra routine quotidiana e dunque ecco la ricetta della felicità:

  1. Ascoltare un brano della nostra musica preferita
  2. Trascorrere più di cinque minuti con una persona che ci è simpatica
  3. Uscire di casa
  4. Riuscire ad essere di aiuto a qualcuno
  5. Cimentarsi in qualcosa di nuovo e sperimentare qualcosa di non ancora conosciuto e/o vissuto
Da questo punto di vista gli agiti sarebbero molto più efficaci dei pensieri nel promuovere il benessere personale. Secondo Dolan le nuove esperienze sortiscono un effetto particolare nella percezione del trascorrere del tempo: quando si affronta qualcosa di sconosciuto la sensazione è che il tempo sia rallentato come avviene nel mondo infantile.
La motivazione nel raggiungimento dei propri obiettivi può migliorare utilizzando nel quotidiano piccoli accorgimenti che ci richiamino alla memoria la meta che ci siamo dati (ad esempio inserendo nelle password dei nostri account un riferimento suggestivo) o anche assumendosi impegni pubblicamente nei social on line.
Particolare importanza nella concezione di Dolan riveste la struttura dell'ambiente quotidiano di vita (il design) che dovrebbe facilitare il reiterarsi delle abitudini del benessere e comunque rendere più facile fare quelle cose che ci permettono di star bene.

Per inciso sarebbe da notare che le tecniche suggerite da Dolan vanno a concretizzare in un programma di tipo cognitivo comportamentale, con indicazioni specifiche, alcuni principi condivisibili, quali regalarsi uno spazio ed un tempo di relax, promuovere la propria socialità e solidarietà ed infine  risvegliare la propria curiosità per la vita ed il mondo.
Sintetizzare i principi in una ricetta che si compone di attività specifiche e concrete è un modo per facilitarne la realizzazione coerentemente con il suo principio che è più efficace farlo che pensarlo, ma soprattutto coloro che decidono di mettere in pratica i suggerimenti del prof. Dolan saranno persone che si occuperanno di se stessi, ovvero si prenderanno cura di sé, il che rappresenta sicuramente un agito valorizzante di sicuro effetto positivo sulla propria autostima.


Commenti

Post più popolari